Pubblicato il 15/11/2020 ore 13:40

FESTA PER DUE!  Una giornata che resterà nella storia del motociclismo quella vissuta oggi a Cheste, piccolo borgo nei pressi di Valencia nel cui circondario sorge l'autodromo Ricardo Tormo. Su una delle piste più brevi e tortuose del mondiale, hanno scritto la storia Joan Mir e Franco Morbidelli, il primo gestendo e accontentandosi del risultato utile minimo per aggiudicarsi il suo primo titolo mondiale nella classe MotoGP, e il secondo non mollando neanche un millimetro e duellando fino all'ultima curva con Jack Miller per la vittoria, arrivata dopo un ultimo giro da spavento! Il ragazzo del team Suzuki Ecstar ha riportato il titolo mondiale nell'anno del centenario per la casa giapponese, con il team di un emozionatissimo Davide Brivio, emergendo dal mucchio selvaggio di un mondiale senza padroni, e diventandone lui stesso - con costanza e regolarità - il padrone. Non c'era Marc Marquez, è vero, ma il prossimo anno troverà pan per focaccia da questo ragazzo, e probabilmente anche da un Franco Morbidelli così bravo, in grado di ribaltare i pronostici interni ai box e prendendosi ora la seconda piazza iridata, da difendere con i denti a Portimao. Il tutto nel giorno dell'ennesima figuraccia di Fabio Quartararo, che è partito male finendo ultimo e che si è steso dopo pochi giri. Giornata complicata per gli altri ''big'' con Rins buon quarto, Dovizioso ottavo, Vinales 10° e Rossi 12°, ma oggi contano solo il primo e il settimo, i due protagonisti assoluti di questa domenica spaziale.

Gli orari tv del weekend di Valencia | Tutte le info e i risultati del GP della Comunità Valenciana 2020 | Classifica piloti e costruttoriCalendario MotoGP 2020

Sessione terminata. Rivivi le emozioni del Gran Premio della Comunitat Valenciana 2020 classe MotoGP con la nostra cronaca minuto per minuto.

15.04 - Mentre sul podio di Valencia suona l'inno italiano, per la terza volta quest'anno grazie al talento di Franco Morbidelli, per questa sessione live è tutto! L'appuntamento è per il prossimo weekend con l'epilogo iridato a Portimao, dove Joan Mir potrà godersi la sua prima gara da campione del mondo, e Franco Morbidelli proverà a difendere la seconda piazza iridata appena conquistata. Per il nono anno di fila è un pilota spagnolo a festeggiare, e con questo dato, vi salutiamo! Grazie per averci seguito e buon pomeriggio!

15.02 - Una giornata storica. Dopo il successo di Lewis Hamilton è arrivato quello di Joan Mir, in poche ore assegnati i due titoli più importanti del motorismo, quello Formula 1 a una leggenda, quello MotoGP a una promessa!

15.00 - Infine le parole del campione del mondo Joan Mir, signori: tutti in piedi! ''Non ho parole per descrivere quello che sto sentendo in questo momento, è un sogno che si realizza non riesco a piangere, a ridere, è un mix di emozioni diversissime, sono davvero felicissime. Quando segui per tutta la vita un sogno e poi lo realizzi... non mi capacito ancora di cosa sia successo, mi sono seduto per cercare di capire ma non è possibile, non lo posso esprimere a parole''.

14.58 - E ora il protagonista di giornata Franco Morbidelli. Terza vittoria quest'anno: ''Incredibile, un ritmo incredibile, ho optato per la dura all'anteriore, non sapevamo se la media avrebbe tenuto, ho dovuto aggiustare un po' il mio stile di guida, poi c'è stato anche molto vento e perdevo un po' l'anteriore. Alla fine ho gestito tutto, sapevo che Jack sarebbe arrivato, e all'ultimo giro è arrivato effettivamente. Mi sono detto, non posso lasciarmi passare, farò di tutto per vincere, e alla fine è venuto fuori un bellissimo duello, pulito e sportivo, ci siamo superati tante volte e alla fine ho vinto ma anche Jack è stato incredibile. Sono rimasto impressionato da questa gara, ce l'abbiamo fatta. Purtroppo abbiamo perso il campionato ma penso che abbiamo fatto un lavoro niente male''.

