Autore:
Giulio Scrinzi

RIVOLUZIONE EPOCALE Dopo aver cambiato lo storico logo della Formula 1, oggi Liberty Media, sull’onda emotiva di un rinnovamento epocale nel mondo del Circus iridato, sembra voler mettere mano anche a un altro tratto identificativo della massima serie automobilistica. Stiamo parlando delle bellissime ombrelline, quelle “grid girls” che riparano dal sole i piloti sullo schieramento di partenza e che vediamo ogni domenica prima dello spegnimento dei semafori rossi.

ANTIQUATE E MASCHILISTE Il motivo di quest’idea? Le grid girls sono state giudicate dai nuovi proprietari della Formula 1 “antiquate e maschiliste”, come affermato da Ross Brawn in un’intervita a BBC Radio 5. “C’è molta gente che rispetta la tradizione delle ombrelline, ma esiste anche un insieme di persone che le ritengono datate”. In risposta, ecco cosa ha detto Chase Carey, boss del Circus iridato: “Dobbiamo ottenere il maggior numero di punti di vista possibili e prendere una decisione giusta per il futuro di questo sport. Accontentare tutti, però, sarà molto difficile”.

GIÙ LE MANI DALLE DONNE! E mentre i piani alti stanno prendendo provvedimenti su questo aspetto, molti addetti ai lavori della Formula 1 hanno voluto sostenere il ruolo delle donne nella massima serie automobilistica. Il primo è stato Christian Horner, team principal della Red Bull: “Le grid girls aggiungono glamour alla F1 e le donne in generale stanno conquistando un potere molto forte nel Circus. Nel nostro team molte sono arrivate in posizioni senior e stanno facendo un lavoro straordinario. Un altro esempio? Guardate cosa sta facendo Claire Williams nel team di Grove!”. Sulla stessa linea si è schierato Daniel Ricciardo, il quale ha affermato che “le grid girls fanno parte dell’attrazione di questo sport: è quello con cui noi tutti siamo cresciuti, quindi non ci vedo alcun aspetto negativo!”.


TAGS: formula 1 ombrelline f1 f1 2018 formula 1 2018 grid girls grid girls f1 ombrelline f1 grid girls f1 2018 ombrelline f1 2018