GP Algarve 2021, le pagelle di Portimao
MotoGP 2021

MotoGP Algarve 2021, le pagelle di Portimao


Avatar di Simone Valtieri , il 07/11/21

3 settimane fa - Le pagelle di MotorBox dopo il MotoGP dell'Algarve 2021 a Portimao

Le pagelle di MotorBox dopo il MotoGP dell'Algarve 2021 a Portimao. SuperPecco Bagnaia, bravi Mir e Miller, bocciati Quartararo e... Lecuona!
Benvenuto nello Speciale ALGARVEMOTOGP 2021, composto da 12 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario ALGARVEMOTOGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

PAGELLE DI PORTIMAO Dalla perfezione di Bagnaia agli svarioni di Lecuona, dalla consistenza di Mir alla fantasia di Miller, dalla fatica di Quartararo alla bella prestazione di Alex Marquez: tutto questo e molto altro lo troviamo nelle pagelle del Gran Premio dell'Algarve.

FRANCESCO BAGNAIA - VOTO 10 Una gara perfetta. Dopo la sesta pole dell'anno arriva la terza vittoria, quella di un pilota sempre più in controllo e confidenza con la sua moto. Nonostante un sussulto in partenza incrocia le traiettorie con Miller già alla prima curva e va in testa: non lo prenderà più nessuno, con la resistenza del suzukista Mir fiaccata giro dopo giro. Il prossimo anno se continua così, sarà un bel problema per chiunque batterlo, oggi, forse, avrebbe potuto contrastarlo solo Marc Marquez.

JOAN MIR - VOTO 8,5 Per la prima parte di gara riesce a stare in scia a Bagnaia tirando a fondo ogni staccata, ma a metà gara non può più farlo e scivola oltre i due secondi dall'italiano. Una prestazione comunque consistente per Joan, che nonostante i limiti di una moto non più competitiva come lo scorso anno, si è già assicurato la terza piazza iridata ed è sempre riuscito a tirare fuori il massimo dalla sua Suzuki. Se la moto di Hamamatsu tornerà competitiva, il prossimo anno tra lui, Bagnaia, Marquez e Quartararo se ne vedranno delle belle.

JACK MILLER - VOTO 8 Bella pretsazione conclusa sul podio per il funambolico pilota australiano, che mancava l'appuntamento con la cerimonia di premiazione dal Gran Premio della Catalunya. Dopo una bellissima partenza, Jack perde qualche posizione nella prima parte di gara, ma nel finale torna sotto alla sorpresa Alex Marquez e ingaggia con lui un duello infine vinto, e non solo grazie alla bandiera rossa che l'ha interrotto con qualche giro d'anticipo. Da lui la Ducati si aspetta molto e oggi ha fornito un bel contributo anche per conquistare la prima posizione nel titolo team, che si assegnerà a Valencia contro il Monster Energy Yamaha di Quartararo e Morbidelli.

ALEX MARQUEZ - VOTO 8,5 Finalmente una gran bella gara per il fratello di Marc, in difficoltà per tutta la stagione dopo un'annata 2020 che aveva promesso ben altri risultati. E invece il quarto posto di oggi, che gli lascia anche un po' di amaro in bocca per la competitività mostrata, è di gran lunga la miglior prestazione dell'anno. Vero è che la pista è sembrata particolarmente amica della Honda, ma Alex ha comunque sopravanzato nettamente gli altri colleghi di marca. Un'iniezione di fiducia per l'ultima gara stagionale ma, soprattutto, per il prossimo anno.

FABIO QUARTARARO - VOTO 5 Ha già vinto il titolo e non ha bisogno di punti, e finché è in gara non c'è Yamaha veloce come la sua. Su una pista complicata per la moto di Iwata è sesto sin dalle prime battute, ma nel finale sembra poter lottare con le due Ducati Pramac che lo precedono. Proprio in quel momento però, sbaglia, cade e dice addio alla gara, spegnendo le ultime speranze della Yamaha di vincere il titolo costruttori. Un weekend che dopo tre sessioni di prove libere molto consistenti, ha visto emergere qualche difficoltà tra qualifiche e gara.

