Pubblicato il 19/10/20

L’ATTESA È (QUASI) FINITA La nuova Multistrada V4…. non c’è ancora: bisognerà aspettare il prossimo 4 novembre. Ma, in compenso, Ducati ha tolto i veli alle caratteristiche tecniche del V4 Granturismo, il motore che andrà ad equipaggiare la propria ammiraglia. Nei giorni scorsi la Casa di Borgo Panigale aveva presentato quattro teoremi attraverso i quali spiegava le principali caratteristiche del propulsore derivato da quello della supersportiva Panigale V4.

V4 Granturismo, il motore della Ducati Multistrada V4

GIRAMONDO Il motore, rigorosamente Euro5, si caratterizza per essere compatto nelle dimensioni, dal peso contenuto, dalla coppia superiore agli altri 4 cilindri: tutti dettagli che cercano di andare incontro ai concetti opposti di turismo e sportività. E con grande attenzione sull’affidabilità: la nuova distribuzione dispone di un sistema di richiamo valvole a molla che permette una manutenzione ogni 60.000 km. Un valore di tutto rispetto, ottenuto grazie alla scelta di materiali e scelte tecniche specifiche al posto della distribuzione desmodromica, che vanno a sollecitare di meno i componenti di quanto faccia il più performante Desmosedici Stradale.

PERFORMANCE Questo sistema di molle, secondo la casa, garantisce una grande fluidità ai bassi regimi, ma è anche in grado di garantire elevate performance agli alti: la potenza massima di 170 CV (125 kW) arriva a quota 10.500 giri/min, mentre la coppia massima di 125 Nm (12,7 kgm) la esprime a 8.750 giri/min. La cilindrata è di 1.158 cc, con quattro pistoni disposti a V di 90° ciascuno con alesaggio x corsa pari a 83 mm x 53,5 mm; il rapporto di compressione finale è di 14:1.

V4 Granturismo, il motore della Ducati Multistrada V4

DIMENSIONI Le dimensioni, come dichiara Ducati, sono contenute per un quattro cilindri: rispetto al vecchio V2 Testastretta, il V4 Granturismo è più corto di 85 mm, più basso di 95 mm e più largo di appena 20 mm. Il peso complessivo è di 66,7 kg, appena 1,2 in più rispetto al precedente bicilindrico. Queste caratteristiche hanno fatto sì che il motore potesse essere inserito nel telaio della nuova Multistrada più efficacemente, centralizzando le masse e migliorando il baricentro della moto. Inoltre, la presenza dell'albero motore controrotante garantirà un'ottima agilità tra le curve. 

SCALDERÀ MENO E SUONERÀ COME UN V2 Uno dei difetti della Multistrada 1260 è senza dubbio il calore emesso dal motore bicilindrico. Per ovviare a questo problema, con il nuovo V4 Granturismo è stata introdotta la disattivazione della bancata posteriore quando si è fermi al semaforo, migliorando così il comfort complessivo e strizzando l’occhio ai consumi. Ma tra i pregi del vecchio V2 c’era senza dubbio il sound, che su questo V4 – confermano a Borgo Panigale – rimarrà lo stesso: la tecnologia Twin Pulse, oltre ad offrire un’erogazione corposa a qualsiasi regime, “suonerà” proprio come un bicilindrico.

ALLA SCOPERTA DEL V4 GRANTURISMO Per scoprire più nel dettaglio il motore V4 Granturismo vi rimandiamo al video ufficiale di Ducati che trovate sopra a questo paragrafo, mentre qui sotto trovate tutte le caratteristiche principali del propulsore che equipaggerà la prossima generazione di Multistrada.

DUCATI V4 GRANTURISMO: CARATTERISTICHE TECNICHE

  • Motore quattro cilindri a V di 90° da 1.158 cm³
  • Alesaggio x corsa 83 x 53,5 mm
  • Rapporto di compressione 14:1
  • Potenza massima 125 kW (170 CV) a 10.500 giri/minuto
  • Coppia massima 125 Nm (12,7 Kgm) da 8.750 giri/minuto
  • Omologazione Euro 5
  • Distribuzione mista catena – ingranaggi con doppio albero a camme in testa, 4 valvole per cilindro
  • Albero motore controrotante con perni di biella sfalsati di 70°
  • Frizione multidisco a bagno d’olio, asservita e con funzione antisaltellamento
  • Lubrificazione a carter semi-secco e tre pompe olio: 1 di mandata e 2 di recupero
  • Alimentazione con quattro corpi farfallati ovali con diametro equivalente di 46 mm
  • Cambio a sei rapporti con sistema Ducati Quick Shift (DQS) Up & Down
  • Controllo ed eventuale registrazione del gioco valvole fissato a 60.000 km
  • Disattivazione bancata posteriore in fase di sosta

TAGS: motore ducati motore v4 ducati v4 ducati multistrada v4 Novità 2021 Granturismo V4