Salone di Detroit 2018: Dodge RAM 1500
detroit 2018

Salone di Detroit 2018: Dodge RAM 1500, leggero e grintoso


Avatar di Matteo Gallucci , il 15/01/18

3 anni fa - Il pick-up status symbol a stelle e strisce

Dodge RAM 1500 restyling 2019. Prova di forza al Salone di Detroit 2018

Benvenuto nello Speciale SALONE DI DETROIT 2018, composto da 20 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SALONE DI DETROIT 2018 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

DETROIT 2018 Ieri ha aperto i battenti il NAIAS 2018 di Detroit per la gioia del popolo americano e di tutti gli appassionati di motori. Tra le tante novità spiccano, ovviamente, futuristiche concept e SUV di ogni forma e misura. Tra le regine di quest’ultimo segmento troviamo un’icona tra i pick-up, vero status symbol negli USA, la Dodge RAM 1500 del Gruppo FCA.

DIETA MEDITTERRANEA Non sappiamo se è stata l’influenza del Gruppo italiano o la necessità di standard più vicini al mondo dell’automobile per arginare problemi di emissioni di CO2 ma sta di fatto che la nuova Dodge RAM pesa decisamente meno rispetto al passato. Infatti perde più di 100 kg grazie ad un nuovo portellone posteriore interamente in alluminio e ad un uso più ampio di acciaio ad alta resistenza e alluminio per tutto il telaio.

VENTO IN POPPA Oltre al peso anche l’aerodinamica è un altro elemento spesso poco valorizzato nelle precedenti versioni del pick-up di Dodge. Con il model year 2019 la RAM 1500 si fa più “snella e filante” con il suo coefficiente che scende del 9% a 0,357 di cx. Grande merito va al nuovo sistema AGS (Active Grille Shutter) che apre e chiude automaticamente le griglie della calandra anteriore riducendo le turbolenze e contribuendo a migliorare i consumi. Anche senza abbandonare le forme muscolose e squadrate caratterizzanti, nel suo complesso, c’è stato un netto studio e miglioramento di ogni singolo pezzo della vettura che non veniva aggiornata così radicalmente dal 2009.

VEDI ANCHE



ANCHE IBRIDA Come per la prossima Jeep Wrangler ci sarà l’opzione della versione ibrida anche per la nuova Dodge RAM 1500. Si tratta di un’ibrida mild ovvero di un sistema E-Torque per avere più accelerazione da fermo e alle basse velocità, funzione di star&stop e recupero di energia in frenata con un pacco di batterie agli ioni di litio da 43 kWh nascosto nella parete posteriore della vettura. Questo sistema “ibrido leggero” sarà di serie per la motorizzazione V6 da 3.6 litri e garantirà una spinta extra di 122 Nm di coppia mentre per  il V8 da 5.7 litri sarà un optional e garantirà ben 176 Nm di coppia massima durante l’accelerazione. Inoltre, grazie a questa tecnologia, viene migliorata la funzione di “cylinder on demand” con la possibilità di viaggiare a 4 cilindri quando la piena potenza del V8 non serve, risparmiando molto carburante. In più il comfort di marcia sarà sempre garantito grazie alla presenza di ammortizzatori attivi che lavorano in controfase per ridurre al minimo le vibrazioni quando il V8 lavora a quattro cilindri.

MOTORI La scelta propulsori vede inizialmente come principali protagonisti il V6 3.6 litri benzina da 305 cv e 365 Nm di coppia e il V8 5.7 litri benzina da 395 cv e 555 Nm di coppia. L’unica scelta per la trasmissione è il cambio automatico a 8 rapporti. Solo dopo il lancio verrà introdotto il V6 3.0 litri diesel.

INTERNI Tutti nuovi gli interni cambiati addirittura del 99% come dichiarato da Ryan Nagode, capo designer degli interni di Dodge Ram. Più spazio per passeggeri, soprattutto per chi siede dietro dove il divano può essere reclinato di 8 gradi, e molto più spazio anche per bagagli e merci. Numerosi i porta oggetti nell’abitacolo: nascosti quelli sotto i sedili posteriori dotati anche di gancio e aumentato a 38 litri (contro i 23 della precedente versione) quello ricavato sotto al bracciolo centrale. Gli interni possono essere in tessuto o diventare quasi da luxury car con inserti in legno grezzo, alluminio o pelli morbide. Lo schermo touch-screen centrale varia di dimensioni a seconda dell’allestimento: da 5 a 8,4 fino 12 pollici. Il sistema di infotainment è caratterizzato dall’ultima versione di Uconnect di FCA che integra i sistemi Apple CarPlay e Android Auto. Da segnalare gli optional come la ricarica wireless dello smartphone, il sistema audio Harmon Kardon, la possibilità di hotspot wi-fi con servizio SiriusXM Guardian che consente di aprire e chiudere l’auto in remoto e gestire altre funzione tramite l’apposita app per smartphone.

ADAS I sistemi di assistenza e sicurezza attiva confermati per Dodge Ram 1500 sono: il monitoraggio dei punti ciechi tramite telecamere 360°, la frenata d’emergenza automatica, il cruise control adattivo e il mantenimento di corsia. Tutti i sensori, telecamere e radar sono inseriti nella parte superiore del parabrezza e non sulla griglia per permettere di montare diversi oggetti utili al lavoro come bullbar o aratri. Gli ingegneri Dodge si aspettano dei risultati ufficiali nel crash decisamente migliorati grazie ad uno sviluppo specifico.

OFFROAD PACK Per chi non si accontenta sarà presente in gamma un pick-up praticamente inarrestabile denominata Dodge RAM 1500 Rebel. La versione Rebel è dotata di pacchetto Off-Road 4x4 con ruote da 18 pollici e pneumatici specifici, ammortizzatori Bilstein dedicati, differenziale posteriore autobloccante e ganci di recupero funzionali oltre ad un design decisamente più cattivo.


Pubblicato da Matteo Gallucci, 15/01/2018
Gallery
salone di detroit 2018
Logo MotorBox