Pubblicato il 22/11/2020 ore 14:40

ANCORA UN MONDIALE Si chiude il mondiale MotoGP con un sacco di belle notizie per l'Italia. A vincere il Gran Premio del Portogallo ci ha pensato, dominandolo, Miguel Oliveira, scappato dopo lo spegnimento dei semafori e rivisto dagli altri solo dopo la bandiera a scacchi. Secondo è arrivato Jack Miller, che si è preso la rivincita su Franco Morbidelli beffandolo all'ultimo giro. Per la Ducati il secondo posto dell'australiano significa aver vinto il titolo mondiale costruttori, mentre per Morbido la terza piazza si traduce nel ruolo di vice-iridato alle spalle di Joan Mir e di campione del mondo dei team indipendenti. Gara divertente soprattutto nel gruppone alle loro spalle, dal quale emerge Pol Espargaro, quinto nella classifica finale, che ha chiuso davanti a Nakagami e a Dovizioso, autore di una bella prova in rimonta che gli vale la quarta piazza iridata finale. Giornata nera per la Suzuki con Rins 15° e Mir ritirato, e anche per la Yamaha che - fatta eccezione per Morbidelli - ha chiuso 11° con Vinales e 12° con un discreto Rossi, capace di rimontare e mettersi alle spalle Crutchlow e Quartararo. Grazie a Andrea Dovizioso, Cal Crutchlow e Tito Rabat che chiudono qui la loro carriera in MotoGP, anche se per il Dovi potrebbe trattarsi di un arrivederci.

Gli orari tv del weekend di Portimao | Tutte le info e i risultati del GP del Portogallo 2020 | Classifica piloti e costruttoriCalendario MotoGP 2020

Sessione terminata. Rivivi il GP del Portogallo 2020 classe MotoGP con la nostra cronaca minuto per minuto.

16.05 - E... non c'è più tempo. Vi salutiamo e vi ringraziamo per averci seguito, grazie a tutti e buona domenica! La MotoGP torna il prossimo anno, restate su Motorbox per non perdere tutte le informazioni in vista della prossima stagione!

16.02 - Tocca a Valentino Rossi, ai microfoni di Sky: ''Un weekend difficile, abbiamo fatto fatica da venerdì, però ho cercato di mettercela tutta oggi, ci voleva una gara dignitosa per salutare questo team e i miei amici, qualcuno verrà con me, altri no. 15 anni insieme è stato unbel film con primo e secondo tempo, ringrazio tutti, è stata la parte più importante della mia carriera e della mia vita. Non sapevo che sensazione mi avrebbe fatto, ho corso per tanti team ma questo è stato quello della mia vita, ma sono molto contento, è stato bello, abbiamo vinto un sacco insieme, momenti belli più che i brutti, è stato figo. In gara sono partito indietro e male, non ho mai avuto la strada libera sennò oggi avevo un buon passo, sono andato bene fino alla fine ma si faceva molto fatica a passare oggi''.

15.59 - Ora Jack Miller, ottimo secondo nella gara di oggi con un sorriso larghissimo sotto il baffo del Movember: ''Miguel oggi era su un altro livello, ho cercato di gestire subito lagara ma lui è andato in fuga rapidamente, e io e Frankie andavamo su un ottimo passo, e comunque lui è riuscito a scappare. Ho dato il masismo che potevo quest'oggi, era difficile superare, più di quanto mi aspettassi, volevo provarci un po' prima su Frankie ma riusciva a sfruttare bene la frenata ed era difficile, si rischiava di andare largo. Ci ho provato all'ultimo giro e stavolta ci sono riuscito. Grandissimi complimenti a Miguel, sembrava scritta questa sua vittoria. Il prossimo anno torneremo ancora più forti, ho finito sentendo di essere al top e vedremo l'anno prossimo. Ringrazio il team Pramac per gli ultimi tre anni, è merito loro se sono a questo livello''.