GLI ALTRI IN BREVE

VEDI ANCHE



JOHANN ZARCO - VOTO 7,5 La quinta posizione gli regala il titolo di miglior pilota indipendente della stagione, una bella soddisfazione dopo cinque weekend complicatissimi per il pilota francese.

POL ESPARGARÒ - VOTO 7 La sesta posizione non è male, ma considerando che tutte le Honda sono andate forte, finire dietro ad Alex Marquez non è certo il miglior risultato per uno che vuole impensierire l'altro Marquez.

JORGE MARTIN - VOTO 6,5 Bravissimo nelle prime fasi di gara, poi cala alla distanza e la sensazione è che la sua settima posizione sia stata salvata dalla bandiera a scacchi perché Rins era lì, e Bastianini stava rientrando forte.

ALEX RINS - VOTO 6 Dopo una sessione di qualifica difficile, nella seconda parte di gara stava tornando su bene, purtroppo la bandiera rossa gli rovina una buona rimonta: poteva arrivare sesto senza grosse difficoltà

ENEA BASTIANINI - VOTO 6 Anche a lui mancano gli ultimi giri di gara, quelli in cui è più forte. La rimonta era cominciata ma è stata presto interrotta. Conserva comunque 3 punti su Martin per il titolo di rookie of the year.

BRAD BINDER - VOTO 5,5 In una domenica nera per la KTM, la sua è l'unica che vede la bandiera a scacchi, ma la decima piazza è più frutto del caso che di una gran consistenza. 

TAKAAKI NAKAGAMI - VOTO 5 A parte il tester Stefan Bradl è il peggiore delle Honda e non riesce a ritrovare la verve che lo scorso anno l'aveva portato a lottare costantemente per le prime posizioni.

LUCA MARINI - VOTO 5,5 Dopo le consistenti sessioni di prove libere e il buon potenziale mostrato anche nella sfortunata qualifica, ci si aspettava una gara più consistente.

VALENTINO ROSSI - VOTO 5,5 Non è malaccio la gara del Dottore, 13° e ben davanti alle altre due Yamaha. Termina incollato al fratellino Luca, ma oramai conta ben poco. La prossima gara segnerà la fine di un'era.

MAVERICK VIÑALES - VOTO 5 L'Aprilia non si sposa bene con la pista di Portimao, Maverick non può fare molto di più in quest'occasione.

MIGUEL OLIVEIRA - VOTO 6,5 La sua gara non era stata entusiasmante, ma la top ten c'era, così come la leadership tra le KTM, poi però Lecuona lo butta giù e si fa anche male. Gli auguriamo una pronta guarigione.

STEFAN BRADL - VOTO 6 Chiamato all'ultimo per sostituire Marquez, alla fine prende un punticino, non commette grossi errori e si diverte lottando per tutta la gara con campionissimi della disciplina.

FRANCO MORBIDELLI - VOTO 4 Non è un voto alla prestazione, ma al risultato. Franco dopo pochi giri di gara crolla di fisico. Serve pazienza, come si è visto anche per Marquez, il suo rientro è stato troppo precoce.

ANDREA DOVIZIOSO - VOTO 6 Con la peggiore moto del lotto (non finiremo mai di sottolinearlo come facevamo per Morbidelli), è 14° e continua a fare esperienza. Non vediamo l'ora di vederlo sulla M1 aggiornata.

IKER LECUONA - VOTO 3 Il peggiore di giornata, ed è un peccato perché non andava piano. Invece due lunghi lo fanno retrocedere in classifica, e una scivolata provoca l'incidente con Oliveira e la bandiera rossa finale.

ALEIX ESPARGARÒ - VOTO 5 Un weekend da non mettere tra i ricordi più cari per lo spagnolo, che cade nella prima parte di gare mentre fatica a stare in zona punti su una pista non proprio digerita dall'Aprilia.

DANILO PETRUCCI - VOTO 4 Già proiettato sull'avventura alla Dakar, la sua penultima gara in MotoGP termina dopo un paio di curve. Peccato perché aveva mostrato cose buone nel corso del weekend.


Pubblicato da Simone Valtieri, 07/11/2021
Tags
AlgarveMotoGP 2021
Logo MotorBox