Autore:
Lorenzo Centenari

LA COMPRO! Cittadino privato, sesso maschile, cinquantenne, residenza Nord Italia, in precedenza possessore di un modello diesel. Ha una preferenza per Renault Zoe, ma è sempre più tentato anche da Tesla Model 3. È l'identikit del tipico acquirente italiano di un'elettrica, membro di una community comunque trasversale, e che sebbene all'assemblea dell'auto manchi ancora di una rappresentanza significativa, di questo passo maturerà prima o poi il diritto di voto. 

LA RICERCA UNRAE Sono 6.453 le autovetture elettriche immatricolate in Italia nei primi 8 mesi del 2019, in crescita del +109% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, per una quota dello 0,5% del mercato totale. Il fenomeno interessa prevalentemente i privati (41,0% degli acquisti) e il noleggio a lungo termine (30,7%). I singoli modelli immatricolati sono 26, in crescita rispetto ai 22 di un anno fa. Sono alcuni degli highlights estratti dell’analisi del Centro Studi Unrae in occasione della Settimana Europea della Mobilità, campagna istituzionale che sostiene diverse alternative di mobilità sostenibile nelle città. Andiamo avanti.

L'ELETTRICO È MASCHIO Il 72,4% delle immatricolazioni di BEV (battery electric vehicle) sul mercato privati è realizzato da uomini, 13,2 punti percentuali in più rispetto ai valori di mercato su tutte le altre alimentazioni. La fascia di età più rappresentativa è quella da 46 a 55 anni, con il 32,8% di quota di mercato. Dal punto di vista geografico, circa i tre quarti degli acquisti di auto elettriche si concentrano nel Nord del Paese, mentre la città di Roma rimane al 1° posto per numero di immatricolazioni, pur riducendo la sua quota a meno della metà rispetto al 2018.

LA TOP 5 I modelli più gettonati? Renault Zoe (1.657 unità), Tesla Model 3 (1.164), Smart ForTwo (1.036), Nissan Leaf (787) e Smart ForFour (382). Se poi si guarda quali vetture i clienti abbiano dato in permuta, il 45% dei veicoli ha alimentazione diesel. Da segnalare anche un 10% di veicoli elettrici. Ciò è spiegato in parte con le offerte vantaggiose che le Case rivolgono agli utilizzatori di BEV in occasione dell’uscita di nuove versioni del modello in uso. A poco a poco, nasce un archivio dati "elettrico".


TAGS: auto elettrica mobilità sostenibile mercato auto 2019