Pubblicato il 30/04/21

Chiusa una porta, si apre un portone. Con un 2020 sofferto, ma chiuso con ottimi risultati, Ducati inizia il primo trimestre del 2021 con ottimi numeri. Tra gennaio e marzo sono state consegnate 12.803 moto, con un incremento delle vendite totali del +33% rispetto allo scorso anno, penalizzato dalla crisi sanitaria mondiale e del +2% rispetto al 2019.

Ducati Streetfighter V4 S

CRESCITA Un aspetto che Claudio Domenicali (CEO Ducati) ha voluto evidenziare è la crescita degli ordini: dal +93% rispetto al 2020, si è saliti al +135% rispetto al 2019. Sicuramente l’arrivo dell’Euro5, con l’aggiornamento di tanti modelli – tra cui Monster e Mulitstrada V4 – è stato un fattore che ha aiutato a migliorare i già ottimi risultati. Quanto registrato da Ducati nei primi 90 giorni dell'anno sono in linea con un mercato delle due ruote in costante crescita. La sfida principale di Ducati, comune anche ad altre case motociclistiche, è la presenza di alcuni disagi nelle forniture e nei trasporti, con conseguenti ritardi nella produzione e nelle consegne delle moto.
Ducati Monster 2021: la discesa in piega è fulminea

MOTO E MERCATI A inizio 2021 il mercato principale per Ducati è quello Italiano (2.354 moto consegnate) seguito da quello Statunitense (1.723 consegne) e, al terzo posto, la Germania (1.275 unità). La moto più venduta è la Multistrada V4 seguita dall’apprezzatissima Streetfighter V4.


TAGS: ducati mercato vendite ducati multistrada v4 ducati streetfighter v4 Novità 2021