14.56 - Ora Jack Miller, che poteva diventare il 10° vincitore in stagione, e ha sfiorato veramente questo traguardo, si è trovato però davanti un Morbidelli colossale: ''Un'altro bellissim oduello dell'ultimo giro con Franco, ci siamo divertiti un sacco su una pista tecnica come questa, è bello fare questi duelli. Certo sono arrivato a tanto così dalla vittoria, ma possiamo essere soddisfatti, complimenti a Joan e al team Suzuki perché se la meritano''. Terzo podio dell'anno per lui.

14.54 - In breve le parole di Pol Espargaro, al quinto podio stagionale: ''Sono davvero felice , non pensavamo di salire sul podio, Nakagami era più veloce e ci sarebbe arrivato davanti, m alla fine non ho fatto errori e sono contento di questo risultato!''

14.53 - Un titolo che arriva nel centenario della Suzuki, e si aggiunge ai trionfi di Sheene, Lucchinelli, Uncini, Schwantz e Roberts Jr!

14.51 - E arrivano i complimenti di un altro maiorchino doc, Jorge Lorenzo! Quest'isola spagnola che è una fucina di campioni, in tutti gli sport - basti pensare a Rafa Nadal e Rudy Fernandez - ma soprattutto nel motociclismo. Palma de Mallorca è in festa, come tutta la Spagna.

14.49 - Mettiamo un po' d'ordine con la classifica di questo GP gentilmente offerta dal team LCR!

14.47 - Tutti si sono fermati in pista a complimentarsi con Mir che si attarda in pista. Che gioia per questo ragazzo veramente a posto, un tipo solare e gentile, ma anche fenomenale in sella! Morbidelli intanto sta festeggiando anche lui una vittoria bellissima, la più bella della sua carriera, la terza quest'anno e che gli vale la seconda piazza iridata, a questo punto da difendere a Portimao.

14.45 - Joan Mir è campione per il team Suzuki Ecstar, due decadi dopo Kenny Roberts Jr. Il team diretto da Davide Brivio, contentissimo e orgoglioso dei suoi ai box! Rientra anche Alex Rins, applaudito da tutti i meccanici, oggi quarto e terzo nella classifica iridata.

14.43 - Che gara ragazzi, che gara! Morbidelli se l'è meritata ma Miller è stato un leone! E in pista stanno piangendo in due, Frankie Morbido e Joan Mir, che a 23 anni è splendido campione del mondo della classe MotoGP!

14.42 - Strepitosa vittoria di Franco Morbidelli al termine di un duello da pugili con Miller! E Joan Mir è CAMPIONE DEL MONDO!!!!

14.41 - L'ultimo giro inizia ora... Miller ci prova alla fine del rettilineo lo passa, ma Morbidelli lo lascia sfilare e lo riattaca! Passa nuovamente Miller e incrocia di nuovo Morbido!!!!

14.40 - Dopo il rettilineo diventano 2 i decimi, il Ducatone guadagna in rettilineo ma Morbidelli non molla!

14.39 - Le uniche lotte in pista al momento nella top ten sono tra Rins e Binder per la quarta piazza e tra Morbidelli e Miller per la vittoria! Sempre mezzo secondo tra i due e sta cominciando il penultimo giro!

14.38 - Tre giri alla fine! Miller vede Morbidelli lì ma ancora non l'ha preso, manca un passettino e il Morbido se lo tiene stretto!

14.37 - Mezzo secondo tra i primi due che continuano a girare a strettissima distanza! Morbidelli stavolta mezzo decimo più veloce di Miller. Mir vede sempre vicino il mondiale.

