Pubblicato il 07/07/20

CHI SI RIVEDE L’avevamo vista qualche mese fa tra pioggia e livree camouflage, la nuova Ducati Multistrada V4. Recentemente è stata nuovamente paparazzata in strada in (quasi) tutto il suo splendore. Rispetto al prototipo visto in precedenza, ora la parte finale del forcellone mostra un “buco” precedentemente coperto, mentre le sovrastrutture sono finalmente ben visibili. Il serbatoio è caratterizzato da linee morbide e protese verso l’anteriore, dove c’è un frontale “a becco” che accoglie il radar Bosch per il cruise control adattivo. Questa tecnologia (attualmente presente come optional della BMW K 1600 GT) farà parte del progetto ARAS inserito nel programma “Safety Road Map 2025” di Ducati in ottica di sistemi tecnologici atti a migliorare la sicurezza in moto. 

Ducati Multistrada V4: le foto spia senza camouflage

GRANDE SCHERMO Ora, sulla parte destra, si vede anche il terminale di scarico con doppio foro d’uscita, e la pinza posteriore Brembo a due pistoncini. Inoltre, si vede anche un ampio schermo TFT, di dimensioni decisamente più generose dell’attuale 5” TFT presente sulle 1260. Dal punto di vista ciclistico viene confermato il cerchio da 19” anteriore e pneumatici Pirelli Scorpion Trail II. Il protagonista però rimane sempre lui, il motore Desmosedici Stradale con cilindri a V di 90°. Poiché andrà a scontrarsi con moto del calibro di BMW S 1000 XR e KTM 1290 Super Adventure, ci aspettiamo una potenza attorno ai 180 CV, anche se potenzialmente la Multistrada V4 potrebbe essere la prima maxi enduro da 200 CV.


TAGS: ducati spy shot foto spia ducati multistrada v4