GP Indonesia 2022, le pagelle di Mandalika
MotoGP 2022

MotoGP Indonesia 2022, le pagelle di Mandalika


Avatar di Simone Valtieri , il 20/03/22

2 mesi fa - Le pagelle di MotorBox dopo il MotoGP dell'Indonesia 2022 a Mandalika

Le pagelle di MotorBox dopo il MotoGP dell'Indonesia 2022 a Mandalika: super Oliveira, bene Quartararo e Zarco. Insufficiente Bagnaia
Benvenuto nello Speciale MOTOGP INDONESIA 2022, composto da 13 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MOTOGP INDONESIA 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LE PAGELLE DI MANDALIKA Il difficile Gran Premio dell'Indonesia si è chiuso con il successo di Miguel Oliveira sulla pista inondata d'acqua di Mandalika! Belle prestazioni per Fabio Quartararo e Johann Zarco, un po' sottotono Jack Miller mentre completamente da dimenticare la gara di Pecco Bagnaia. Di seguito tutte le pagelle del secondo appuntamento iridato della classe MotoGP

MIGUEL OLIVEIRA - VOTO 10 Uno dei piloti più ondivaghi della storia della MotoGP. Il portoghese arriva al quarto successo in carriera dominando sulla pista bagnata di Mandalika, andando al comando dalle primiessime tornate e vincendo in solitaria. Una prestazione impeccabile, se trovasse continuità sarebbe un serio candidato all'iride.

FABIO QUARTARARO - VOTO 9 Gara pregevole per il campione del mondo francese su un terreno che non è mai stato il suo. Sull'asfalto di Mandalika, però, sul bagnato il grip c'è e lui lo sente, trovando la confidenza nei primi giri e risalendo in modo prorompente nel finale. Se non avessero accorciato la gara a 20 giri, oggi saremmo qui a festeggiare un altro vincitore...

JOHANN ZARCO - VOTO 8 Lo scorso anno era partito con due podi, ora è arrivato il primo, ma in una situazione ben più difficile. Dopo aver preso confidenza con le condizioni meteorologiche è tornato su Miller accarezzando il sogno di andare a riprendere Oliveira. Sogno infranto in poche curve, però, e si è dovuto accontentare della bagarre per il podio, conclusasi con un ottimo terzo posto.

JACK MILLER - VOTO 6 Lui è Jack Miller, uno che sulla pioggia e con la pista in condizioni miste è battibile - sulla carta - solo da Marc Marquez. Per questo non possiamo dargli un voto adeguato a quello dei colleghi con i quali si è battuto. Vero è che l'asfalto di Mandalika è anomalo e lui va forte con meno grip, ma erano pur sempre condizioni ''tricky'' e Jack non è riuscito a venirne a capo né con Quartararo né con Zarco.

FRANCO MORBIDELLI - VOTO 6,5 Autore di una partenza eccellente, resta impantanato nella terra di nessuno. Troppo lento per sfidare il gruppetto davanti, troppo veloce per essere ripreso dagli inseguitori. Una gara in solitaria, comunque positiva per riprendere la confidenza con la parte alta della classifica. Da Morbido, però, ci si aspetta sempre di più.

ENEA BASTIANINI - VOTO 6 L'11° posto finale non è ''accio'', ma se vuole avere una chance di giocarsi il mondiale, ha bisogno di sfruttare situazioni come quella odierna. Con troppa acqua in pista non va, ma quando la pista si asciuga un po' rientra prepotentemente fino all'ottava posizione, solo sfiorata. Nella bagarre finale si perde un po', con meno foga e più testa avrebbe raccolto tre preziosi punticini in più. La notizia positiva è che è ancora lui il leader della classifica

FRANCESCO BAGNAIA - VOTO 3 Non ci siamo proprio. In parte è colpa della sfortuna, in parte le due prime gare dell'anno non sono state certo lineari, ma per vincere i mondiali bisogna superare le avversità e non rimbalzarci contro. In qualifica poteva scattare dalla prima fila e ha commesso due errori nei due tentativi in Q2. In gara è scomparso dai radar sin dalle prime battute, finendo mestamente 15° e rischiando più volte di cadere. Occorre resettare e ripartire, perché fortunatamente per lui la classifica è ancora molto compatta e il campionato è appena iniziato.

