Autore:
Matteo Larini

YAMAHA VS MARQUEZ Durante il primo giorno di prove sulla pista texana di Austin, Marquez si è dimostrato ancora una volta molto competitivo, in un circuito in cui ha vinto ben sei volte. Il campione in carica, nonostante abbia guidato sia le FP1 che le FP2 a lungo, è stato infine beffato dalle due Yamaha di Vinales e Rossi, rispettivamente prima e terza al termine del secondo turno pomeridiano.

ROSSI FIDUCIOSO Il nove volte campione del mondo sa di dover migliorare per la gara, ma accoglie con favore la terza posizione ottenuta nelle FP2: “Non è andata così male. La terza posizione è molto buona, ho fatto un buon giro e questo è molto importante per rimanere tra i primi 10. Abbiamo dei problemi con il passo e non sono contentissimo con la gomma da gara. Per questo dobbiamo lavorare sul bilanciamento della moto, ma come primo giorno sono abbastanza soddisfatto. Le previsioni meteo per sabato non sono delle migliori, ma speriamo che non arrivi tanta pioggia per non ricominciare tutto da capo e metterci a trovare un buon setting sul bagnato. Spero anche di avere una gara asciutta domenica”.

VINALES SODDISFATTO L’ex centauro Suzuki è contento sia della posizione finale sia del comportamento della moto: “Penso che oggi abbiamo lavorato bene. È davvero importante essere al top perché sabato c’è la possibilità di pioggia. Di certo mi aspetto di essere rapido in qualifica: ho un buon feeling, e quando è così non importa quali siano le condizioni [della pista]”.

MARQUEZ TRANQUILLO Il campione del mondo in carica non è molto preoccupato in vista del resto del fine settimana, pur temendo il connazionale Vinales: "Una buona giornata, indubbiamente. Abbiamo provato tutte le gomme ottenendo dei buoni riscontri, anche sul passo gara siamo messi bene. Sono sicuramente contento di quanto fatto in pista, abbiamo solo qualche problema di dettaglio. Attenzione a Maverick Vinales: ha fatto il miglior giro di giornata ma anche sul passo mi sembra il più pericoloso. Vedremo come andrà". 

LORENZO LONTANO Il maiorchino prosegue il suo apprendistato sulla Honda, ma i suoi tempi sono ancora molto lenti: "Una giornata difficile. La pista ha molte asperità, stiamo cercando di provare molte cose per migliorare e perfezionando l'ergonomia per sentirmi ad agio nei cambi di direzione. Celebrare Nicky Hayden oggi è stato speciale, ci manca molto".

DOVIZIOSO GUARDA ALLA GARA Il vicecampione 2018 non è felicissimo per il risultato ottenuto, ma confida di poter lottare alla domenica: “Sapevamo che su questa pista avremmo faticato un po’, ma tutto sommato in assetto da gara siamo stati abbastanza competitivi. In particolare, durante il pomeriggio, il nostro passo era buono. Col senno di poi, credo che non abbiamo scelto la gomma anteriore migliore per il time attack alla fine della FP2. Non sono riuscito a fare un giro come avrei voluto, ed è un peccato perché domani probabilmente pioverà. Guardando al lato positivo, disputare la Q1 potrebbe rappresentare un vantaggio per arrivare in Q2 con più feeling sul bagnato. Dobbiamo innanzitutto vedere le condizioni meteo, che potranno influenzare molto le posizioni in griglia e, di conseguenza, anche la gara, e farci trovare pronti”.


TAGS: rossi motogp dovizioso marquez vinales motogp 2019 AmericasGP 2019