Autore:
Giulio Scrinzi

CONDIZIONI INTERMEDIE Dopo l'insistente pioggia caduta nella giornata di ieri, il Twin Ring di Motegi oggi ha riservato una sorpresa a tutti i protagonisti della MotoGP: un asfalto metà asciutto e metà bagnato, condizioni intermedie difficili da interpretare nel poco tempo messo a disposizione dai turni di qualifica del sabato giapponese. In questa circostanza l'uomo che avrebbe dovuto arpionare una posizione importante in griglia per il team Ducati ufficiale, Andrea Dovizioso, non è andato oltre il nono posto, mentre il suo compagno di squadra Jorge Lorenzo è riuscito a fare un po' meglio grazie alla quinta prestazione di giornata, che gli è valsa in ultimo una convincente seconda fila.

ANDREA DOVIZIOSOOggi le condizioni dell'asfalto erano molto difficili: la pista era metà asciutta e metà bagnata, difficile da interpretare in così pochi giri a disposizione. Non sono riuscito a sfruttare bene la mia Ducati, anche perchè ho quasi rischiato di cadere alla curva 9 quando ho provato a spingere un po' di più. Peccato per il mio misero nono posto in griglia: se domani però ritornerà la pioggia, credo che potremmo tornare competitivi”.

JORGE LORENZOPartire dalla seconda fila non è affatto male: le condizioni in qualifica non erano l'ideale per noi e probabilmente avremmo potuto fare di più se la pista fosse stata completamente bagnata. L'importante, comunque, è quello di aver conquistato una buona posizione in griglia, che ci permetterà di fare una partenza convincente verso le posizioni che contano. Abbiamo un buon setup di base e credo che la chiave della gara saranno le gomme: se la pista si asciugherà dovremo gestire bene il loro degrado, mentre se rimarrà in condizioni wet fino alla bandiera a scacchi potremo lottare per il podio”.


TAGS: ducati motogp jorge lorenzo andrea dovizioso motogp 2017 team ducati motogp 2017 motogp giappone 2017 motogp motegi 2017