Prova

Piaggio MP3 300 e 300 Hybrid


Avatar Redazionale , il 29/06/10

11 anni fa - Motore 300 per il tre ruote Piaggio, che abbiamo provato in una caotica Parigi anche in versione Hybrid.

Motore 300 per il tre ruote Piaggio MP3, che abbiamo provato in una caotica Parigi anche in versione Hybrid. Prestazioni migliorate e stessa grande sicurezza di sempre. Il prezzo finalmente non è più fuori mercato.

Benvenuto nello Speciale MOTO: LA TOP TEN DEL DECENNIO, composto da 50 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MOTO: LA TOP TEN DEL DECENNIO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

COM'È Nessuno è profeta in patria, recita un vecchio detto e il Piaggio MP3 300 sembra essere nato apposta per dimostrare questa verità. Lanciato nel 2006, il rivoluzionario tre ruote Piaggio ha effettivamente portato qualcosa di nuovo nell'ambiente della mobilità urbana, qualcosa che fino a oggi nessuno dei concorrenti ha saputo proporre. Così, a quasi 5 anni dall'arrivo sul mercato, il Piaggio MP3 resta unico e la sua unicità è stata ripagata da un successo commerciale non indifferente.

EMPITROIS Da allora sono oltre 72.000 gli MP3 prodotti e venduti nel mondo. Tanti, ma non in Italia, dove il tre ruote Piaggio non ha ancora sfondato, non riuscendo a cogliere il successo che un progetto così rivoluzionario meriterebbe. La nazione che ha adottato senza remore l'MP3 è la Francia. Qui, dove l'asfalto è spesso viscido per le continue piogge, il messaggio dell'MP3 è arrivato forte e chiaro. Non è un caso che proprio in Francia sia finita quasi la metà dei tre ruote Piaggio venduti. Chiedere ai parigini per conferma.

INVASIONE FRANCESE Nella Ville Lumière la percentuale di MP3 circolante fa impressione, si viaggia alla media di almeno uno a semaforo. A Parigi il tre ruote Piaggio non è solo un best seller, è anche un oggetto di moda. Se poi ci aggiungiamo la "furbata" della versione LT a carreggiata allargata, che consente di guidare con la sola patente auto cilindrate superiori al 125, si capisce anche il motivo del successo. Non è un caso quindi che siamo volati proprio a Parigi per provare le novità della gamma MP3, nello specifico il nuovo 300 e, soprattutto, il nuovo 300 ibrido che di sicuro segna una svolta nella gamma.

IBRIDO, E SENSATO Se, infatti, il 125 Hybrid che provammo a Roma lo scorso anno appariva più come una dimostrazione di forza tecnologica del Gruppo (aveva un prezzo assolutamente fuori mercato) il nuovo 300 Hybrid abbatte anche questa barriera, perché il prezzo scende a 7.900 euro, esattamente 1.810 Euro più della versione standard, che ferma il listino a 6.090 euro. Non è regalato, l'ibrido, ma almeno non è più così fuori mercato, anche se occorre fare appello a tutta la propria coscienza ecologica per comprarlo.

QUOTA 300 Per il resto la novità principale sta nell'arrivo del motore Quasar da 278 cc, un motore che non ha certo bisogno di presentazioni e che dopo aver equipaggiato praticamente su tutta la gamma Piaggio/Derbi/Aprilia adesso arriva anche sul tre ruote. Ed è un arrivo gradito, perché l'MP3 si giova non poco dell'aumento delle prestazioni (soprattutto della coppia) assicurate dal nuovo motore. Tra l'altro, a sottolineare la sportività del progetto arriva la versione Sport, con meno cromature e più nero. Il risultato è piuttosto aggressivo..

VEDI ANCHE



LT IN AUTOSTRADA CON LA B La crescita di cilindrata coinvolge sia la versione standard che quella LT a carreggiata allargata e con freno a pedale, guidabile con la sola patente B. Inoltre, sempre per la versione LT, la nuova cilindrata consente di superare i limiti omologativi del 250, garantendo pieno accesso a tangenziali e autostrade, il che, ovviamente è molto interessante anche dalle nostre parti.

PIÙ CAVALLI E RIDE BY WIRE Il motore Quasar 300 a iniezione elettronica fornisce una potenza di 22,5 CV a 6.500 giri ed eroga una coppia massima di 23,2 Nm a 6.500 giri, valori superiori rispetto a quelli espressi dal 250 che sostituisce. Numeri che si traducono in una maggior prontezza nella risposta del gas e in prestazioni più brillanti, che consentono al Piaggio MP3 300 ie anche di spostarsi con meno problemi al di fuori delle mura cittadine.

