Autore:
La Redazione

CHE SPAVENTO Durante la seconda sessione di prove libere del GP d'Italia al Mugello, Michele Pirro è caduto alla staccata del rettilineo principale, con la conseguenza della bandiera rossa e di diversi minuti di apprensione per il pilota italiano perché al Mugello in quel punto si arriva ad oltre 340 km/h. Nell’incidente il collaudatore Ducati ha perso conoscenza, ma, fortunatamente, dopo diversi minuti, Pirro è stato dichiarato coscente e trasportato al centro medico per accertamenti. In seguito a Michele Pitto è stata diagnosticata una commozione celebrale, con trauma encefalico, toracico e lombale, unito ad una brutta sublossazione addominale. Michele Pirro è stato trasportato all’ospedale Caregi di Firenze per accertamenti.

GRAN PASSO Nel primo turno di prove libere di questa mattina Andrea Iannone ha siglato il miglior tempo, primato che è rimasto nelle mani della Suzuki numero 29 anche nel secondo turno di libere del Venerdì, chiuso davanti a tutti con il crono di 1.46.735, 387 millesimi più veloce del secondo miglior crono delle FP2 fatto da Maverick Vinales su Yamaha. Su questo tracciato l’italiano si è sempre dimostrato molto competitivo (è suo il record del tempo in pole fatto nel 2015 con la Ducati), aspetto confermato dalla sua performance di oggi e da un passo tra i migliori di giornata.

PRIMA FILA VIRTUALE Terzo miglior tempo di giornata, invece, per Marc Marquez. Lo spagnolo ha chiuso il primo giorno di libere al Mugello con 483 millesimi di ritardo dal best lap di gioranta ed a soli 96 millesimi dalla Yamaha numero 25. Dietro di lui un’altra M1, quella del Team Tech 3 guidata da Johann Zarcò, oggi quarto con 630 millesimi di ritardo da Andrea Iannone.

TOP FIVE Giornata da protagonista anche per Jack Miller sulla Ducati del Team Pramac, che chiude il Venerdì italiano con il quinto tempo della classifica combinata a soli 38 millesimi dalla Yamaha numero 5 di Zarcò. Sempre top ten, invece, anche per il suo compagno di squadra Danilo Petrucci, che sul tracciato di casa delle Ducati chiude i primi due turni di libere con il nono miglior crono a 834 millesimi da Andrea Iannone. Seconda fila virtuale anche per Cal Crutchlow, che chiude il Venerdì di libere con la sesta posizione. 

VICINISSIMI Settimo tempo di oggi per Valentino Rossi, più in difficoltà rispetto al compagno di squadra Maverick Vinales ed a 710 milledimi di ritardo dal miglior crono di oggi. Ditro di lui, per soli 52 millesimi, si piazza Franco Morbidelli, ottavo ed autore del suo miglior piazzamento nelle libere della MotoGP. La Honda numero 21 si è piazzata nei dieci in entrambi i turni di libere di oggi e per lui le aspettative per domani sono molto alte.

PIEDE SBAGLIATO Decimo crono di gioranta per Jorge Lorenzo, che si piazza virtualmente nella SP2 di domani, chiudendo il venerdì davanti al suo compagno di squadra Andrea Dovizioso, oggi solo tredicesimo ad oltre un secondo dal miglior crono della combinata rallentato della rottura del motore della sua Ducati. Dietro di lui e fuori dai dieci, anche le Honda ufficiale di Dani Pedrosa, quattrodicesimo a 22 millesimi dalla Ducati numero 4. 


TAGS: motomondiale valentino rossi jorge lorenzo andrea dovizioso cal crutchlow jack miller marc marquez maverick vinales andrea iannone michele pirro alex rins franco morbidelli johann zarco motogp 2018 motogp mugello 2018 mugello 2018 libere mugello motogp 2018