15.56 - Tocca a Franco Morbidelli, il vice campione del mondo 2020: ''Un gran modo per concludere questo meraviglioso campionato, un podio, ed è grandioso, abbiamo avuto un po' di sfortuna forse, non avevamo tutti gli occhi puntati su di noi ma questo ci ha aiutato a lavorare ancora meglio e concentrarci su di noi. Grandissimi ringraziamenti al team e alla Yamaha, e alla fine abbiamo fatto un lavoro magnifico. Parlando della gara ero al limite, Miguel oggi era intoccabile, ho cercato di spremere il potenziale delal moto più che potevo e di crearmi un vantaggio su Jack, ma alla fine è rimasto con me e stavolta ha messo le sue ruote davanti alle mie, e non sono riuscito a ripassarlo, quindi complimenti a lui, ora ci riposiamo e ci prepariamo per l'anno prossimo.''

15.53 - Attendiamo le parole di alcuni dei protagonisti di oggi, e poi metteremo un punto finale su questa entusiasmante stagione della MotoGP. Andrea Dovizioso ai microfoni di Sky: ''Ero talmente focalizzato sul quarto posto in classifica che sono ancora dentro la gara, volevo finire bene, purtroppo non è facile recuperare da dietro, ma bello, bello, siamo quarti in campionato nonostante il poco feeling di questa stagione, non è male. Mi allenerò ancora di più per tornare, non mollo. Grazie a tutti per il supporto di questi anni, è stato bello''.

 

15.50 - Si è chiuso il Mondiale più sorprendente degli ultimi 70 anni. Lo ha vinto Joan Mir, e tanti giovani hanno quasi mandato in pensione i vecchi campioni: 3 vittorie per Quartararo (altalenante a dir poco) e Morbidelli, 2 per Oliveira e Rins, nove piloti diversi hanno vinto almeno una gara sulle 14 di questo mondiale ridisegnato da quel balordo del Covid-19.

15.48 - Baci, abbracci, applausi e commozione in tanti box, in primis queli di Valentino Rossi e Andrea Dovizioso, il primo all'addio al team Factory Yamaha, il secondo al team Ducati Corse. All'interno dei limiti tecnici odierni, hanno entrambi un paio di spunti di cui essere soddisfatti dalla gara di oggi. Grande festa anche per Cal Crutchlow, che sgassa davanti a tutto il team con la sua maglietta e il n.35 sul petto.

15.47 - Alle spalle dei primi tre hanno chiuso Pol Espargaro, Taka Nakagami, Andrea Dovizioso, Stefan Bradl, Aleix Espargaro, Alex Marquez e Johann Zarco. Alla fine Vinales e Rossi hanno superato Crutchlow che ha chiuso 13°, poi Quartararo e Rins in zona punti. Nel tweet del team LCR la classifica finale.

15.45 - Miguel Oliveira vince meritatamente una gara dominata dal primo all'ultimo giro! Il portoghese vince in casa la seconda gara dell'anno, poi Jack Miller che regala con questo secondo posto il titolo costruttori alla Ducati. Ottimo terzo Franco Morbidelli, che è vice-iridato recuperando 16 punti su Mir e chiudendo in classifica a -13 dalla vetta.

15.44 - E stavolta riesce a passare Jack Miller che beffa Franco Morbidelli e poi sfrutta il motore del Ducatone per difendersi sul rettilineo! Vince Miguel Oliveira, poi Miller e Morbidelli, con l'italiano ufficialmente vice campione del mondo!

15.43 - Ultimo giro! Rettifichiamo, Rins è ancora in gara, è 15°. Era Mir quello inquadrato. Morbidelli è tallonato da Miller che ci prova...

15.42 - Crollato Crutchlow intanto che ora è 11°e tallonato da Vinales e Rossi. Tra i  più veloci in pista al momento ci sono proprio le due Yamaha ufficiali e la Honda di Nakagami.

15.41 - Due giri alla bandiera a scacchi con Oliveira che mantiene 4'' di margine sui due dietro che stanno spingendo tantissimo, Morbidelli cnon ci sta a farsi riprendere. 

15.40 - Ritirato anche Alex Rins, ci è sembrato di vederlo rientrare ai box fugacemente inquadrato dalle telecamere. E dunque il titolo costruttori è ufficialmente della Ducati. Cade Lorenzo Savadori.

15.39 - Tre giri al termine per Oliveira, 4''2 su Morbidelli e Miller sempre vicini. Taka Nakagami si è preso la quinta posizione passando Andrea Dovizioso, ora braccato da Bradl.

