Pubblicato il 20/11/2020 ore 11:00

TEST O PROVE LIBERE? I primi 70 minuti in pista a Portimao si chiudono  con una classifica molto rimescolata rispetto ai soliti valori in campo, pur in una stagione che questi valori li ha rimescolati abbondantemente. Giovano dell'esperienza dei test sia Lorenzo Savadori, ottimo quarto con l'Aprilia (lui che comunque a Portimao c'aveva già corso in Superbike), che Stefan Bradl, decimo con la Honda, ma la voce grossa la fa Miguel Oliveira, il padrone di casa che il tracciato dell'Algarve lo conosce bene e che fa il miglior tempo davanti a Maverick Vinales e Aleix Espargaro, scendendo già sotto il record della pista della classe Superbike di qualche centesimo. Nei dieci anche Pol Espargaro, Crutchlow, il fresco campione Mir, Quartararo e Nakagami. Subito fuori invece Rins, Dovizioso, Morbidelli, mentre qualche difficoltà in più la hanno avuta Bagnaia, Petrucci e Rossi, raccolti tra la 17° e la 19° posizione ma con distacchi pesanti. Nota bene: Jack Miller, titolare del 16° tempo, aveva fatto uno stratosferico 1'39.6, di mezzo secondo migliore rispetto al tempo di Oliveira, crono però rimosso per un'escursione sul verde.

Gli orari tv del weekend di Portimao | Tutte le info e i risultati del GP del Portogallo 2020 | Classifica piloti e costruttoriCalendario MotoGP 2020

Sessione terminata. Rivivi le FP1 del GP del Portogallo 2020 classe MotoGP con la nostra cronaca minuto per minuto.

12.27 - Chiudiamo qui il nostro primo LIVE del weekend. Miguel Oliveira guarda tutti dall'alto stamattina, l'appuntamento è per le 15 in punto con la seconda sessione di prove libere, anche stavolta di 70 minuti! Grazie a tutti per averci seguito e a più tardi!

12.25 - Una classifica strana, con tanti outsider nei 10, molto più simile a una graduatoria da test che da prove libere. E un po' questi sono stati questi lunghi 70 minuti in pista, con molti piloti che si sono concentrati più sul setup che sulla ricerca del tempo. Fuori dai 10 Dovizioso 12°, Morbidelli 13°, Rossi 20°. La classifica completa nel tweet del team LCR.

12.23 - Finisce qui, la vetta se la prende Oliveira in extremis che beffa Vinales per 40 millesimi e Aleix Espargaro per 114. Bravissimo Lorenzo Savadori, quarto a 175 e migliore degli italiani. Nella top ten anche Pol Espargaro, Crutchlow, Mir, Quartararo, Nakagami e Bradl.

12.21 - Dobbiamo capire per quale motivo è stato tolto il tempo a Miller, che aveva rifilato mezzo secondo a tutti! Forse un passaggio sul verde. Arriva Miguel Oliveira: 1:40.122! Miglior tempo per il padrone di casa con la KTM!

12.20 - Bandiera a scacchi! Con le gomme nuove e la pista gommata stanno fioccando i caschi rossi e arancioni! Jack Miller passa ora sul traguardo: 1.39.6 ma con tempo tolto! Lorenzo Savadori 2° a un decimo da Vinales! Aleix Espargaaro lo beffa ora e si riporta in seconda piazza!

12.18 - Gran tempone di Maverick Vinales! Il pilota spagnolo fa 1:40.162! Sotto al record della pista della Superbike! Aleix Espargaro e Miguel Oliveira subito sugli stessi tempi con 221 e 256 millesimi di ritardo, 2° e 3°.

12.17 - Caschi rossi ora anche per Vinales...

12.16 - Ottimo balzo di Dovizioso che passa da 15° a 3°! 1:40.961 per il pilota della Ducati, alla sua ultima gara con il team e - forse  - in MotoGP!

12.15 - Casco rosso per Dovizioso ora nel primo settore, arancione di poco nel secondo...

12.14 - Si lancia ora Fabio Quartararo. Anche Pecco Bagnaia un po' in difficoltà oggi, ha migliorato il suo tempo ma è passato solo dalla 20° alla 19° piazza, superando Rossi...

