Pubblicato il 20/08/2020 ore 09:40

SUBITO DUCATI È scattato il weekend del Gran Premio di Stiria, la seconda gara a Spielberg nel giro di due fine settimane, e le Ducati sono subito protagoniste. Jack Miller e Andrea Dovizioso, separati di appena 4 millesimi, hanno chiuso in testa una prima sessione di prove libere molto lineare, in cui quasi tutti hanno già provato un time attack per mettersi al riparo da possibili imprevisti meteorologici per domani, quando occorrerà restare nei primi dieci tempi della classifica combinata FP1-FP2-FP3. Dietro ai due ducatisti ci sono, raccolti in appena un decimo, Oliveira, Nakagami e Mir, con rispettivamente KTM, Honda e Suzuki. Le Yamaha sono 6° con Morbidelli, 9° con Vinales e 10° con Quartararo, mentre Valentino Rossi, che il time attack non l'ha provato, è solo 17°. Non ha partecipato alla sessione Johann Zarco, che è in attesa di sottoporsi a una visita medica domattina per sapere se potrà prendere parte al weekend, dopo l'intervento chirurgico al quale si è sottoposto. In ogni caso il pilota francese, responsabile dell'incidente di domenica scorsa, se dovesse esserci scatterà dalla pitlane, per decisione dei commissari.

Gli orari tv del weekend di SpielbergTutte le info e i risultati del GP Stiria 2020 | Classifica piloti e costruttoriCalendario MotoGP 2020

Sessione terminata. Rivivi le FP1 del GP di Stiria 2020 classe MotoGP con la nostra cronaca minuto per minuto.

10.45 - Restano fuori dalla top ten dunque sia Valentino Rossi che Danilo Petrucci, che ci riproveranno oggi pomeriggio alle 14.10. Noi chiudiamo qui questo primo LIVE del weekend, augurandovi buon proseguimento e dandovi appuntamento alle 14.05 per le FP2, da seguire ancora una volta insieme! Ciao! 

10.44 - La top ten viene chiusa da Franco Morbidelli (Yamaha), Brad Binder (KTM), Iker Lecuona, bravo, anch'esso con la KTM, Maverick Vinales e Fabio Quartararo, entrambi su Yamaha. 

10.43 - È tempo di fare un po' d'ordine. Il miglior tempo della mattinata se lo tiene Jack Miller, con la Ducati, in 1:23.859, a soli 4 millesimi si ferma Andrea Dovizioso, poi a 39 la KTM di Miguel Oliveira. Nakagami scende in quarta posizione a 91 millesimi, Mir in quinta a 102. Cinque piloti in un decimo!

10.42 - Va sotto al 24 netto anche Mir! 23''8 per Dovizioso, secondo! Morbidelli sesto tempo! Quartararo decimo! In sostanza solo i due Yamaha del Factory Team non hanno fatto il time attack.

10.40 - Bandiera a scacchi! C'è ancora qualcuno che sta puntando alla top ten...

10.39 - Non prova il time attack Valentino Rossi, così come tutti gli altri piloti del team Yamaha. Scivola intanto Tito Rabat nella ghiaia. Escursione sulla ghiaia anche per Dovizioso ma senza cadere.

10.38 - E ora arriva Jack Miller in 1:23.859! 

10.37 - Miguel Oliveira! 1:23.898! Nakagami 1:23.950! È tempo di time attack!

10.36 - Occhio a Dovizioso, bei caschi rossi, sia per lui che per Mir. Perde tutto nel T4 Dovizioso, mentre nel frattempo Joan Mir fa 1:24.035 e si mette in testa! Binder quarto in 24''2.

10.35 - Bradley Smith con l'Aprilia si inserisce nella top 10 spingendo fuori Rins per 5 millesimi: 1:24.623 per il tester dell'Aprilia, il primo a fare un time attack.

