Autore:
Giulia Fermani

CONCEPT DEL FUTURO A pochi mesi dall’apertura dei cancelli del CES 2018 di Las Vegas ecco arrivare le prime anticipazioni. La svizzera Rinspeed, ad esempio, annuncia il debutto del concept Snap. Si tratterà di un’auto elettrica a guida autonoma letteralmente divisa in due, con la parte bassa (quella costituita da pianale, motore, sospensioni e ruote) staccata dall'abitacolo e intercambiabile in autonomia.

UN'AUTO DIVISA IN DUE Questa volta  Frank M. Rinderknecht, fondatore di Rinspeed, ha avuto davvero una pensata fuori dagli schemi, persino per lui. Ricordete, forse, che nel 2015 aveva portato al Consumer Electronic Show di Las Vegas un piccolo microbus elettrico e Σtos, la concept con tetto in vetro costruita sulla base della BMW i8. Per il Salone di gennaio, invece, ha messo a punto un'auto in cui al telaio è consentito di collegarsi ad abitacoli diversi (Rinspeed li chiama Pod) che si possono accoppiare automaticamente in base alle  diverse esigenze di spazio. Inoltre i quattro piedi estensibili del Pod ne consentono l'utilizzo indipendentemente dal resto dell'auto. In questo modo, mentre il pianale grezzo è parcheggiato in strada, l'abitacolo potrà servire come stanza aggiuntiva nel giardino di casa o magari durante un campeggio. 

UNA CONCEPT PER RISPARMIARE Questo, se mai diventasse realtà, permetterebbe un risparmio notevole, perché l’auto rimarrebbe giovane per molti più anni, potendo isolare i più frequenti interventi richiesti per carrozzeria ed elettronica (che sono le parti che invecchiano prima) da quelli meno frequenti ma più costosi richiesti da meccanica e batterie. Pensate solo che per il modulo di propulsione elettrica di Rinspeed Snap è stimata una vita media di 18 anni: quale infotainment e quale carrozzeria resistono così a lungo? 


TAGS: concept car ces las vegas CES 2018 Rinspeed Snap piattaforma modulare