Autore:
Lorenzo Centenari

REVERSE FLOW Ricarica auto elettriche, ma sempre più ricarica bidirezionale. Con le batterie di bordo che non solo succhiano energia dalla rete, ma che anche la restituiscono, stabilizzando l'intensità dell'infrastruttura stessa. Chiamasi tecnologia "Vehicle-to-Grid", o in abbreviazione, V2G. Proprio in nome della ricerca e lo sviluppo di soluzioni come il Vehicle-to-Grid, FCA Group e Terna hanno firmato un Memorandum of Understanding per la sperimentazione congiunta di tecnologie e servizi di mobilità sostenibile, con un occhio di riguardo proprio per quei sistemi che permettano alle vetture elettriche di interagire con la rete in una forma il più possibile intelligente. A poco a poco, Fiat Chrysler prepara a nuova 500 elettrica un humus favorevole.

PROGETTO PILOTA Più in dettaglio, la cooperazione tra le due società (sopra, nella foto, l'ad di Terna Luigi Ferraris e il Ceo FCA Emea Pietro Gorlier) prevede la realizzazione presso la sede Terna di Torino del cosiddetto "E-mobility Lab"un innovativo laboratorio tecnologico che consentirà di sperimentare prestazioni e capacità delle vetture elettriche nell'erogare servizi a supporto della flessibilità e stabilizzazione della rete, nonché la loro interazione sia monodirezionale che bidirezionale con la rete, attraverso un'infrastruttura di ricarica dedicata. Inoltre, sarà avviato lo studio di fattibilità di una flotta dimostrativa sperimentale di vetture elettriche connesse alla rete attraverso un'infrastruttura V2G da realizzarsi in un'area all'interno del complesso industriale FCA di Mirafiori.

SOVRACCARICHI Quello di un network di ricarica che entra in crisi a causa di una richiesta eccessiva di energia elettrica è uno scenario futuro concreto, ma sul quale automotive e gestori di energia stanno lavorando. La connessione dei veicoli alle infrastrutture di ricarica creerà in effetti una richiesta di extra potenza alla rete in alcune ore della giornata. La gestione intelligente delle ricariche tramite le colonnine V2G consentirà in tal senso alle auto elettriche di supportare la gestione della rete stessa, contribuendo a stabilizzarla, e al contempo ridurre il costo complessivo di esercizio della vettura in sé, grazie al beneficio economico derivante dai servizi forniti alla rete. La batteria di un'auto come centrale di smistamento energetico. Che prende e che dà. Che paga, e che viene ripagata. Gli sviluppi si annunciano interessanti.


TAGS: auto elettrica fca vehicle to grid fiat 500 elettrica terna