Autore:
Giulio Scrinzi

GIUDIZIO PESANTE I giudizi taglienti di Flavio Briatore, ex team manager in passato di Benetton e Renault, sono ormai noti nel Circus iridato, e stavolta nel mirino ci è finito... Kimi Raikkonen. Al termine di una stagione non esaltante che, però, ha mostrato una Ferrari decisamente rinvigorita e pronta a lottare per le posizioni di vertice, il finlandese ha portato a casa “solamente” due secondi posti e cinque medaglie di bronzo. Troppo poco secondo Briatore per riuscire nell'impresa di riportare nelle bacheche di Maranello il Titolo Costruttori, per il quale servirebbe un talento puro come Max Verstappen, autore, tra l'altro, di una splendida vittoria in Messico che ha seguito quella in terra malese.

LE PAROLE DI BRIATORE A tal proposito, ecco il commento espresso da Flavio Briatore nei confronti di Kimi Raikkonen: “Per vincere un Mondiale ci vogliono due piloti e oggi la Ferrari non li ha. Con Raikkonen è impossibile portare a casa il Titolo Costruttori: se fossi nei piani alti di Maranello sceglierei al posto suo Verstappen, a mio giudizio l'unico vero talento attualmente presente in Formula 1. L'episodio di Singapore? Non poteva far passare le Rosse, lui correva per vincere la gara, gli altri invece erano in lotta per il Mondiale. Non so cosa farà Marchionne, ma spero che prenda in fretta una decisione”.


TAGS: ferrari formula 1 kimi raikkonen f1 F1 2017 scuderia ferrari flavio briatore formula 1 2017