Autore:
Luca Cereda

DIAVOLO E ACQUA SANTA La pista è, e rimane, il suo chiodo fisso. Ma questa all’autodromo ci arriva da sola partendo direttamente dal garage di casa, senza bisogno di uno strappo a rimorchio. Lotus Elise S Cup è, in estrema sintesi, la versione street-legal della Elise da corsa, sviluppata per offrire nei track day prestazioni che si avvicinano a una Elise Cup R. Col vantaggio però di poter circolare liberamente anche fuori dai cancelli come una “normale” Elise S.

THANK GOD IT'S TRACK-DAY La differenza con quest’ultima è data essenzialmente dall’aerodinamica e si traduce, dicono gli inglesi, in ben 3 secondi risparmiati nel tempo sul giro sulla pista di Hethel. La Lotus Elise S Cup monta lo stesso, vistoso kit aerodinamico della Elise Cup R, con qualche piccola modifica sufficiente a farla rientrare nelle regole quando si muove tra rotonde e semafori. Ma al primo assaggio della pit-lane, scatena Mr. Hyde: la portanza aerodinamica aumenta di 66 chili a quota 100 miglia orarie e di ben 125 chili alla velocità massima (225 km/h). Per il resto, nessun trucco: il motore resta lo stesso 1.8 sovralimentato con compressore volumetrico della Elise S, capace di sprigionare 220 cv di potenza massima.

GIA’ IN VENDITA Altri numeri della Elise S Cup? 4,6 secondi per lo 0-100, 932 chili il peso a secco. All’interno è installato un roll bar omologato T45, ma l’auto è predisposta per accogliere anche un roll cage completo e tutta l’attrezzatura necessaria per gareggiare su pista. In Germania e nel Regno Unito si può già comprare: costa rispettivamente 56.525 euro e 43.500 sterline.    


TAGS: lotus elise s cup