PIOGGIA E SERENO La prima giornata in pista a Phillip Island è andata in archivio con Maverick Vinales in testa a entrambe le classifiche odierne del Gran Premio d'Australia, quella delle FP1 sul bagnato e quella delle FP2 sull'asciutto. Il pilota della Yamaha è anche il vincitore della passata stagione e sembra trovarsi molto a suo agio sul sinuoso tracciato isolano. Bene si è comportato anche Andrea Dovizioso, secondo nelle FP2, così come il suo collega di moto, Jack Miller, che ha fatto vedere le cose migliori sul bagnato. Giornata senza problemi particolari per Marc Marquez, se si eccettua l'incomprensione con Lorenzo, e per Valentino Rossi, 4° e 7° nelle due classifiche. Di seguito tutti i commenti sulla giornata nella terra dei canguri.

SUPER MAV Cominciamo con il protagonista della giornata, Maverick Vinales, che ha subito dimostrato un feeling particolare con il tracciato australiano. "Sono molto contento, su questa pista riesco a trovare sempre giri eccezionali. Abbiamo subito trovato un ottimo setup per la moto e sono potuto stare fuori a guidare e guidare, anche con la pioggia, che è la cosa più difficile. Occorre scaldare le gomme a fondo per essere sul giusto passo. È ancora presto per giudicare come sarà la gara, oggi siamo stati davanti ma dobbiamo continuare a lavorare per migliorare perché domenica potrebbe essere tutta un'altra storia."

MotoGP Australia 2019, Phillip Island: Andrea Dovizioso (Ducati)

BRAVO ANDREA Su una pista invece che alla Ducati proprio non veste bene, Andrea Dovizioso ha comunque prodotto il secondo tempo di giornata: "Alla fine oggi è andata bene: sono molto contento per la seconda posizione, anche perché domani potrebbe piovere e quindi era particolarmente importante stare nella top ten. Sono riuscito a fare un bel tempo proprio alla fine del turno e, anche se in generale non ho ancora un gran feeling, siamo comunque nel gruppo dei più veloci. In ogni caso è stata una prima giornata positiva".

MARQUEZ 70°! In una giornata piuttosto normale per lui, Marc Marquez ha raggiunto un nuovo record: si è piegato a 70,8° senza cadere! Certo, ha dovuto fare un recupero assurdo, ma lo spagnolo non si è scomposto, chiudendo la giornata con il sesto tempo. "Oggi le sensazioni non sono state negative, sono contento. Il ritmo c'è anche se non abbiamo fatto un giro veloce all'altezza. Onestamente sto guidando meglio di quanto mi aspettassi qui, perché sapevo che Vinales e la Yamaha sarebbero stati forti, ma non siamo molto lontani. Oggi abbiamo infranto un altro record con il salvataggio: mio fratello aveva fatto qualcosa di pazzesco a Motegi e dovevo essere all'altezza... Con Lorenzo? Alla fine delle FP2 l'ho trovato in mezzo durante il giro veloce che andava lento, ci siamo sfiorati, ma abbiamo subito parlato di quello che è successo."

ROSSI OKAY! Buona giornata anche per Valentino Rossi, che si è detto soddisfatto di come la sua moto si comporta a Phillip Island, ma ancor di più di aver terminato nei dieci le FP2 in ottica qualificazione alla Q2: "Oggi è stata una giornata veramente importante, abbiamo testato in entrambe le condizioni di pista e visto che il tempo per domani prevede pioggia, tutti hanno spinto nelle FP2 per stare nella top 10. Ho terminato in 7° piazza e il passo è piuttosto buono. Mi sono sentito a posto in sella in entrambe le condizioni, e anche con il bagnato non sono stato male facendo il quarto tempo. Di sicuro abbiamo ancora da lavorare per migliorare alcuni aspetti e capire qual è la migliore opzione dal punto di vista delle gomme, ma sento che la moto è a posto."

MORBIDO DA BAGNATO Confermando che la Yamaha ben digerisce la pista di Phillip Island, anche Franco Morbidelli si è detto soddisfatto di quanto fatto oggi: "Mi sono sentito forte sulla moto oggi. Abbiamo fatto un'ottima FP1 sul bagnato e una bella FP2 sull'asciutto. Siamo diventati più veloci con la pioggia mentre dobbiamo migliorare sull'asciutto ma sappiamo più o meno qual è la direzione da prendere. Sono sicuro che c'è ancora qualcosa da estrarre, ma spero che ci sia una qualifica bagnata."

PETRUX FIDUCIOSO Anche Danilo Petrucci è sorpreso dalle performance della Ducati su una pista per la rossa sempre molto ostica: "È sempre bello guidare qui a Phillip Island: è una delle mie piste preferite e oggi siamo stati veloci fin dall’inizio. Sistemare bene il set up della moto non è mai facile su questo circuito, a causa dei curvoni ad alta velocità e delle varie possibilità di interpretare la pista, però sono molto fiducioso per domani. Oggi siamo stati veloci sia sul bagnato che sull’asciutto, e quindi sono molto ottimista per il prosieguo del weekend e soddisfatto di questa prima giornata."

JACK A CASA Il padrone di casa Jack Miller invece ha avuto solo sensazioni positive dalla sua prima giornata in pista a Phillip Island, con il secondo tempo sul bagnato del mattino e un ottimo feeling anche al pomeriggio: "È stato un venerdì positivo. Il feeling è molto buono ed è bello avere il supporto di tanti tifosi. Abbiamo però ancora del lavoro da fare per essere al top. Dobbiamo sistemare alcuni dettagli ma posso dire che abbiamo iniziato bene. Abbiamo avuto la possibilità di girare sia in condizioni di bagnato che di asciutto e questo ci serve per raccogliere dati importanti."

AHIA FABIO! Il più giù di morale oggi è, infine, Fabio Quartararo, protagonista di una brutta caduta in highside nella mattinata che l'ha costretto a saltare precauzionalmente la seconda sessione di libere. "Anche se hanno detto che potevo correre pomeriggio, sento ancora molto dolore alla gamba e dovrò tornare al centro medico per un altro esame domattina. Non è stata una bella caduta, non ho rotto niente e tornerò in sella domani se sarà possibile, ma altrimenti eviteremo di prendere rischi. Ancora non ho una grandissima esperienza sul bagnato, ma quando cadi, impari e c'è tanto da imparare da questa caduta. Domani potrebbe piovere ancora, quindi per la prima volta dovrò fare la Q1, ma sarà un'altra opportunità per imparare qualcosa di nuovo."


TAGS: yamaha ducati rossi motogp dovizioso marquez vinales motogp 2019 GP Australia 2019 AustralianMotoGP 2019 MotoGP Australia 2019