COME VA Le sensazioni che si ricevono guidando il Piaggio MP3 300 sono quelle conosciute, con il notevole equilibrio dinamico del mezzo solo leggermente sporcato da una leggera inerzia a bassa velocità. Detto questo, Il Piaggio MP3 nasconde benissimo la sua mole non indifferente con una maneggevolezza che a tratti può anche sorprendere. Lo abbiamo già detto in occasione della prima prova e lo ripetiamo, se ci si sale bendati e non si vedono le due ruote anteriori è difficile capire che si sta guidando un mezzo così anticonvenzionale.

PIÙ PRESTAZIONI Il motore 300 è il vero toccasana per l'MP3 che così equipaggiato guadagna in spunto e accelerazione. Adesso non è più necessario rivolgersi al 400 per stare nel gruppo di testa nello scatto al semaforo. Le prestazioni motoristiche sono perfettamente accoppiate a una trasmissione esente da qualsiasi critica. Frizione e variatore sono eccellenti e l'MP3 fila via liscio con uno scatto notevole, e anche quando c'è da distendersi in velocità il 300 Piaggio non si tira indietro.

VANO GIGANTE E NON SOLO Restano ovviamente immutati tutti i pregi dello scooter Piaggio, come il grandissimo vano sottosella (oltre 65 litri), i comandi morbidi e intuitivi da azionare, una qualità percepita genericamente superiore a quella dei prodotti del Gruppo (Vespa esclusa) e un comfort di alto livello con sospensioni che copiano praticamente tutto.

SAFETY SCOOTER Soprattutto, resta l'incredibile sicurezza garantita dal suo avantreno, sicurezza che lo scooter comunica in ogni situazione ma che si avverte particolarmente in curva o in frenata e sui fondi difficili, un vantaggio inarrivabile che nessuno scooter tradizionale riesce a colmare.

ABS CERCASI Peccato solo che manchi l'ABS, elemento tecnico da cui l'MP3 trarrebbe grandissimo vantaggio proprio per il fatto di avere le ruote affiancate (una blocca, l'altra continua a frenare come nelle auto). Ma è anche evidente che un ABS aumenterebbe ulteriormente il peso (10 kg almeno) oltre al prezzo, che già non è basso. Detto questo, il tre ruote Piaggio già così raggiunge livelli di stabilità e sicurezza in frenata irraggiungibili per qualsiasi mezzo a due ruote.

IBRIDO CHE PIACERE La prova dell'ibrido non è che una conferma del buon lavoro che avevamo rilevato già ai tempi del 125. Solo che il 300 ha più senso perché ha ben altre prestazioni, il sistema di gestione sembra essere stato ulteriormente perfezionato (anche la ventola di raffreddamento della centralina sembra essere meno rumorosa), le modalità di funzionamento sono le stesse (Hybrid Power, Hybrid Charge, Electric, Electric Reverse per la retromarcia) per cui per la spiegazione approfondita sul funzionamento del sistema vi rimando all'articolo della prova del 125.

QUASI UN 400 Quello che interessa sapere in questo caso è che le prestazioni in accelerazione e ripresa del 300 Hybrid sono del tutto paragonabili a quelle dell'MP3 400 e questo nonostante l'ibrido stazzi ben 35 kg in più del mezzo tradizionale. Peso che si fa sentire tutto nei cambi di direzione con inerzie superiori ma che non riesce ad influenzare troppo negativamente la guida. Una vera bellezza viaggiare solo in elettrico quando il traffico è così caotico (e a Parigi succede spesso) da non far passare nemmeno uno scooter, ma a questo punto, fatto trenta farei trentuno con una gestione ancora più avanzata del mezzo che (come accade ad esempio sulle auto) consenta di spegnere il motore termico automaticamente al semaforo (un sistema start & stop) per poi far ripartire l'MP3 in elettrico facendo entrare il termico solo una volta in marcia.

ADESSO SCEGLI TU Ne beneficerebbe ulteriormente il consumo, soprattutto in quei frangenti dove si viaggia a passo d'uomo anche con lo scooter. In questo momento invece è solo il pilota a decidere (scegliendo la modalità di funzionamento) se accendere o meno il motore termico. Va dato atto comunque che Piaggio è al momento l'unico costruttore al mondo a proporre un veicolo tre ruote ibrido. Ci arriveranno tutti prima o poi, ma a quel punto probabilmente Piaggio sarà ancora più avanti.


Pubblicato da Stefano Cordara, 29/06/2010
Gallery
Moto: la top ten del decennio
Logo MotorBox