15.38 - Meno di quattro giri al traguardo, Oliveira ce l'ha in tasca, vedremo chi arriverà secondo tra Morbidelli - che nel misto fugge - e Miller, che lo riprende in rettilineo. 

15.37 - Intanto Jack Miller comincia a mettere pressione su Franco Morbidelli. Davanti sempre Oliveira con 4''5 sulla coppia inseguitrice.

15.36 - Ed eccolo lo spettacolo, doppio sorpasso di Andrea Dovizioso che passa Zarco e Crutchlow, poi i due si disuniscono e vengono passati anche da Nakagami e Bradl!

15.35 - 6 giri al termine, sempre identica la situazione là davanti. Ci aspetiamo un po' di divertimento da Morbidelli e Miller e dal gruppone selvaggio là dietro, con Valentino Rossi che intanto ha passato Alex Rins, superato anche da Fabio Quartararo. 

15.34 - Andrea Dovizioso si prende la settima posizione superando Stefan Bradl, ora nel mirino di Taka Nakagami.

15.33 - 7 giri alla fine, Oliveira prosegue con 4''2 su Morbidelli e Miller sempre lì, a pochi decimi dall'italiano.

15.32 - Problemi elettrici per Joan Mir. Questa la causa del ritiro. Valentino Rosis intanto passa Fabio Quartararo e ora trova Alex Rins, passato da Maverick Vinales. Quattro big della MotoGP che lottano per la 12° piazza... una stagione stranissima!

15.31 - Oliveira, poi Morbidelli e Miller, in quarta c'è sempre Pol Espargaro ora davanti a Zarco che ha appena passato Crutchlow. Bradl settimo davanti a Dovizioso, Nakagami e Aleix Espargaro.

15.30 - Mentre davanti Oliveira veleggia con 4''2 di margine su Morbidelli tra i curvoni di Portimao, dietro si sportellano Quartararo e Vinales con lo spagnolo che ha passato il francese.

15.29 - Si profila un bel duelo per la 13° posizione tra Quartararo, Vinales e Rossi. Non varrà nulla per la classifica, ma vale tanto per ognuno di loro, ne siamo certi.

15.28 - 10 giri al termine, Oliveira ha 4''1 su Morbidelli, ma per l'italiano si profila una riedizione di 7 giorni fa con un nuovo duello con Miller, stavolta per la seconda piazza. Il Morbido, anche giungendo terzo, sarebbe comodamente vice-iridato.

15.27 - Rossi chiude il gruppone del 4°-15° posto ed è  molto vicino a Vinales. Intanto Joan Mir non sta in piedi e sceglie di tornare ai box e ritirarsi.

15.26 - 11 giri alla fine, 4'' tra Oliveira e Morbidelli. La Ducati ha tre moto davanti alla prima Suzuki e blinda il titolo costruttori. Rins dovrebbe risalire da 10° a 3° per riaprire i giochi.

15.25 - Dal quarto, Pol Espargaro, in poi sono oltre i 10''. Ora Dovizioso passa sia Nakagami che Rins ed è ottavo!

15.24 - Dodici giri alla fine Morbidelli è sempre a 3''8 da Oliveira. Miller a 4''4.

15.23 - Johann Zarco supera ora Stefan Bradl e diventa sesto. Rins e Nakagami si sfiorano e ne approfitta Dovizioso che gli è vicinissimo.

15.22 - 13 giri alla fine, Morbido a 3''7 da Oliveira che sta rifiatando un po', in assoluto controllo. Miller sempre lì, poi Pol Espargaro, Crutchlow, Bradl, Zarco, Rins, Nakagami e Dovizioso.

15.21 - Negli ultimi due giri si è mantenuto costante il distacco tra Oliveira e Morbidelli, ora separati da 3''8. 

15.20 - Intanto arrivano notizie di un infortunnio alla spalla per Bagnaia, non si capisce ancora bene come se lo sia procurato, se in un contatto con Mir oppure con Petrucci. Male intanto quasi tutte le Yamaha con Quartararo 12°, Vinales 14° e Rossi 15°.  Il solo che tiene botta è Franco Morbidelli, e alla grandissima, secondo.

15.19 - Ne passa due insieme Dovizioso che supera Alex Marquez e Fabio Quartararo e ora è decimo!