14.36 - Morbidelli e Miller si giocano la vittoria, poi Pol Espargaro deve guardarsi dal ritorno di Rins e anche di Binder, con Oliveira sesto, Mir settimo e Dovizioso ottavo. Aleix Espargaro e Vinales chiudono la top ten con Bagnaia 11° e Rossi 12° che ha ripassato Crutchlow. 4 giri al termine!

14.35 - Di nuovo giro veloce per Miller che ora è a 4 decimi da Morbidelli!!! 5 giri al termine ora!

14.34 - Morbidelli 1°, Rins 4°, Mir 7°: stando così le cose Mir avrebbe 171 punti, Morbidelli 29 in meno e Rins sarebbe a -33. 

14.33 - Franco Morbidelli ha 7 decimi su Miller che non molla un millimetro! Sei giri al termine! Pol Espargaro è lontano a 3''5

14.32 - Questa caduta del giapponese avvantaggia Rins, che ora è quarto, ma anche Mir, che è settimo e ancora più vicino al suo titolo iridato quando mancano 7 giri al termine!

14.31 - Peccato, ci ha provato generosissimamente Nakagami, ma è andato troppo profondo in staccata, scivolando da solo davanti a Pol che ora è più tranquillo in terza piazza.

14.30 - Continua a tirare fortissimo Miller e continua a resistere Morbidelli! 9 decimi tra i due, intanto Nakaagmi ha raggiunt o Pol Espargaro e si infila alla curva 14 ma va lungo e non si tocca con lo spagnolo cadendo!!!

14.29 - Questa situazione va molto bene a Joan Mir, che può anche permettersi di perdere la posizione su Dovizioso eventualmente e resterebbe leader. Le cose cambierebbero solo se Rins vincesse, ma il suo compagno è a 4''2 da Morbidelli.

14.28 - 1:31.378 per Miller che va il giro veloce della gara ed è a 8 decimi di Morbidelli che continua comunque a girare forte. Nakagami è a soli 6 decimi da Pol Espargaro! 

14.27 - Andrea Dovizioso riesce a superare finalmente Aleix Espargaro, era diversi giri che gli stava incollato! 

14.26 - Non va male Morbidelli, comunque 31''6, contro il 31''5 di Miller e il 31''4 di Nakagami.

14.25 - Morbidelli riporta sopra il secondo il margine su un Miller che comunque non molla! Pol Espargaro si è un po' staccato e ora deve guardarsi dal rientro di Nakagami che gli sta a 1'' e che è a 2''8 dalla vetta. Nettamente il più veloce in pista il pilota della Honda.

14.24 - Sta andando a fionda Nakagami, che negli ultimi due giri è stato il più veloce in pista e in realtà ha preso un bel gap su Rins! La grafica ci aveva ingannato.

14.23 - 13 giri al termine! Ora perde un qualcosina Morbidelli che ha 9 decimi su Miller ed Espargaro. Occhio perché anche Nakagami sta tornando sotto ai primi e si porta dietro Rins, Oliveira e Binder.

14.22 - Complicata la gara di Rossi, passato anche da Crutchlow ora

14.21 - Un passo gara perfetto per Morbidelli, tutto compreso tra il 31''4 e il 31''8, un metronomo per 13 giri!

14.20 - 15 giri alla fine, non siamo ancora a metà gara! Morbidelli ha 1''2 su Miller e 1''7 su Pol Espargaro. Nakagami è a 3''7, poi Rins che ha appena passato Oliveira!

14.19 - Sopra il secondo il divario tra Morbidelli e Miller in questo momento. Stando così le cose a Mir è più che sufficiente l'ottavo posto per conquistare l'iride.

14.18 - Ci prova anche Dovizioso su Aleix ma lo spagnolo chiude la porta.

14.17 - Morbidelli, 9 decimi su Miller e 1''5 su Pol Espargaro. A 3''5 Nakagami, poi Rins, Oliveira e Binder. Mir passa Aleix Espargaro e si mette in ottava piazza!

