Autore:
Federico Maffioli

UOMO DEI RECORD Ad Austin in Texas Marc Marquez sigla la sua sesta pole position consecutiva su questo circuito, entrando per l’ennesima volta nel libro dei record per essere l’unico pilota della storia a centrare sei volte di fila la prima casella dello schieramento sullo stesso circuito. Insomma, questa pista piace al Campione del Mondo in carica e, guardando il suo tempo di 2.03.658, sembra proprio che Marquez qui in America abbia preso la residenza sulla prima posizione dello schieramento. Non solo, perché visto il suo passo gara e le cinque vittorie consecutive qui, l’impressione è che lo stesso possa valere anche sul primo gradino del podio! Alla gara di domani l’ardua sentenza!

PUGNO DURO Dopo che le qualifiche di tutte le categorie si sono concluse, la Direzione Gara, in seguito all'episodio che ha visto Marquez rallentare Vinales nel suo giro lanciato, ha deciso di infliggere una penalità al pilota spagnolo. In pratica, non è stata tolta la pole ed il suo record delle sei pole position qui ad Austin, ma la Honda numero 93 sarà costretta ad indietreggiare di tre posizioni dello schieramento di partenza. Quindi in griglia domani Vinales partirà dalla prima posizione, secondo Iannone e terzo Zarcò. Marquez aprirà la seconda fila al fianco di Rossi, che resta quinto in griglia come da qualifiche. Stessa penalità anche per Pol Espargarò, giudicato autore di un comportamento pericoloso durante le qualifiche perché girava troppo piano alla curva 2 rallentando gli altri piloti. Quindi anche Pol Espargarò domani verrà retrocesso di tre caselle, passando dalla dodicesima alla quindicesima casella dello schieramento. 

DIVERTITO Seconda posizione sullo schieramento di partenza per Maverick Vinales, che chiude il sabato americano con il secondo miglior crono di sessione a 406 millesimi dal best lap di oggi. Lo spagnolo in sella alla Yamaha ufficiale prima viene rallentato nel suo giro lanciato da un incolpevole Marquez, poi chiude un giro guidando aggressivo e determianto che gli vale la prima fila di domani. Buone notizie anche per il passo del numero 25, che ha dimostrato finalmente a suo agio sulla Yamaha anche con le gomme medie.

BEN TORNATO Andrea Iannone chiude con il terzo tempo la prima fila di domani a soli 145 millesimi da Vinales. L’italiano, dopo i primi due GP sottotono, torna ad essere competitivo in qualifica, ma non solo, perché la Suzuki numero 29 qui in Texas è sempre stata combattiva fin dal primo turno di libere. Domani in gara la lotta per il primo gradino del podio sembra una questione già archiviata da Marquez, ma la lotta per la seconda posizione si preannuncia di quelle imperdibili!

BENE NON BENISSIMO Valentino Rossi chiude il Sabato ad Austin con il quinto tempo finale a 571 millesimi dal tempo della pole di oggi. Quarta posizione davanti alla Yamaha ufficiale numero 46 per Joahnn Zarcò, dietro a Iannone per un solo millesimo e davanti a Rossi per 19 millesimi. Il francese, insomma, dopo le difficoltà della mattina sembra aver trovato la quadra per la sua moto ed anche lui sarà uno dei protagonisti di domani. Chiude la seconda fila un Jorge Lorenzo in grande spolvero, autore del sesto tempo a 636 millesimi dal miglior crono di sessione ed a soli 65 millesimi dal tempo di Rossi.

PIU’ INDIETRO Inizio in difficoltà, invece, per l’altro ufficiale in sella alla Rossa di Borgo Panigale Andrea Dovizioso, che come in Argentina chiude le qualifiche con l’ottavo tempo di giornata. L’italiano domani partirà in mezzo alle Honda di Cal Crutchlow, settimo, e di Dani Pedrosa, nono sulla griglia di domani a denti stretti per il dolore alla mano causato dall’intervento di pochi giorni fa, subito in seguito alla caduta provocata da Zarcò durante il primo giro della scorsa gara in Argentina.

QUARTA FILA Chiudono la lista dei piloti che sono scesi in pista oggi per le Q2 Danilo Petrucci, decimo, Alex Rins, undicesimo e Pol Espargarò, autore del dodicesimo miglior crono di giornata. Qualifiche deludenti, quindi, per Alex Rins, che nei precedenti turni di prove libere aveva dato l’impressine di poter ambire a posizioni più avanti. Male anche per Danilo Petrucci, costretto a scendere in pista nelle Q1, non riesce poi ad andare oltre alla quarta fila.

GRIGLIA DI PARTENZA A questo link trovate tutti i tempi delle qualifiche americane di Austin. Questo, invece, l’ordine di partenza della MotoGP nella gara di domani sul Circuito delle Americhe in Texas: 1) Maverick VIÑALES, Yamaha; 2) Andrea IANNONE, Suzuki; 3) Johann ZARCO Yamaha; 4) Marc MARQUEZ, Honda (retrocede di tre posizioni per la penalità); 5) Valentino ROSSI, Yamaha; 6) Jorge LORENZO, Ducati; 7) Cal CRUTCHLOW, Honda; 8) Andrea DOVIZIOSO, Ducati; 9) Dani PEDROSA, Honda; 10) Danilo PETRUCCI, Ducati; 11) Alex RINS, Suzuki; 12) Takaaki NAKAGAMI, Honda; 13) Tito RABAT, Ducati; 14) Bradley SMITH, Ktm; 15) Pol ESPARGARO, Ktm (retrocede di tre posizioni per la penalità);  16) Hafitz SYAHRIN, Yamaha; 17) Franco MORBIDELLI, Honda; 18) Jack MILLER, Ducati; 19) Aleix ESPARGARO, Aprilia; 20) Thomas LUTHI, Honda; 21) Alvaro BAUTISTA, Ducati; 22) Scott REDDING Aprilia; 23) Karel ABRAHAM, Ducati; 24)Xavier SIMEON, Ducati.


TAGS: valentino rossi jorge lorenzo andrea dovizioso marc marquez maverick vinales andrea iannone dani pedrosa alex rins motogp texas 2018 motogp america 2018 motogp austin 2018 pole austin pole austin motogp 2018 penalità marquez marquez vinales qualifiche motogp austin penalità qualifiche austin 2018 penalità pol espargarò qualifiche motogp 2018