Autore:
Giulio Scrinzi

FINALE IN CRESCENDO Terzo posto ad Austin, poi in Messico e infine anche ad Interlagos. Kimi Raikkonen sembra aver ritrovato la quadra della sua situazione, visto che negli ultimi tre GP è riuscito ad arrivare sempre sul gradino più basso del podio. In Brasile Iceman ha avuto solo qualche problema nel primo stint con le gomme Supersoft, ma quando è passato alle Soft è riuscito a girare decisamente meglio tenendo a bada, tra l'altro, anche un Lewis Hamilton che si è fatto minaccioso negli ultimi giri di gara. Che stia facendo le prove generali, come ha affermato recentemente, di voler combattere per il Titolo del 2018?

KIMI RAIKKONENIn gara siamo stati tutti molto vicini ma sono contento del mio risultato finale, anche se speravo di riuscire a fare di più. Ho avuto qualche difficoltà nelle prime battute con le gomme Supersoft, con le quali sono arrivato più volte al bloccaggio; poi, però, ho controllato per bene la situazione e quando sono passato sulle Soft mi sono sentito molto più a mio agio. Nel finale è arrivato anche Hamilton, ma non l'ho visto come una minaccia perchè non riusciva a prendere la mia scia. La mia macchina andava molto bene e nelle ultime curve riuscivo a staccarlo agilmente, quindi non è stato un problema gestirlo”.


TAGS: formula 1 kimi raikkonen f1 F1 2017 scuderia ferrari formula 1 2017 f1 2017 gp brasile