Autore:
Giulio Scrinzi

GIRO D'ONORE Nella giornata di ieri tutti gli appassionati nostalgici della Formula 1 hanno potuto assaporare un tuffo nel passato che ha toccato il profondo del loro cuore: poco prima dello start del GP del Belgio, infatti, è tornata in pista una delle monoposto più importanti della storia del Circus iridato, quella Benetton B194 con la quale il grande Michael Schumacher vinse il suo primo Titolo Mondiale. Chi c'era al volante? Suo figlio Mick, che ha regalato a tutti i fan del Kaiser tedesco un giro di pista proprio in onore del padre, ancora oggi costretto ad affrontare gravi problemi di salute dopo quel maledetto incidente del 2013 sulle nevi di Meribel.

CORREVA L'ANNO 1991... Sono trascorsi 26 anni dall'esordio di Michael Schumacher nella massima serie iridata: durante la stagione 1991, infatti, il manager Willi Weber convinse Eddie Jordan, proprietario dell'omonima Scuderia, a far esordire il giovane Schumi proprio sulla pista di Spa-Francorchamps, al volante di quella Jordan 191 che portò in un sorprendente settimo posto in qualifica. La gara, però, fu tutt'altra storia: dopo poche centinaia di metri la frizione della monoposto verde sponsorizzata dalla 7up sventolò bandiera bianca, facendo finire troppo presto i sogni di gloria di Schumacher.

L'INIZIO DELLA LEGGENDA La sua avventura in Formula 1, però, era appena iniziata: Flavio Briatore, proprietario della Benetton, aveva pronto un contratto per il giovane Michael, che così tornò a correre con i migliori piloti del mondo già dal successivo GP di Monza. In quella stagione portò a casa solo alcuni piazzamenti, mentre l'anno successivo conquistò la sua prima vittoria sulla stessa pista dove aveva esordito nel Campionato precedente, vale a dire il circuito di Spa-Francorchamps. Da quel momento la sua fu una cavalcata trionfale, che gli permise di vincere il suo primo Titolo Mondiale nella stagione 1994: la monoposto era la Benetton-Ford B194, che si dimostrò altamente competitiva fin dall'inizio del Campionato al punto che alcuni sospettarono qualche “imbroglio” da parte della Scuderia italiana, visto che la FIA aveva bandito qualsiasi dispositivo elettronico d'aiuto alla guida.

EREDITÀ DI FAMIGLIA Questo è solo l'inizio della storia del grande Michael Schumacher, che ieri è tornato a vivere nel cuore di tutti gli appassionati grazie al figlio Mick: per l'occasione ha indossato un casco veramente speciale, aerografato per metà con i colori che utilizza nel Campionato di Formula 3 Europea che sta disputando, e per metà con la storica livrea che utilizzava suo padre nei suoi anni ruggenti. Una volta terminato il giro di pista, Schumi Jr ha parcheggiato la B194 sul rettilineo d'arrivo davanti al pubblico della pista belga, visibilmente commosso per aver rivisto tra i cordoli una delle icone storiche del Circus iridato.


TAGS: formula 1 f1 F1 2017 Michael Schumacher mick schumacher formula 1 2017 benetton benetton b194 schumacher mick schumacher belgio mick schumacher spa francorchamps mick schumacher benetton