Pubblicato il 18/08/20

PRESERVARE LE GOMME A Barcellona la Ferrari SF1000 è apparsa molto in difficoltà, mostrando delle prestazioni sufficienti a malapena per lottare per la zona punti. Il settimo posto finale ottenuto da Sebastian Vettel è arrivato soprattutto grazie alla strategia, con il tedesco bravo a completare uno stint di ben 36 giri con le gomme Soft, su un tracciato solitamente molto severo per gli pneumatici. La settimana prima, era stato Charles Leclerc ad ottenere un ottimo quarto posto nel GP 70° Anniversario, ancora una volta optando per un solo cambio gomme.

MERITO DEI PILOTI La SF1000 appare dunque gentile nella gestione delle gomme e, anche se qualcuno malignamente potrebbe dire che ciò è dovuto al fatto che vada piano, il merito è però soprattutto dei piloti. A dirlo è il team principal Mattia Binotto, il quale dopo il GP Spagna ha spiegato: ''Non credo sia un punto di forza della macchina. Se lo è, è un punto di forza prima dei piloti, che gestiscono le gomme, e poi del gruppo di ingegneri che gestisce tutti i dati. Credo che sia così''.

SEB MEGLIO CON LA SOFT Dopo il deludente undicesimo tempo in qualifica, Vettel aveva potuto scegliere con quale mescola partire. Il tedesco ha optato per la Medium, quella che a livello strategico sembrava essere la migliore per iniziare il gran premio. Le migliori sensazioni sono però arrivate con la Soft montata poco prima di metà gara, quando ancora si pensava di completare la gara con due soste: ''Quando abbiamo deciso di entrare al giro 29 non pensavamo fosse possibile andare così a lungo con un set usato di gomme morbide. Non credo che avremmo potuto prolungare il primo stint, perché stavo faticando molto con le gomme che avevo. All'inizio della gara avevo pressione da dietro (Kvyat ha cercato in più occasioni di superarlo, ndr). Non ci siamo preoccupati delle gomme e ho avuto un feeling peggiore con le medie rispetto alle morbide. Probabilmente iniziare con la morbida sarebbe stato il modo più bello o più facile per andare oltre. Con il senno di poi, abbiamo fatto un bel po' di giri con le Soft semplicemente perché mi sentivo meglio che con le medie''.

CHARLES MIGLIORATO Riguardo alla gestione delle gomme, Leclerc ritiene di essere migliorato rispetto al suo primo anno in Ferrari, ma non esclude che in parte ciò sia dovuto anche alle caratteristiche della SF1000: ''Credo di aver fatto un bel miglioramento rispetto allo scorso anno nella gestione degli pneumatici. Riguardo al fatto che la macchina sia migliore o meno per le gomme, penso che sia probabilmente più facile da gestire durante gli stint di gara. L'obiettivo principale ora è migliorare il ritmo generale della vettura''.


TAGS: ferrari vettel f1 leclerc