Pubblicato il 16/11/20

PAGELLE VALENCIANE Una gara stratosferica per Franco Morbidelli, che ha saputo tenere a bada l'indomito Jack Miller con un ultimo giro da maestro. Ma il Gran Premio della Comunità Valenciana è stato soprattutto il GP che ha regalato a Joan Mir il suo primo titolo iridato, con una gara accorta e lontana dai guai il pilota della Suzuki ha portato ai box la moto ed era tutto lì quello che doveva fare. Buone prestazioni per i tre piloti della KTM Pol Espargaro, Oliveira e Binder, da rivedere Rossi, Dovizioso e Vinales. Bocciato clamorosamente Fabio Quartararo, così come prendono un brutto voto gli altri due caduti di giornata, Nakagami e Zarco. Il dettaglio nelle pagelle di questa già storica gara.

MotoGP Comunità Valenciana 2020, Cheste - Joan Mir (Suzuki)

JOAN MIR - VOTO 7 Il voto al GP è comunque buono: parte 12° e bada più che altro a portare la sua moto al traguardo senza prendersi rischi, che è quello che serve per vincere un titolo stra-meritatissimo! Nel marasma generale ha vinto la sua testa, la sua costanza e la sua velocità. E ricordiamoci che a inizio anno ha avuto due zeri, quindi la sua vittoria con una gara d'anticipo è segno di un livello medio ben più alto della concorrenza. In una stagione con Marquez in pista avrebbe probabilmente chiuso da secondo e ci saremmo comunque sperticati in lodi per quello che avrebbe potuto fare in futuro, ma la storia l'ha già scritta, e il prossimo anno potrà correre sereno e confrontarsi con una sfida ancor più dura: restare in vetta, dopo esserci arrivato con una pazienza e una forza mentale da alpinista navigato.

MotoGP Comunità Valenciana 2020, Cheste - Franco Morbidelli (Yamaha)

FRANCO MORBIDELLI - VOTO 10 Una gara superlativa del talento italiano che sempre di più sta ''dando paga'', nel box Petronas, al principino designato Fabio Quartararo. Morbidelli è scattato dalla pole lasciando scorrere Jack Miller e passandolo alla prima curva, da quel momento in poi ha tenuto un ritmo mostruoso, sostenuto solo dallo stesso Miller con il quale ha dato vita a una battaglia epica all'ultimo giro, quando è stato perfetto, non sbagliando una traiettoria neanche di mezzo millimetro. Jack non ha potuto far altro che tagliare il traguardo nella scia di un fantastico pilota, giunto già al suo terzo successo nella massima categoria!

JACK MILLER - VOTO 9,5 Gli è mancato veramente poco per poter avere la meglio oggi di Morbidelli, e diventare il 10° vincitore di una stagione così folle, e invece ha perso ai punti l'incontro con l'italiano all'ultimo giro, uscendo comunque dal ring di Valencia a testa altissima. Peraltro è stato un duello estremamente leale, senza colpi bassi e con un'incrocio di traiettorie che neanche le frecce tricolori. Jack potrà rifarsi e se continua così il prossimo anno, quando sarà sul Ducatone ufficiale, nulla per lui è precluso!

MotoGP Comunità Valenciana 2020, Cheste - Pol Espargaro (KTM)

POL ESPARGARO - VOTO 8 Da pilota sciupone e sempre a terra, sta diventando una garanzia. È al quinto podio dell'anno (più di lui solo il neo campione del mondo Joan Mir con 7), tutti terzi posti. L'obiettivo ora è migliorare quel gradino del podio, e se continua così potrà farlo già domenica prossima, oppure nel 2021 visto che ha già una sella pronta nel team Honda Repsol. Ormai in classifica vede sia Quartararo che Dovizioso, e la top 5 non è nemmeno un miraggio lontano.

ALEX RINS - VOTO 7,5 Nella seconda gara di Valencia non si è visto lo stesso Rins del primo weekend, ma il quarto posto non è da buttare. Peccato per l'avvio di mondiale sfortunato e per la caduta a Le Mans o l'avremmo visto in lotta con il compagno fino alla fine per l'iride. Il prossimo anno sarà quello chiave, da caposquadra a compagno del neo campione del mondo, una sfida così o ti motiva al massimo, o ti sotterra. Sulla gara poco da dire, ottima progressione dalla 14° piazza del via alla 4° finale: molto positiva.

MotoGP Comunità Valenciana 2020, Cheste - Alex Rins (Suzuki)

ANDREA DOVIZIOSO - VOTO 6 Un altro ottavo posto, su una pista che in passato l'aveva visto vincitore e con la moto con cui Miller e Zarco stavano facendo meglio di lui. C'è da dire che partiva 17° e dunque la rimonta in progressione non è stata neanche male. Certo che non è il Dovi che ci aveva fatto saltare sul divano nei suoi duelli all'ultimo giro con Marquez, ora qualche bel sorpasso, sì, ma sarà  triste salutarlo a Portimao senza vederlo lottare al vertice.