GLI ALTRI IN BREVE

BRAD BINDER - VOTO 6,5 Bene la conferma del secondo posto iridato. Alla fine la bagarre per l'ottava posizione la vince lui, ma considerando il risultato del compagno non può prendere un votone

ALEX RINS - VOTO 7 Buona gara per lo spagnolo che ha tenuto dietro il compagno di squadra e fornito una buona prestazione, che forse non ci si attendeva dalla Suzuki con queste condizioni.

JOAN MIR - VOTO 7 Stesso voto del compagno, non fosse altro perché è scattato 18° in classifica. Ha rimontato molto bene ed è balzato subito sul gruppo di testa, ma non ha saputo battere i migliori.

VEDI ANCHE



ALEIX ESPARGARÒ - VOTO 6 Il nono posto è un risultato positivo per Aleix, che nel finale si è battuto bene nella bagarre, rfacendosi beffare solo allo sprint da Binder.

DARRYN BINDER - VOTO 8 Non se lo aspettava nessuno, invece nella seconda parte di gara è stato tra i migliori in pista. Bella la sfida col fratello, che gli è costata almeno due posizioni.

LUCA MARINI - VOTO 5,5 Stava facendo una bella gara, in piena top ten. Nel finale ha commesso un errore ed è stato risucchiato dal mucchio selvaggio. La 14° posizione delude un po'.

MARCO BEZZECCHI - VOTO 5,5 Davide Tardozzi l'aveva indicato come la possibile sorpresa di giornata. Ma Bez è arrivato penultimo senza mai incidere.

POL ESPARGARÒ - VOTO 5 Il weekend era iniziato con ben altre aspettative e si è concluso con un 12° posto finale che non appaga né lui né la Honda. 

ALEX MARQUEZ - VOTO 5,5 Gara senza arte né parte per il fratello di Alex, forse shockato dalla caduta di Marc. L'insufficienza non grave è per la distanza contenuta dal team ufficiale.

MAVERICK VIÑALES - VOTO 4 Proprio non ci siamo. Sin dal ''suo'' Qatar, l'entusiasmo di Maverick è svanito. Oggi non l'ha certo ritrovato, anonimamente 16°.

RAUL FERNANDEZ - VOTO 6 Sta ancora prendendo confidenza con la categoria, ma al di là del sorprendente Binder, ha fatto ben meglio degli altri rookie.

REMY GARDNER - VOTO 5 Il campione del mondo della Moto2 deve ancora prendere confidenza con la categoria. Arriva ultimo e non sembra poter fare di più

TAKAAKI NAKAGAMI - VOTO 4 Scatta ultimo e arriva terz'ultimo, da uno con la sua esperienza ci si attende di più. Non un weekend da ricordare par il giapponese.

FABIO DI GIANNANTONIO - VOTO 6 Si è perso subito dopo la partenza ma non ha fatto una gara orribile. Meglio, di sicuro, la qualifica

JORGE MARTIN - VOTO 4 Parte per spaccare il mondo, e poi spacca solo la sua moto. Incolpevole in Qatar, colpevole qui. Un doppio zero che fa arrabbiare molto il talento madrileno.

ANDREA DOVIZIOSO - VOTO SV Stava facendo una discreta gara a ridosso della top ten, poi il guasto tecnico che lo ha messo fuori gioco.

MARC MARQUEZ - VOTO SV Ha provato a fare il Marquez andando oltre i limiti della moto, ma tre cadute lo hanno fermato bruscamente. Generoso, speriamo di rivederlo in pista in forma in Argentina e Texas.


Pubblicato da Simone Valtieri, 20/03/2022
Tags
MotoGP Indonesia 2022
Logo MotorBox