Anteprima:

BMW 335is


Avatar Redazionale , il 22/01/10

11 anni fa - La Casa bavarese tira fuori dal cilindro una versione che è una via di mezzo tra la "normale" 335i e la muscolosa M3. Un proposta che farà la gioia di chi soffre di pruriti cronici al piede destro ma non vuole farlo sapere in giro. Nata per il Nord Americ

La Casa bavarese tira fuori dal cilindro una versione che è una via di mezzo tra la "normale" 335i e la muscolosa M3. Un proposta che farà la gioia di chi soffre di pruriti cronici al piede destro ma non vuole farlo sapere in giro. Nata per il Nord America, potrebbe in futuro arrivare anche in Europa.

LA VIA DI MEZZO A qualcuno Oltreoceano la 335i sembra un po' fiacchina e la M3 appare troppo vistosa, con quel cofano tutto ingobbito? Alla BMW sono decisi a soddisfare anche gli yankee più esigenti e stanno per lanciare sul mercato nordamericano una versione con carrozzeria Coupé e Cabrio che si pone a metà tra le due di cui sopra, tanto a livello di potenza quanto dal punto di vista estetico: la 335is.

CORSI E RICORSI Per il momento non è ancora chiaro quante possibilità ci siano di veder circolare in futuro le "is" anche nel Vecchio Continente. E non è solo una questione legata al classico "mai dire mai": a convincere i vertici di Monaco potrebbe essere anche la storia. La sigla "is" fu infatti già utilizzata nella seconda metà degli Anni Ottanta su una versione fortunatissima della Serie 3, la 320is, ancora oggi molto apprezzata dai collezionisti dal palato fine. Anche quella macchina nacque per fornire un'alternativa alla prima M3, che con la sua cilindrata di 2,3 litri, prima, e 2,5 litri, poi, era penalizzata dal fisco come un bene di lusso. La 320is aveva invece un motore due litri da 192 cv che regalava emozioni a piene mani senza attirare l'attenzione della Guardia di Finanza e nemmeno quella dei passanti, con la carrozzeria che era un inno all'understatement.

VEDI ANCHE



MOSTRA I DENTI La 335is di oggi non è forse altrettanto sobria ma riesce comunque a far andare a braccetto eleganza e sportività. Rispetto alla nota 335i, la 335is mostra i denti montando un kit aerodinamico M Sport, che ha come ingredienti principali un fascione anteriore movimentato da uno spoiler affilato e da ampie prese d'aria, oltre a un paraurti posteriore che incorpora un diffusore. La firma Motorsport si ritrova anche nell'abitacolo, con un volante multifunzione sportivo quanto i sedili profilati. Se la macchina sembra più bassa rispetto a una 335i vulgaris non è solo per merito delle minigonne. Anche l'assetto adattivo M ci mette del suo, riducendo l'altezza da terra di una decina di millimetri.

A TUTTA FORZA Il pezzo forte della 335is è però nascosto alla vista, sotto il cofano. La nuova arrivata monta l'ultima evoluzione del motore sei cilindri tre litri sovralimentato, per cui si parla di una potenza di 340 cv. La coppia massima si annuncia di 450 Nm, che possono diventare temporaneamente 500 quando entra in funzione l'overboost. Tutta questa birra viene scaricata sulle ruote posteriori passando attraverso a un cambio robotizzato DKG a doppia frizione e sette marce. Grazie alla sua rapidità, il tempo nello scatto 0-100 dovrebbe avvicinarsi ai 5 secondi mentre quanto alla velocità massima la centralina elettronica tarpa le ali all'allungo sopra i 250 km/h.


Pubblicato da Tommaso Crociera, 22/01/2010
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox