Autore:
Marco Congiu
Pubblicato il 15/01/2019 ore 17:32

HIT IN AMERICA Pensiamo per un attimo ad una delle auto simbolo degli Stati Uniti: il pick-up. Oggetto dei desideri di migliaia di giovani americani, al Salone di Detroit una delle sue massime espressioni riceve un allestimento ed un refresh importante. Si parla del Dodge RAM che, nella città dei Pistons, si mostra nella completa gamma Heavy Duty, votata alla guidabilità, capacità di traino e connettività.

DE GUSTIBUS Sono ben sei i frontali tra cui poter scegliere il Dodge RAM. Gli aggiornamenti hanno contribuito ad abbattere il CX – coefficiente aerodinamico – sino alla soglia di 0,409. 20 i sensori esterni affogati a 360° nella carrozzeria mentre, vista la naturale vocazione al lavoro propria dei pick-up, non manca a listino il RamBox, arricchiti anche da sistemi di illuminazione dedicati e prese di corrente a 115 volt. Acciai altoresistenziali vanno a migliorare il telaio e sistema UConnect 4 con display da 12” completano il tutto.

MOSTRUOSA Sotto il cofano della RAM troviamo il V8 da 6,4 litri a benzina da 410 CV e 582 Nm di coppia, ma chi volesse esagerare avrà a disposizione anche il 6 cilindri in linea Diesel da 6,7 litri con potenze da 370 CV o 400 CV e 1.350 Nm di coppia massima. La capacità di traino è poderosa: 15.921 kg e una portata di 3.483 kg. Con specifiche simili, anche gli ADAS di livello non potevano mancare: si va dall'Adaptive Cruise Control al Forward Collision Assist, passando per le telecamere a 360°, cargo-view camera e gruppi ottici LED Afs.


TAGS: dodge ram dodge ram detroit 2019 salone di detroit 2019