Autore:
Marco Congiu

AFFARI DI FAMIGLIA Era il 1991 quando Michael Schumacher esordiva in Formula 1 sulla leggendaria pista di Spa-Francorchamps. Al volante della Jordan, Michael stupì il mondo in qualifica, per poi doversi arrendere poche centinaia di metri dopo il via a causa della rottura della frizione della monoposto. Pochi lo sapevano, ma quella sarebbe stata la prima gara del pilota più vincente della storia della Formula 1. A 26 anni di distanza, sarà Mick Schumacher a far rivivere i ricordi di milioni di appassionati girando sulla pista di Spa-Francorchamps su una Benetton B194, la stessa a bordo della quale il padre vinse il titolo mondiale del 1994.

DI PADRE IN FIGLIO Le sensazioni che, c’è da scommetterci, vivrà Mick Schumacher negli istanti in cui girerà per Spa a bordo della Benetton di Michael, saranno certamente contrastanti. Con Schumacher costretto a letto dal terribile infortunio sulle nevi di Meribel del dicembre 2013, è sul diciottenne Mick che le luci della stampa di settore si sono accese. Attualmente undicesimo nel campionato europeo di Formula 3, Mick Schumacher si è caricato sulle spalle il peso di uno cognome importante come pochi altri in questo sport. E proprio uno dei tanti record di Michael potrebbe essere eguagliato da Lewis Hamilton in occasione delle qualifiche del GP del Belgio in programma sabato: se il pilota Mercedes dovesse artigliare la pole position, salirebbe a quota 68, proprio come Michael. 


TAGS: formula 1 Michael Schumacher GP Belgio mick schumacher