10.34 - Se diamo un'occhiata ai tempi combinati della scorsa settimana, due piloti sono già sotto l'1'24.193 di Pol Espargaro del GP d'Austria, e il tempo utile al passaggio diretto fu il decimo, di Franco Morbidelli, in 1'24.611. Attualmente il decimo è sempre Alex Rins, e il suo tempo è 1:24.628... tempi già perfettamente sovrapponibili.

10.32 - Otto minuti al termine delle FP1, vediamo se in questi ultimi minuti qualcuno proverà il time attack con gomma soft al fine di potersi piazzare nella top ten virtuale in vista delle FP3.

10.30 - Nel frattempo Danilo Petrucci ha migliorato il suo tempo e si è inserito in nona posizione a 495 millesimi da Nakagami.

10.29 - I distacchi sono sempre strettissimi su questa pista, ma i 525 millesimi tra Nakagami, primo, e Rins, decimo, non sono neanche così pochi, se pensiamo - per esempio - a Brno, dove abbiamo visto classifiche con 12 piloti raccolti in 3 decimi.

10.27 - Pol Espargaro fa un buon giro che gli viene però cancellato per aver superato i track limits. Lo spagnolo della KTM, anch'esso redarguito dai commissari per aver causato la caduta di Miguel Oliveira nello scorso GP, è atteso a un riscatto questa domenica.

10.26 - Andrea Dovizioso: 1:24.138! Si ferma a soli 35 millesimi da Taka Nakagami.

10.25 - Torna in pitlane dopo un bello stint veloce Maverick Vinales, poleman sabato scorso ma in grossa difficoltà nella gara di domenica.

10.23 - Migliora Franco Morbidelli che entra nella top 10 con la sua Yamaha, spingendo Rossi in 13° piazza e Petrucci in 14°. A proposito di Petrucci, è il ducatista più in difficoltà al momento, con Dovizioso 2°, Miller 5° e Pirro 7°.

10.21 - Nel frattempo qualche erroruccio di Fabio Quartararo che va lungo in una via di fuga e, inquadrato dalle telecamere, si arrabbia vistosamente, ma solo con sé stesso.

10.20 - Mancano venti minuti al termine di una sessione che può essere importante in ottica qualifica. Domani infatti, proprio come la scorsa settimana, è attesa pioggia, per cui i tempi combinati di FP1-FP2-FP3 potrebbero non essere migliorati, e occorrerà essere già oggi tra i dieci per guadagnarsi la Q2 diretta.

10.19 - Vinales si inserisce in terza posizione a 221 millesimi da Nakaagami. Dovizioso, al decimo giro sulla sua gomma, non migliora e si ferma a 4 decimi dal giapponese. Entrambi avevano fatto segnare i migliori intertempi nei primi settori.

10.18 - Ma torniamo alla MotoGP perché tornano i caschi rossi...

10.17 - Abbiamo il tempo di dare un'occhiata a quanto accaduto stamattina in Moto3, con Celestino Vietti che ha chiuso davanti a tutti con il tempo di 1'35''997, precedendo di 3 decimi il leader iridato Arenas e di circa mezzo secondo Alcoba e Arbolino.

10.15 - Sono già iniziati i lavori di rifinitura in pista, i piloti impegnati al momento sulla lingua d'asfalto stiriana sonon quasi tutti già concentrati sul passo gara.

10.12 - C'è intanto una breaking news, la Yamaha ha ritirato la richiesta alla Federazione di sostituire le valvole del motore, respinta nei giorni scorsi da altri team. Pare che a Iwata abbiamo trovato il modo di risolvere il problema, stando alle parole dei boss in pista, Meregalli e Jarvis.

10.10 - Diamo un'occhiata alle Yamaha, che su questa pista faticano un po'. Al momento settimo Fabio Quartararo, che si è messo poc'anzi davanti a Vinales. Valentino Rossi è 12° e Franco Morbidelli 15°.

