Autore:
Emanuele Colombo

SOLO PER NOI Disponibile solo con la trazione anteriore, e per ora con il cambio manuale, la Volkswagen Tiguan 1.6 Tdi diesel è un'esclusiva solo per l'Italia. Con piccole modifiche di dettaglio, il motore è lo stesso già visto su Golf e Touran. La domanda è: basteranno 115 cavalli e 280 Nm (costanti tra 1.700 e 2.900 giri) a muovere agilmente un suv di 4,49 metri di lunghezza e 1.795 kg di massa in ordine di marcia?

PRIMO CONTATTO Parto dalla sede Volkswagen di Verona alla volta di Merano, affrontando la prima tratta su strade statali. La Tiguan 1.6 Tdi mi impressiona subito per la silenziosità del motore in ogni condizione e la fluidità di marcia. Sfruttando correttamente il cambio manuale (piacevolissimo da usare per la sua precisione e l'ottima manovrabilità) la spinta non manca.

IN AUTOSTRADA Ai regimi più bassi, va detto, un po' di pigrizia la sento, ma basta superare i 1.500 giri per godersi una progressione piena e regolare fin oltre i 4.500 giri indicati. La Tiguan 1.6 Tdi non si rivolge a chi ha velleità sportive, ma dimostra una guidabilità eccellente. In autostrada il giudizio rimane molto positivo. Certo, la ripresa in ultima marcia non è travolgente, ma la progressione fino alle velocità consentite è più che soddisfacente. I consumi? Molto buoni, per il tipo d'auto: a 130 costanti siamo attorno ai 6 litri di gasolio per 100 chilometri.

COME SI GUIDA Al di là del motore, la guida della Tiguan è molto gradevole. La già citata silenziosità viene meno solo sull'asfalto molto rovinato, complici le gomme da neve dell'esemplare in prova. Lo sterzo è preciso e fluido: non si sentono variazioni di carico passando per la posizione centrale e lo sforzo in più che avverto in curva è molto naturale. L'assetto è rassicurante e consente una buona agilità. Il peso di tutti i comandi, dai pedali al comando degli indicatori di direzione, è pressoché perfetto.

BEN DOTATA Sul fronte delle dotazioni la Volkswagen Tiguan 1.6 Tdi si gioca un altro asso: già nella versione base, la Style, trovo di serie tutti i dispositivi elettronici deputati alla sicurezza, come Front Assist (frenata di emergenza), Multicollision Brake (frenata automatica dopo un impatto), Fatigue Detection, Lane Assist, Cruise Control, Park Pilot (sensori parcheggio) e fari a Led. Inoltre, sempre di serie, c'è un display touch da 8 pollici a cui collego facilmente qualunque smartphone per ascoltarne i contenuti multimediali e usarne le app: per esempio il navigatore, che è di serie solo sulla Tiguan Business che costa 1.100 euro in più della Style.

QUANTO MI COSTI? Il prezzo della Tiguan Style? Di listino farebbero 28.750 euro, ma in concessionaria, ci dicono, è già scontata a 26.500 euro: meno di quanto si spende per una Nissan Qashqai, una Hyundai Tucson o una Kia Sportage, che stando ai calcoli di Volkswagen, con dotazioni e motori equivalenti costano circa 28.000 euro.


TAGS: prova video prezzi test drive nuova volkswagen tiguan dotazioni volkswagen tiguan 1.6 tdi