VALENTINO ROSSI - VOTO 5,5 Già è tanto essere arrivati al traguardo e aver mosso la classifica dopo sei ''zeri''. Tre per colpa sua e tre per la sfortunata trafila del Covid-19 e dei guai tecnici della sua Yamaha. Da questo 12° posto in crescendo nel finale può ripartire per fare meglio già a Portimao, e poi cominciare la nuova avventura in Petronas con tutta un'altra verve, e carico al massimo perché contro un Franco Morbidelli come quello degli ultimi tempi, non sarà per nulla facile spuntarla!

MotoGP Comunità Valenciana 2020, Cheste - Valentino Rossi (Yamaha)

TAKAAKI NAKAGAMI - VOTO 4 Stava facendo la solita gara concreta, e sarebbe con molta probabilità arrivato quel podio che invece sta sempre di più assumendo i contorni della chimera. Si è steso proprio nel tentativo di arpionarlo, quando gli sarebbe bastato attendere un giro e passare più agevolmente Pol Espargaro. Si tratta per lui del secondo ritiro nelle ultime tre gare, in entrambi i casi in situazioni che potevano vederlo sul podio. A questo punto deve cercare di tranquillizzarsi e di tornare a essere il regolarissimo pilota che nelle prime dieci uscite stagionali non aveva sbagliato un colpo.

FABIO QUARTARARO - VOTO 2 Male, male, male. Il suo talento non è mai in discussione, ma deve ricercare un po' di serenità. La pista che lo scorso anno l'aveva quasi consacrato, quest'anno non gli è amica, e dopo il bruttissimo 14° posto della scorsa settimana arriva un weekend ancora più nero, con il lungo alla prima curva dopo la partenza, e poi la successiva caduta mentre cercava di rimontare. Due errori macroscopici che sono lo specchio delle sue insicurezze. Se lavora sulla testa, e sulla moto, può fare grandi cose, ma non così. In classifica è scivolato in quinta piazza al pari di Dovizioso, e se non si riprende rischia di scivolare ancora più giù a Portimao.

MotoGP Comunità Valenciana 2020, Cheste - Fabio Quartararo (Yamaha)

GLI ALTRI IN BREVE

BRAD BINDER - VOTO 7 Era dall'Austria che non lo vedevamo così competitivo, ma la pista di Valencia evidentemente piace a Brad e dopo il settimo posto della scorsa settimana, ne è uscito un ottimo quinto. Bravo!

MIGUEL OLIVEIRA - VOTO 7 Un'altra gara consistente per il giovane portoghese che nelle ultime sette uscite ha concluso ben cinque volte tra i primi sei. È nella top ten iridata e ci potrà restare probabilmente anche dopo la gara nella sua Portimao.

FRANCESCO BAGNAIA - VOTO 5 Dopo tre ritiri quantomeno è arrivato al traguardo, anche se il Bagnaia che ci aveva fatto innamorare a Misano si è perso per strada. Che questo sia il primo mattoncino per risalire in vista della prossima, cruciale, stagione da titolare in Ducati.

ALEIX ESPARGARO - VOTO 6,5 Buona gara per il pilota dell'Aprilia, che scattava settimo ed è giunto nono. Un peggioramento, è vero, ma l'Aprilia va sempre meglio in prova e lui comunque ha conquistato il miglior risultato di un anno difficile per la squadra italiana.

MAVERICK VINALES - VOTO 5,5 Altra gara complicata per lo spagnolo, che quest'anno si è trovato a suo agio in sella in appena tre GP, quelli conclusi sul podio. Il decimo posto è molto deludente, e con un giro in più sarebbe probabilmente stato passato anche da Bagnaia e Rossi.

DANILO PETRUCCI - VOTO 4 Parte 15°, arriva 15°, una prestazione totalmente anonima per Danilo, che torna a fare due passi indietro rispetto anche alle ultime non brillantissime uscite di Teruel e di Valencia-1. 

CAL CRUTCHLOW - VOTO 5 Anche lui si appresta a salutare la MotoGP un po' mestamente. Della sua gara si ricorderà un sorpasso su Rossi, che poi si è ripreso la posizione, ricacciandolo in 13°.

STEFAN BRADL - VOTO 5,5 Due punticini raccolti dal pilota della Honda, che comunque ha fatto meglio di Petrucci e del dolorante Marquez. 

ALEX MARQUEZ - VOTO SV Ha portato con se le conseguenze del terribile volo di ieri, ora per lui tanto riposo e tanto ghiaccio sul deretano e sul polso, il 16° posto di oggi non è valutabile.

TITO RABAT - VOTO 5 Solita gara un po' anonima, ha quantomeno portato a casa la partita contro Savadori, chiudendo in penultima posizione.

LORENZO SAVADORI - VOTO 5 La prima gara era di rodaggio, la seconda un po' sotto le attese. Ultimo e mai in partita anche con Tito Rabat, che dev'essere il pilota su cui fare la gara in questa sua breve esperienza di fine stagione.

JOHANN ZARCO - VOTO 4 Veloce è veloce, ma è troppo incostante Johann e deve trovare regolarita se vuole dire la sua per qualcosa di importante. Terza caduta dell'anno e mentre era a ridosso del podio, oggi poteva anche portarselo a casa.


TAGS: MotoGP 2020 ValenciaMotoGP 2020 Pagelle MotoGP Valencia 2020