15.18 - Mentre davanti sono tutti sfilacciati, grandi lotte nel gruppone con Quartararo e Nakagami che stanno dando spettacolo e sono impegnati in un duello che vede al momento vincitore il giapponese.

15.17 - Nuovo giro veloce di Miguel Oliveira in 1:39.8, un ritmo insostenibile per chiunque. Morbidelli è sul 40 basso ed è secondo a 3''9! 

15.16 - Sta facendo una gran bella gara Stefan Bradl, che resiste bene in sesta posizione, ma dovrà tenere a bada un gruppo selvaggio di pilotiche si snoda fino alla 15° posizione.

15.15 - 17 giri al termine con Miguel Oliveira che ora ha 3''4 su Franco Morbidelli.

15.14 - Morbidelli riesce anche a prendere un margine minimo su Miller. Pol Espargaro si prende la quarta piazza superando Crutchlow.

15.13 - Miguel Oliveira in fuga! 3'' ora su Morbidelli e Miller!

15.12 - La situazione è per ora buona per la Ducati, con Miller terzo e Zarco settimo, mentre la prima Suzuki è di Rins ottava. Al momento il titolo costruttori andrebbe a Borgo Panigale.

15.11 - 20 giri al termine, la top ten è Oliveira, Morbidelli, Miller, Crutchlow, Pol Espargaro, Bradl, Zarco, Quartararo, Rins e Nakagami. Mir è 16° e arrivato ora su Rossi.

15.10 - Oliveira 2''6 sul gruppetto di Morbidelli e Miller con Crutchlow che  si è un po' staccato.

15.09 - Sembra la gara della Moto3 di stamattina con Oliveira che se ne va come Fernandez, e gli altri che restano dietro, un po' più sfilacciati. Grandi duelli nella top ten con Vinales che scivola fino alla 13° posizione infilato da Rins, Nakagami, Dovizioso e Alex Marquez.

15.08 - Quarto giro chiuso Oliveira ha 2'' di margine su Morbidelli!

15.07 - Dietro di loro bene Zarco che è settimo e ha passato Vinales e Quartararo. Rossi al momento + 15°, Dovizioso 12°.

15.06 - Se ne va Miguel Oliveira che ora ha 1''8 su Morbidelli. E sono passati solo 3 giri! Miller, Crutchlow e Bradl resistono nella top 5 con Pol Espargaro un po' più staccato a causa di un largo al giro precedente.

15.05 - Secondo giro finito. Oliveira ha scavato un piccolo margine di un secondo su Morbidelli e se ne sta andando sul passo. Dietro a Morbido sono vicini Miller, Crutchlow, Bradl e Pol Espargaro. Mir ha rischiato di sdraiarsi, era già arrivato nella top ten sotto Zarco ma per evitare il francese si è rialzato ed ora è di nuovo 17° Caduto intanto Brad Binder con la KTM.

15.04 - Ritiro per Pecco Bagnaia, che procede lento in pista! Un finale di stagione da dimenticare per il giovane ducatista.

15.03 - Termina il primo giro, subito duello tra Miller e Morbidelli che lo lascia dietro, Oliveira prova subito a staccarsi. Alle spalle dei primi tre ci sono Crutchlow, Pol Espargaro, Rins, Bradl, Quartararo, Zarco e Vinales. Rossi 17°.

15.02 - Fila via liscia la prima curva senza cadute, Oliveira mantiene la testa su Morbidelli e Miller!

15.01 - I piloti si stanno schierando sulla griglia. Occhio a Morbidelli 2°, Quartararo 5°, Vinales 8°, Pol Espargaro 9°, Rins 10° e Dovizioso 12° che si giocano la seconda piazza iridata. Pronti.... VIA!!!

14.59 - Ci siamo, il giro di formazione è partito! Prima pole position in carriera per Miguel Oliveira, ottenuta sulla pista di casa per il pilota portoghese.

