Pubblicato il 17/05/21

DISTRAZIONE POST CADUTA Nell'insidioso GP Francia di quest'anno, il campione del mondo in carica Joan Mir ha corso in modo conservativo nella prima parte di gara, ma ha poi commesso un clamoroso errore mentre si apprestava a rientrare ai box per il cambio di moto. L'aspetto paradossale è che ciò per cui lo spagnolo ha dei rimorsi non è tanto la caduta poco prima di entrare nella pitlane, quanto ciò che ha fatto negli istanti immediatamente successivi.

REGOLAMENTO INFRANTO Mir ha lasciato la moto nella ghiaia e ha cominciato a correre verso i box, un'azione insensata come lui stesso ha ammesso al termine della gara: ''Sono davvero deluso. Non mi aspettavo quella caduta, era imprevedibile, c'era molta acqua in pista ed eravamo con le slick, non stavo spingendo, stavo solo andando ai box. Ho perso non so se l'anteriore o il posteriore, ma la moto è scomparsa. E poi con l'adrenalina e tutto il resto ho sbagliato: ho visto che la moto era spenta, non andava e ho iniziato a correre per andare ai box. Senza alcun senso''. Mir sarebbe dovuto rientrare invece con la sua Suzuki, per poi poter proseguire, come recita l'articolo 1.18.17 del regolamento: ''Il pilota deve entrare nella corsia dei box con la sua moto''.

ERRORE DA NON RIPETERE Questa regola era nota a Mir, ma in quegli attimi concitati è passata in secondo piano: ''Devo imparare da questa esperienza, perché sapevo che sarei dovuto rientrare con la moto se volevo proseguire la gara, ma in quel momento ho commesso un errore. Mi dispiace per la squadra, questa è una cosa che non si deve ripetere''. Il campione del mondo in carica ha sprecato l'occasione di conquistare punti pesanti. Per fare un esempio, Iker Lecuona era a sua volta caduto nelle prime fasi, ma risalendo in sella ha poi chiuso al nono posto.


TAGS: motogp Mir FrenchMotoGP 2021