Autore:
Lorenzo Centenari

SALUTATE LA CAPOLISTA Eccola qui, finalmente in carne ed ossa, la Arteon, gioiello ipertecnologico Volkswagen. Svelata in premiere mondiale al Salone di Ginevra 2017, la nuova ammiraglia di Wolfsburg non è una vettura semplice da incasellare. A casa sua la individuano come Gran turismo a cinque porte di alta gamma, in realtà la Arteon sublima le caratteristiche sia della classica berlina di rappresentanza, sia della grossa coupé a cinque posti, sia infine quelle della carrozzeria sportback con portellone. Un'auto totale, la Arteon, di cui ora snoccioliamo qualche dettaglio.

UN PASSO AVANTI Realizzata sulla base del pianale trasversale MQB, la Arteon misura 4.862 mm di lunghezza e 2.841 mm di interasse, dando vita così a una silhouette dinamica e dagli sbalzi corti. Simboleggia il passo avanti nelllo stile il nuovo frontale con fari a LED disegnati in continuità coi listelli orizzontali della calandra: l'effetto è quello di una griglia che attraversa l'auto in tutta la sua larghezza. Passaruota muscolosi e cerchi da 20 pollici introducono una fiancata slanciata ma rocciosa, individuata da un tettuccio arrotondato che scende dolcemente verso il maxi-portellone

IL LINGUAGGIO DEI GESTI Proprio il bagagliaio da 563 litri, espandibile fino a quota 1.557 litri, rappresenta uno dei maggiori punti di forza della Arteon, berlinona che anche ai passeggeri riserva un trattamento principesco. Spazio, ma non solo: l'abitacolo è tappezzato di tecnologia grazie alla strumentazione frontale interamente digitale dell'Active Info Display e al nuovo sistema multimediale Discover Pro con display in vetro da 9,2 pollici e comandi gestuali.

SICUREZZA AL TOP Ma Volkswagen Arteon, assicurano i suoi padri, sorprenderà anche una volta in movimento: tra i sistemi di sicurezza più interessanti citiamo l'Adaptive Cruise Control con funzione di riconoscimento limiti di velocità, le luci di svolta predittive che illuminano la curva prima ancora di affrontarla, infine uno step evoluto dell'Emergency Assist in grado non solo di frenare la vettura in caso di malore del conducente, ma anche di sterzare e guidare la Arteon verso la corsia più a destra.

BENZINA? NO, GRAZIE La nuova Arteon debutterà verso l'estate con una gamma interamente composta da motori turbo 4 cilindri a iniezione diretta. Le unità a benzina TSI non sono tuttavia previste per l’Italia, mercato al quale sono destinati solo i turbodiesel TDI da 150, 190 e biturbo 240 cv. Cambio DSG a doppia frizione, infine, di serie per tutte le versioni. La trazione? Anteriore o integrale 4Motion.


TAGS: volkswagen anteprima auto salone di ginevra arteon fastback