Autore:
Simone Valtieri

LOTTA SERRATA Il motomondiale riparte da Le Mans, sul tracciato Bugatti domenica si disputerà il Gran Premio di Francia, quinta prova del campionato MotoGP 2019. Ci si arriva con una classifica strettissima in cui comanda Marc Marquez a quota 70 punti e precede di una sola lunghezza il connazionale Alex Rins, e di tre Andrea Dovizioso. Anche Valentino Rossi è ancora della partita, pagando appena 9 punti a quota 61, ma dopo l'opaco GP di Spagna, il campione di Tavullia deve alzare il livello su una pista dove in tanti potranno dire la loro, praticamente quasi tutti i rappresentanti di Honda, Ducati, Suzuki e Yamaha avranno la loro chance per fare bene.

ROSSI SERENO "I test di Jerez sono stati positivi per noi, e penso che possiamo anche provare qualcosa durante il weekend francese." - ha spiegato Valentino Rossi - "Le Mans è una pista che mi piace parecchio e la nostra Yamaha di solito si comporta bene lì. L'obiettivo è quello di avere un bel weekend a partire dalle PL1, ed essere veloce sin da subito. Abbiamo avuto un buon passo gara lo scorso anno, per cui dobbiamo ripartire a lavorare da questa base. Spero che il tempo sia clemente per lavorare attraverso il fine settimana in modo tale da mostrare il nostro pieno potenziale. Voglio tornare sul podio e faremo del nostro meglio come team per riuscirci."

DOVIZIOSO POSITIVO Andrea Dovizioso è sulla stessa linea d'onda del connazionale: "Le Mans è una pista nella quale teoricamente dovremmo essere più competitivi che a Jerez, anche se lo scorso anno la gara non è andata come avremmo voluto. Le condizioni meteo giocano sempre un ruolo importante in Francia, e sarà fondamentale gestire al meglio questa variabile. In ogni caso mi aspetto molti avversari veloci, quindi sarà fondamentale partire con il piede giusto fin dalla prima sessione di prove per prepararci nel miglior modo possibile in vista della gara. La Desmosedici GP ha alcune caratteristiche che possiamo sfruttare a nostro favore, ma ci restano da sistemare alcuni dettagli per massimizzare il nostro potenziale e giocarci al meglio le nostre carte domenica, quando si assegnano punti. Sono fiducioso che potremo fare una bella garaLa situazione in campionato è buona ed è totalmente aperta, quest'anno siamo molti a lottare per il campionato e sono contento di essere tra questi. Spero che si possa combattere per la vittoria."

PETRUCCI OTTIMISTA "Le Mans è una delle mie piste preferite" - ha esordito il compagno del Dovi, Danilo Petrucci - "Inoltre presenta tante staccate forti e ripartenze che si addicono alle caratteristiche della mia Desmosedici GP, tanto che lo scorso anno in Francia ho fatto probabilmente la mia gara migliore, conquistando il secondo posto. Il nostro obiettivo per questo fine settimana resta il podio, che penso sia realisticamente alla nostra portata. A Jerez ci siamo andati vicino, ma dovremo innanzitutto essere più veloci in qualifica per stare nel gruppo di testa fin dalla partenza. Non è mai facile mettere insieme tutti i tasselli del puzzle a questo livello, ma abbiamo quello che ci serve per essere competitivi e fare un altro passo avanti a Le Mans"

MORBIDELLI C'È Il quarto moschettiere italiano è anch'esso ottimista per il weekend, su una pista che conosce bene e dove ha già vinto in Moto2 lo scorso anno, parliamo ovviamente di Franco Morbidelli: "Arriviamo a Le Mans in una forma molto buona. Dopo un grande weekend a Jerez siamo riusciti a dsviluppare la moto durante i test del giorno successivo, abbiamo trovato soluzione che possono aiutarci nelle prossime gare. Le Mans ha caratteristiche piuttosto diverse da Jerez, perciò vedremo su cosa dobbiamo lavorare. Dopo quattro gare siamo probabilmente dove saremmo voluti essere, sto battagliando per essere il migliore pilota indipendente ma siamo ancora più affamati. Penso che dopo il Gran Premio di Spagna le possibilità di arpionare il podio sono diventate più concrete, ma dobbiamo ancora lavorare a fondo su di noi, perciò dovremo combattere per raggiungerlo."

MARQUEZ PRUDENTE Nella tradizionale conferenza stampa del giovedì ha parlato invee il leader del Mondiale, Marc Marquez: "Jerez è stata importante per i 25 punti, era quello che cercavamo quindi sono contento. I test lunedì hanno dimostrato la nostra velocità ma Le Mans è una pista completamente diversa, una pista stop&go, quindi ripartiamo da zero e con la mentalità giusta, vedremo durante il weekend quali saranno le condizionie per cercare il modo di lottare per il podio domenica."

RINS IN DIFESA Infine Alex Rins, la rivelazione di questo campionato del mondo, ha parlato anch'esso dai banchi della conferenza di Le Mans: "Dopo la gara di Jerez abbiamo provato diverse cose, un nuovo forcellone, il cucchiaio ed è stato un test molto positivo, abbiamo trovato buone soluzione non per questa gara ma più che altro per ciò che avremo a metà stagione, quindi è andata bene così. Le Mans potrebbe essere un a pista difficile per noi con tutti questi stop & go, ma allo stesso tempo va detto che siamo cresciuti molto rispetto allo scorso anno, perciò questa crescita e la maggiore esperienza saranno due fattori che potranno pesare per fare una buona gara in Francia."


TAGS: rossi motogp lorenzo dovizioso marquez vinales motogp 2019 Rins Petrucci Morbidelli LeMansGP 2019 MotoGP Francia 2019