14.57 - Tre minuti al via, questa sarà l'ultima gara in MotoGP per Tito Rabat, Cal Crutchlow e, forse, anche per Andrea Dovizioso, che si prende un anno sabbatico e speriamo possa tornare in griglia nel 2022. Ignota invece la posizione di Bradl e Savadori, che al moento occupano i posti di Marc Marquez e quello vacante in Aprilia: chissà se li rivedremo al via nel 2021. Ci saranno anche tantissimi cambi di team, per cui sarà anche l'ultima gara con i rispettivi team per Rossi, Quartararo, Miller, Bagnaia, Oliveira, Zarco, Pol Espargaro, Alex Marquez e Petrucci.

14.54 - Diamo un'occhiata invece alla griglia di partenza: dalla pole position scatterà il padrone di casa Miguel Oliveira con la KTM, con la compagnia di Morbidelli (Yamaha) e Miller (Ducati). Seconda fila con Crutchlow (Honda), Quartararo (Yamaha) e il sorprendente Bradl (Honda). Vinales scatta 8°, Rins 10°, Dovizioso 12° con gli altri italiani più staccati: Bagnaia 15°, Rossi 17°, Petrucci 18° e Savadori 19°.

1a Fila 1. Oliveira    
  KTM 2. Morbidelli  
    Yamaha 3. Miller
2a Fila 4. Crutchlow   Ducati
  Honda 5. Quartararo  
    Yamaha 6. Bradl
3a Fila 7. Zarco   Honda
  Ducati 8. Vinales  
    Yamaha 9. P. Espargaro
4a Fila 10. Rins   KTM
  Suzuki 11. Nakagami  
    Honda 12. Dovizioso
5a Fila 13. Binder   Ducati
  KTM 14. A. Espargaro  
    Aprilia 15. Bagnaia
6a Fila 16. A. Marquez   Ducati
  Honda 17. Rossi  
    Yamaha 18. Petrucci
7a Fila 19. Savadori   Ducati
  Aprilia 20. Mir  
    Suzuki 21. Rabat
8a Fila 22. Kallio   Ducati
  KTM    

14.51 - Torniamo ora alla MotoGP! In lizza per il secondo posto iridato c'è un mucchio selvaggio che comincia da Franco Morbidelli con 142 punti e continua con Alex Rins a 138, Maverick Vinales a 127, Fabio Quartararo e Andrea Dovizioso a 125 e Pol Espargaro a 122. Questi sei piloti si giocheranno il ruolo di vice-iridato alle spalle di Joan Mir. Si assegna anche il titolo costruttori: Ducati e Suzuki hanno entrambi 201 punti, vincerà la casa che metterà il pilota più avanti in classifica. Pochissime le chance della Yamaha di recuperare da 188.

14.49 - In Moto3 non c'è l'ha fatta invece Tony Arbolino, nonostante una generosissima rimonta dalla 27° alla 5° piazza finale. La gara è stata vinta dall'imprendibile Raul Fernandez davanti a un fantastico Dennis Foggia, secondo nonostante due long lap penalty, ma il titolo se l'è portato a casa Albert Arenas, alla fine solo 12° dopo tanti duelli, tra cui uno bellissimo con lo stesso Arbolino. 

14.47 - Prima di occuparci di MotoGP, diamo però un'occhiata a quanto accaduto stamattina nelle altre due classi perché c'erano due titoli da assegnare. E cominciamo dalla Moto2 con Enea Bastianini che è diventato Campione del Mondo della classe Moto2! Il riminese ha condotto una gara accorta, finendo quinto lottando con Bezzecchi (4°), Martin (6°) e Fernandez (7°). Davanti ha vinto l'australiano Remy Gardner su un Luca Marini che si è arreso solo a due giri dal termine, dopo aver condotto tutta la gara. Terzo un immenso Sam Lowes, che con la mano rotta ha mollato solo negli ultimissimi giri.

14.45 - Buongiorno a tutti cari amici di Motorbox, tra 15 minuti inizierà l'ultima gara dell'anno, il Gran Premio del Portogallo sul funambolesco tracciato dell'Algarve di Portimao. La classe MotoGP ha già assegnato il suo titolo a Valencia lo scorso weekend a Joan Mir, che qui scatterà 20°. Oggi però si decidono: chi sarà il vice-iridato, chi vincerà il titolo costruttori e poi, soprattutto, si gareggia per la vittoria nella prima gara di sempre della classe regina a Portimao.


TAGS: MotoGP 2020 Live MotoGP PortugalMotoGP 2020