Pubblicato il 20/08/20

CENTRIFUGA ROSSA Le opinioni su un pilota di F1 possono cambiare molto rapidamente: un giorno sei un vincitore, quello dopo non lo sei più. Il tutto viene poi estremizzato se sei al volante della monoposto più famosa del Circus, quella su cui più si concentrano le attenzioni di tifosi e media. Parliamo ovviamente della Ferrari, scuderia che può mettere a dura prova anche campioni navigati come sta accadendo ora con Sebastian Vettel e come in passato è successo anche a Kimi Raikkonen, l'ultimo iridato del team di Maranello.

GP Germania 2019, Hockenheim: Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) e Sebastian Vettel (Ferrari)

MEDIA CRITICI Il finlandese ha parlato del momento del suo ex compagno di squadra in un'intervista al sito ufficiale della F1. Raikkonen non ritiene che alla Ferrari le cose funzionino tanto diversamente che in altri team, semplicemente tutto viene maggiormente estremizzato dai media: ''Non l'ho mai trovata diversa da qualsiasi altra squadra - ha dichiarato Iceman - Se leggi tutti i giornali forse ti senti un po' più male, ma io non ho mai guardato a quelle cose. A volte ti diverti e gli italiani possono essere duri con te dal lato dei media: tutti loro hanno gioco facile a scrivere quando non fai bene e, se poi fai bene, il giorno dopo improvvisamente sei il loro migliore amico. Ma è così che funziona in questo settore''.

SEB ESPERTO A SUFFICIENZA Parlando più nel dettaglio dell'annata difficile di Vettel, Raikkonen ritiene che il tedesco abbia abbastanza esperienza da non farsi condizionare dalle critiche: ''Sono sicuro che non è molto contento di come stanno andando le cose, ma è così che funzionano. La Ferrari è la Ferrari e le persone guardano a queste cose, soprattutto gli italiani, ma dubito che ciò influenzerà il modo in cui fa il suo lavoro lì o qualsiasi altra cosa. Penso che sia in questo sport da abbastanza tempo per sapere che a volte è così, ha solo bisogno di un modo per invertire la rotta''.


TAGS: ferrari vettel f1 Raikkonen