Autore:
Luca Cereda

PRONTI-VIA La Cinquecentona è arrivata. Sabato 22 e domenica 23 settembre gli italiani hanno potuto toccarla per la prima volta con mano negli showroom aderenti al “porte aperte”. E vederla passare in televisione nel primo spot pubblicitario diffuso dal Lingotto. La Fiat 500L è offerta al prezzo promozionale di 14.900 euro nella versione Pop 1.4 da 95 cv, equipaggiata con clima, 6 airbag, ESC, sedili posteriori sdoppiati, scorrevoli e con sistema Fold&Tumble, plancia nella stessa tinta di carrozzeria e piano di carico posteriore regolabile in altezza. Quattro gli allestimenti disponibili (Pop, Pop star, Easy e Lounge), solo tre le motorizzazioni: 1.4 Fire da 95 cv, 1.3 Multijet da 85 cv e 0.9 TwinAir da 105 cv. Per il momento…

+3 In vista del 2013, infatti, sono previste – e quasi pronte – importanti novità. Soprattutto sotto il cofano della Fiat 500L. Che in primavera sbarcherà in America, quindi allargherà la famiglia con la versione XL (con bagagliaio maggiorato, da 500 litri, o in alternativa una terza fila di sedili) e ridisegnerà un po’ il look con la variante Trekking, adatta al soft offroad e dallo stile più personale; parallelamente, entreranno in gamma tre nuovi motori: il 1.6 Multijet da 105 cv, il 1.3 Multijet da 85 cv con cambio robotizzato e un 1.4 MultiAir turbo da 165 cv, che negli USA verrà introdotto da subito abbinato al cambio a 6 rapporti a doppia frizione DDCT ma la cui commercializzazione in Italia non è ancora certa. Benché si tratti di motori ancora in fase di messa a punto, abbiamo potuto “assaggiarli” tutti  e tre in anteprima sulla pista Langhe di Balocco.

FACTOTUM Cominciamo dal 1.6 Multijet da 105 cv, per diversi motivi. Innanzitutto perché dovrebbe essere il primo ad aggiungersi al listino italiano della Fiat 500L, intorno ad aprile; in secondo luogo perché pare il motore più adatto a rendere la Cinquecentona un’auto versatile fino in fondo. Silenzioso ma presente sotto il piede destro, questo diesel dà risposte pronte ai bassi, sin dai 1500 giri/min, regalando, poi, un allungo progressivo forte di un’erogazione sempre piena. Il millesei dimostra anche una buona elasticità, riprendendo bene anche a marce alte. E quando serve sprintare offre quella prestanza che il milletre, pur agile nel misto, non ha. Considerato che i consumi non dovrebbero risultare tanto più esosi – i dati ufficiali al momento mancano-, dovrebbe diventare la scelta migliore per chi cerca un motore factotum.

ROBOT O NON-ROBOT? Il 1.3 da 85 cv può invece bastare a chi vede la 500L in chiave più urbana, come auto del casa-ufficio-scuola-casa per la famiglia. E in mezzo al traffico, il cambio automatico può rivelarsi un aiuto prezioso. A patto però di rinunciare a una buona dose di piacere di guida. La trasmissione robotizzata abbinata al 1.3 Multijet, infatti, in modalità automatica, fatica un po’ ad assecondare i pensieri di chi guida, soprattutto se si cerca una guida brillante, prendendosi qualche pausa di troppo tra una cambiata e l’altra. Usandolo in modalità sequenziale (con la leva, in attesa delle palette) il feeling migliora un poco ma non restituisce le prestazioni che si possono avere col cambio manuale a cinque marce.

SEMPER GAS Ultimo della serie e ultimo in senso cronologico – se infatti arriverà mai sullo Stivale, sarà solo a fine 2013 o addirittura a inizio 2014 – il 1.4 MultiAir Turbo da 165 con cambio DDCT a sei rapporti. Pronto a staccare il biglietto per gli USA, dove il conto della benzina è meno salato, lo proviamo montato su una 500L altrettanto americana nell’assetto e piuttosto morbida di sospensioni. Forse un po’ troppo per il MultiAir da 165 cv, che spinge sempre, con una progressione fluida e regolare, addomesticato dalle cambiate dolci del doppia-frizione.

METANO E LASER Una quarta novità nell’agenda 2013 è il 0.9 TwinAir turbo da 80 cv Natural Power, che va ad assecondare il trend in ascesa dei bifuel. Motori a parte, a breve saranno disponibili altre nuove tecnologie votate alla sicurezza. Tra queste il City Brake Control, un sistema di frenata automatica che può scongiurare il tamponamento o, quantomeno, minimizzarne le conseguenze. Per il momento interviene solo a velocità contenute – sotto i 30 km/h -, ma nel traffico cittadino può rivelarsi prezioso. Come funziona? Grazie a un laser integrato al parabrezza, è capace di rilevare un ostacolo lungo la propria traiettoria.        


TAGS: fiat 500l le novità del 2013 Fiat 500: dagli albori al primo milione