Autore:
Salvo Sardina
Pubblicato il 28/02/2020 ore 12:50

PRIMA VITTORIA La Formula E torna in pista nel weekend per il quinto ePrix della stagione 2019-2020, quello di Marrakech. Una gara importante che segna l’ingresso del campionato elettrico nella fase cruciale della stagione in cui si capirà chi potrà essere della partita per la vittoria finale e chi, invece, ne resterà escluso. Una tappa cruciale anche per Ds Techeetah: il team campione in carica non ha ancora interrotto il digiuno di successi che si protrae dal 22 giugno scorso (quando Jean-Eric Vergne si impose nell’ePrix di Berna) ma, dopo un inizio di campionato horror, è già andato vicinissimo al gradino più alto del podio sia a Città del Messico sia a Santiago del Cile. E sono i due secondi posti di Antonio Felix Da Costa ma soprattutto le prestazioni mostrate dalla DS E-TENSE FE20 a lasciar intravedere la possibilità che il team franco-cinese possa presto tornare a festeggiare.

Formula E, ePrix Città del Messico 2020: Antonio Felix Da Costa (Ds Techeetah)

OCCHIO ALL’ENERGIA A Marrakech non ha mai vinto ottenendo come miglior risultato un quinto posto ripetuto nelle ultime due stagioni. Alla vigilia della gara marocchina, il bicampione Jean-Eric Vergne ha parlato delle insidie presentate dal circuito Moulay El Hassan: “Come per tutte le altre gare, ci siamo preparati molto al simulatore. In realtà, la pista è forse un po’ più semplice delle altre perché non è un circuito totalmente cittadino come, per esempio, quello di Parigi. È un tracciato che mi piace, abbiamo sempre fatto buone gare. L’elemento chiave? Sarà la gestione dell’energia, complessa come accaduto anche in Messico. Si tratta di circuiti lunghi e quindi bisogna fare particolare attenzione a questo aspetto”.

CONTI IN SOSPESO Se c’è un pilota che però ha dei conti in sospeso con la pista, quello non può che essere Antonio Felix Da Costa, lo scorso anno a lungo al comando prima di essere protagonista di uno sfortunato incidente: “La gara di Marrakech personalmente mi stimola, ho ancora dei conti in sospeso con quella pista… Ora ho una grande voglia di tornare a correre e di fare bene, andando magari sul podio o, addirittura vincendo la gara. È un bel tracciato oltre a essere quello in cui le macchine sviluppano la più alta accelerazione laterale del campionato. E poi è una città bellissima dove abbiamo sempre anche molti appassionati. Con la squadra mi sento sempre meglio, mi sto adattando velocemente al loro modo di lavorare. Speriamo sia un’ottima gara”.

Formula E, ePrix Città del Messico 2020: Antonio Felix Da Costa e Jean-Eric Vergne

WEEKEND PERFETTO Parole ottimistiche anche da parte di Xavier Mestelan Pinon, il direttore di Ds Performance: “Abbiamo ottenuto buoni risultati qui come team in passato, ma questa è una nuova gara e l’unico modo per fare bene sarà avere un weekend perfetto. L’obiettivo è quello di concentrarsi sul campionato, dobbiamo fare il nostro meglio per portare a casa entrambi i titoli. Abbiamo investito molto tempo con i due piloti al simulatore perché è fondamentale fare un lavoro approfondito di preparazione. La gestione dell’energia in fase di rigenerazione della batteria è fondamentale in questo circuito, dove ci sono molte frenate aggressive. E anche la gestione dell’Attack Mode sarà una chiave di successo da tenere in considerazione”.


TAGS: formula e ds techeetah Jean-Eric Vergne Antonio Felix Da Costa Xavier Mestelan Pinon ePrix Marrakech MarrakeshEPrix 2020