14.16 - Facciamo un po' d'ordine: Morbidelli e Miller ora di nuovo divisi da 8 decimi, poi Pol Espargaro che è vicino al ducatista, mentre c'è 1''8 alle loro spalle per trovare Nakagami che ha appena passato Oliveira. I due sono anche con Rins e Binder, poi poco dietro Aleix Epsargaro, Mir e Dovizioso, che è arrivato sul leader iridato.

14.15 - Era sedicesimo Quartararo, stava seguendo da vicino Marquez quando è scivolato. Davanti non molla Miller che è a mezzo secondo da Morbidelli. Dietro Bagnaia passa Rossi e torna 12°.

14.14 - Cade Fabio Quartararo che saluta le sue ultime chance iridate!!! Ma era comunque nelle retrovie!

14.13 - Sembra il momento di quiete prima della tempesta, tutti nelle stesse posizioni, ora Miller rosicchia 2 decimi a Morbidelli e si riporta a 6 decimi. 19 giri al termine.

14.11 - Giro veloce per Franco Morbidelli che ora dà un piccolo strattone! 8 decimi di margine su Jack Miller

14.10 - Jack Miller non molla e resta attaccato a Morbidelli! Dietro di loro le due KTM di Pol Espargaro e Miguel Oliveira. Poi Nakagami, Rins, Binder, Aleix Espargaro, Mir, Dovizioso, Vinales, Rossi, Bagnaia, Crutchlow e Alex Marquez, questi i primi 15.

14.09 - Arriva il primo ritiro, è Johann Zarco, che arriva troppo forte alla curva 1 e si sdraia! Nakagami e Rins ringraziano. Oliveira intanto era passato quarto! Mir è nono.

14.08 - Cristallizzate al momento le prime dieci posizioni, si è mosso qualcosa dietro con Bagnaia che è scivolato in 14° dietro a Vinales e Rossi.

14.07 - Giro veloce per Morbidelli, ma Miller è sempre lì, perde un decimo a questo passaggio. 

14.06 - Miller ha una doppia Medium e resta lì con Morbidelli, ma questa potrebbe calare con il prosieguo della gara. Morbido invece ha una Hard davanti e una Medium dietro.

14.05 - Finisce il terzo giro, ne mancano 24. Con Morbido vincitore e Mir 10° lo spagnolo sarebbe iridato. 7° il suo compagno Rins che ha bisogno di risalire.

14.04 - 27 giri in totale, ne sono già passati due e Morbidelli è la situazione è la stessa del giro precedente. Big nel gruppone: 12° Dovi, 13° Vinales, 14° Rossi con Quartararo ancora a fondo gruppo, 17°. Un lungo serpentone stiracchiato, ma ancora non fugge nessuno.

14.03 - Ritrattiamo quanto detto prima invece, le temperature più basse hanno spinto molti a scegliere la Hard all'anteriore. Primo giro finito con Morbidelli, Miller, Pol Espargaro, Nakagami, Oliveira, Zarco, Rins, Binder, Aleix e Espargaro e Joan Mir nei dieci.

14.02 - Morbidelli sta guidando il primo giro davanti a Miller e Pol Espargaro, bravo in partenza. Mir è già 10°, davanti a Bagnaia che perde tre posizioni. Già 12° Dovizioso.

14.01 - Finito il giro di formazione, i piloti si stanno schierando sulla griglia del Ricardo Tormo di Valencia... tutto è pronto per la partenza, semafori accesi... si spengono! VIAAAAAA! Scatta bene Miller dalla seconda casella ma va largo e Franco Morbidelli si riprende la prima piazza! Erroraccio di Quartararo che sprofonda a fondo gruppo!

13.58 - Ci siamo, il giro di formazione è partito! Tra 45 minuti e spiccioli sapremo - forse - se il mondiale della classe MotoGP avrà il suo padrone.

13.56 - Quattro minuti al via, tema gomme. La gara della scorsa settimana avrà insegnato molto ai vari team e troviamo soluzioni differenti quest'oggi, ma ancora non tutte note. Di certo c'è che se lo scorso GP - dopo quattro sessioni di libere e qualifiche bagnate - molti scelsero la Hard all'anteriore (tranne i due Suzuki, che optarono per due Medium), oggi invece si andrà con scelte mediamente più morbide.

