Autore:
Luca Cereda
Pubblicato il 04/01/2017 ore 11:21

AUTO ELETTRICHE Al CES 2017 di Las Vegas sbarca la rivale della Tesla Model X, una crossover 100% elettrica ad alte prestazioni, costruita in California (e dove sennò...) ma finanziata da capitali cinesi. Questa opera prima – realistica, a differenza della concept presentata giusto un anno fa, sempre al CES – si chiama Faraday Future FF 91. Segni particolari: 0-60 miglia in 2,39 secondi.

MARATONETA Avevamo già intravisto la Farady Future FF 91 in un video teaser mentre si faceva beffe di Bentley Bentayga, Ferrari 488 GTB e – ovviamente – della Tesla Model X P100D a suon di drag race. A Las Vegas è definitivamente caduta la maschera sul design – firmato Richard Kim, stessa matita della BMW i8 – e sulle prestazioni, che parlano di un tempo assurdo nello sparo e di un'autonomia dichiarata di oltre 700 km nel ciclo europeo NEDC.

COPPIA INFINITA Sono ben quattro i motori elettrici impegnati a scaricare a terra tutta la potenza e la coppia della FF 91, pari a 1050 cavalli e 1800 Nm. Ad alimentarli ci pensa un pacco batterie sviluppato in collaborazione con LG Chem da 130 kWh, capace di recuperare il 50% della carica in 4 ore e mezza, se collegato a una presa da 240 Volt.

POTENZIALMENTE AUTONOMA Vi starete sicuramente chiedendo, visti i tempi, se questa Faraday sia in grado di guidare da sola. Ebbene, potrebbe. Nel senso che l'arsenale c'è: 13 radar a lungo e corto raggio, 10 telecamere ad alta definizione, 12 sensori a ultrasuoni e un lidar 3D retrattile nel cofano, ma la Casa non ha specificato a quale livello di autonomia di guida sia effettivamente arrivata la FF 91. E oltretutto non ci ha ancora svelato gli interni, sulla carta molto spaziosi.

GRANDI PROGETTI Per la Farady Future, una startup avviata di fatto meno di 3 anni fa, a Gardena (California), il futuro è ancora tutto da scrivere. E il passato, per quanto breve, tormentato. La Casa infatti è partita in quarta con i miliardi del magnate cinese Jia Yueting – già CEO della LeEco, una internet company che spazia dai telefonini alle auto elettriche (la LeSee) passando per le bici - che per la sua startup ha fatto una campagna acquisti faraonica, pescando figure strategiche da marchi come BMW, Tesla e Volkswagen. Alla Faraday è approdato anche Marco Mattiacci, ex team principal di Ferrari, con il ruolo di direttore commerciale e responsabile del marchio. La Faraday si prepara anche a debuttare con un proprio team nel campionato della Formula E. Ma...

TURBOLENZE Nel frattempo non tutto dev'essere filato liscio. Di qualche mese fa le voci di un rimpasto ai vertici dell'azienda dovuto all'uscita di scena - spontanea- di importanti figure manageriali. Poco dopo, la Reuters e alcuni quotidiani finanziari cinesi parlavano di un Jia Yueting a caccia di finanziatori (forse un grande gruppo assicurativo cinese) per tenere in vita la LeEco e la Faraday. A pochi giorni dal debutto della FF 91 al CES 2017, infine, nuovi rumors davano Mattiacci e Joerg Sommer (ex VW, messo alla guida del marketing) dimissionari. Su quest'ultima – per ora - nessuna conferma dalla Casa, ma nel frattempo i profili di Mattiacci e di Sommer sono spariti dal team presentato da Faraday sul suo sito ufficiale. To be continued?


TAGS: auto elettriche tesla model x ces 2017 Faraday Future faraday future ff 91 marco mattiacci