10.09 - E proprio Joan Mir è ora terzo, si inserisce alle spalle di Dovizioso, mentre Pol Espargaro è quinto, subito davanti a Pirro.

10.08 - Un occhio di riguardo dovremo tenere per tutto il weekend per KTM e Suzuki, due grandi protagoniste dello scorso GP. Il suzukista Mir è finito sul podio, secondo, mentre il suo compagno è caduto nel tentativo di superare Dovizioso. Per quanto riguarda la moto austriaca, di casa qui, Pol Espargaro è stato grande protagonista della prima parte di gara, e sempre nei pressi della vetta in ogni sessione di libere.

10.06 - La pista di Spielberg sembra addirittura più veloce dello scorso weekend. Siamo già a 1''1 del record della pista e a 0''7 dal tempo della pole di Vinales. I imi dieci sono raccolti in meno di 6 decimi.

10.05 - Dieci minuti in archivio. Taka Nakagami guida con 191 millesimi su Dovizioso, 268 su Miller, 405 su Pirro. Una Honda e tre Ducati. Dietro di loro la Yamaha del poleman del GP d'Austria scorso, Maverick Vinales, poi Rins, Lecuona, Pol Espargaro, Petrucci e Oliveira.

10.04 - Alle spalle del giapponese della Honda c'è subito Andrea Dovizioso, ma sono ancora molti i caschi rossi... di nuovo Nakagami: 1:24.103!

10.03 - Jack Miller mettere per qualche secondo il naso davanti a Taka Nakagami in 24'5, poi arriva il miglioramento del giappoense: 1:24.236!

10.01 - Subito molto veloci i protagonisti dello scorso weekend: Dopo cinque minuti in testa c'è Takaaki Nakagami, già in 1:24.715. Siamo su tempi subito interessanti, la pole fu 23''4 di Vinales, il record della pista è 23''0 di Marquez.

9.59 - I piloti sfilano nella ormai famigeata curva-3, si possono notare all'interno delle barriere più robuste, volte a evitare almeno parte di quanto accaduto nell'incidente di domenica scorsa. In effetti, con delle barriere diverse quantomeno la moto di Zarco avrebbe potuto evitare di carambolare in pista. Per quella di Morbidelli però, non ci sarebbe stato nulla da fare in ogni caso, perciò per il prossimo anno si dovrà probabilmente studiare una soluzione più radicale.

9.57 - Si è già formato un bel trenino di piloti, a breve i primi giri veloci, su una pista velocissima e che si percorre in meno di un minuto e mezzo.

9.55 - Semaforo verde! La pitlane è aperta per 45 minuti, tutti in pista ora per ritovare subito il feeling con il tracciato stiriano. Eh già, perché non l'abbiamo ancora ricordato, ma questo GP di Spielberg-bis si chiamerà Gran Premio della Stiria, esattamente la denominazione scelta anche dalla Formula 1.

9.52 - In pista non ci sarà Johann Zarco, che prima di conoscere se poter partecipare al GP dovrà attendere l'okay dei medici, vista l'opearzione eseguita meno di 48 ore fa. Ieri il francese, responsabile dell'ormai ben noto incidente di domenica scorsa al Ring, è stato punito dai commissari che hanno deciso di farlo partire dalla pit-lane nel Gran Premio di domenica.

9.50 - Bungiorno a tutti cari amici di Motorbox. Tra cinque minuti gli assi della MotoGP torneranno in pista al Red Bull Ring di Spielberg, teatro di una gara spettacolare e densa di adrenalina domenica scorsa. Splende il sole sopra l'autodromom alpino, dove tutti hanno già corso, dunque ci aspettiamo una maggiore velocità nel raggiungere il giusto setup, e qualche tempo veloce già stamattina!


TAGS: yamaha ducati rossi motogp dovizioso spielberg red bull ring marquez vinales Rins Morbidelli Quartararo MotoGP 2020 diretta MotoGP Live MotoGP StyrianMotoGP 2020 FP1 MotoGP Stiria