13.53 - Diamo un'occhiata alla griglia di partenza: al fianco di Franco Morbidelli (Yamaha) in prima fila scatteranno i bravi Jack Miller (Ducati) e Taka Nakagami (Honda). In seconda fila Johann Zarco (Ducati), Pol Espargaro (KTM) e Maverick Vinales (Yamaha), in terza Aleix Espargaro (Aprilia), ''Pecco'' Bagnaia (Ducati) e Brad Binder (KTM). E gli altri big? Oltre ai già citati Fabio Quartararo (Yamaha) 11°, Joan Mir (Suzuki) 12° e Alex Rins (Suzurki) 14°, sono in sesta fila Valentino Rossi (Yamaha) 16° e Andrea Dovizioso (Ducati) 17°, alle prese con un weekend complicato.

1a Fila 1. Morbidelli    
  Yamaha 2. Miller  
    Ducati 3. Nakagami
2a Fila 4. Zarco   Honda
  Ducati 5. P. Espargaro  
    KTM 6. Vinales
3a Fila 7. A. Espargaro   Yamaha
  Aprilia 8. Bagnaia  
    Ducati 9. Binder
4a Fila 10. Oliveira   KTM
  KTM 11. Quartararo  
    Yamaha 12. Mir
5a Fila 13. Crutchlow   Suzuki
  Honda 14. Rins  
    Suzuki 15. Petrucci
6a Fila 16. Rossi   Ducati
  Yamaha 17. Dovizioso  
    Ducati 18. Bradl
7a Fila 19. Rabat   Honda
  Ducati 20. A. Marquez  
    Honda 21. Savadori
      Aprilia

13.51 - Torniamo ora alla MotoGP! Si diceva di Joan Mir che può giocarsi il mondiale! Lo spagnolo ha bisogno di 14 punti da qui alla fine, o più semplicemente di non perderne 37 da chi insegue. Scatterà però dalla 12° piazza, sebbene i suoi rivali più prossimi però non abbiamo fatto molto meglio: Quartararo 11° e Rins 14°, entrambi devono recuperare i suddetti 37 punti e se non vincono, a Joan basterà un piazzamento qualsiasi nella top ten. Un altro dettaglio: se Mir finirà sul podio, sarà iridato in ogni caso. L'unico rivale che è andato veramente bene è il poleman Franco Morbidelli, ma ne ha 45 punti di recuperare, un'impresa praticamente impossibile.

13.48 - Prima di occuparci di MotoGP, diamo però un'occhiata a quanto accaduto stamattina nelle altre due classi. In Moto3 c'è stato lo splendido trionfo di Tony Arbolino, che dalla 13° piazza è risalito presto in seconda per poi incaricarsi di riprendere il fuggitivo Fernandez e andare a vincere! Ora l'italiano è a -11 da Arenas in classifica e può giocarsi qualche carta iridata a Portimao. In Moto3 gara splendida di Di Giannantonio e Bezzecchi fino a un giro dalla fine, poi il primo è caduto, il secondo, generosissimo, aveva finito le gomme ed è stato passato da Jorge Martin, vincitore, ed Hector Garzo. 5° Marini, 6° Bastianini, ancora leader del mondiale e a +14 su Sam Lowes, oggi 14°, a +18 su Marini e a +23 su Bezzecchi. Si deciderà tutto a Portimao.

13.45 - Buongiorno a tutti cari amici di Motorbox, tra 15 minuti inizierà il Gran Premio della Comunità Valenciana della classe MotoGP, penultimo appuntamento di questa incertissima stagione orfana dell'infortunato Marc Marquez, nonché la gara che potrebbe assegnare il titolo iridato al sorprendente Joan Mir!


TAGS: MotoGP 2020 Live MotoGP ValenciaMotoGP 2020