12.12 - Siamo entrati negli ultimi dieci minuti, vediamo se qualcuno ci regala un tempo ancora migliore di quello di Fabio Quartararo.

12.11 - Jack Miller sta migliorando in questo momento la sua prestazione... ma anche lui, come Dovizioso poco fa, torna ai box.

12.09 - Non ci sono al momento altri caschi arancioni in pista, i piloti sono rientrati ai box in massa e ci sono pochi in pista, tra cui Mika Kallio (ultimo), che in questo weekend sostituisce Iker Lecuona, a casa con il Covid-19, sulla KTM.

12.06 - Migliorano Zarco e Oliveira che si prendono 6° e 7° posizione. Ora tra 1° (Quartararo) e 10° (Savadori) ci sono 383 millesimi.

12.05 - Quindici minuti al termine di queste lunghissime FP1. Sta migliorando Andrea Dovizioso con tre caschi arancioni... ma rientra ai box il centauro della Ducati.

12.04 - Tra Quartararo, primo, e Zarco decimo, ci sono 435 millesimi. Tempi non raccolti come lo scorso fine settimana, ma su una pista così lunga è comunque un distacco minimo.

12.03 - Piccolo passetto in avanti anche Per Valentino Rossi che da 20° diventa 18°, ma paga ancora 1''5 da Quartararo. Arriva Alex Rins che migliora e diventa 3° in 1:41.135.

12.01 - Quartararo, Bradl, Morbidelli, Mir, Oliveira e ora in sesta piazza si inserisce Lorenzo Savadori, a soli 383 millesimi dal francese! Bravo Lorenzo che questa pista l'ha già vista quando correva in Superbike! Avevamo persino dimenticato del sesto italiano in pista, grazie Lorenzo per esserti fatto sentire!

11.59 - Terzo ora Joan Mir in 1:41.218. Meglio fa Franco Morbidelli in 1:41.167 e si prende lui la terza piazza.

11.58 - E uno squillo l ofa ora Aleix Espargaro, che aveva 2 decimi di margine al terzo settore e poi chiude in quinta piazza a 159 dalla vetta. Ma stanno migliorando in tanti... e infatti cambia tutto: Fabio Quartararo primo in 1:40.877! Stefan Bradl migliora ma è secondo a 43 millesimi dal francese! Sono i primi due piloti a scendere sotto i 101 secondi.

11.57 - Siamo invece ancora in attesa di uno squillo da parte di altri quattro piloti italiani, visto che l'unico messo bene è Franco Morbidelli terzo. Gli altri sono nelle retrovie con Dovizioso in P15, Bagnaia in P17, Rossi in P19 e Petrucci in P20.

11.56 - Stefan Bradl per altro ha un buon feeling con il Portogallo. Ha già vinto due volte il GP lusitano ma sul tracciato dell'Estoril, in Moto2 nel 2010 e 2011.

11.54 - Migliora ancora Franco Morbidelli che con 1:41.375 è terzo. 

11.53 - Sorpresa in testa in questo istante: Stefan Bradl con la Honda fa 1:41.235, confermando quanto detto poco fa, una pista che potrebbe essere buona un po' per tutte le moto.

11.52 - Migliora anche Franco Morbidelli che scende a 1:41.480 e si mette in quarta posizione.

11.51 - Non c'è una moto che prevale nettamente sulle altre al momento. Ai primi quattro posti abbiamo una KTM, una Yamaha, una Ducati e una Suzuki. Vinales conferma la seconda piazza migliorando fino a 1:41.377.

11.49 - In testa va ora Miguel Oliveira. Il padrone di casa con la KTM fa 1:41.258, siamo a poco più di un secondo dal record di Johnny Rea con la Kawasaki Superbike.

11.48 - Non c'è molto grip ancora in pista, la pista deve essere gommata, ma la situazione sta migliorando. Joan Mir - per esempio - aveva 3 decimi di margine a metà giro sul riferimento di Vinales e poi ha deciso di abortire il giro e tornare ai box. Ora Jack Miller si mette in seconda piazza a 13 millesimi dallo yamahista.

11.46 - Torniamo all'attualità. Vinales è sempre in testa, al secondo posto ora c'è Mir a 90 millesimi e poi Miller a 157. Quarto si è inserito Pol Espargaro a 196, poi Oliveira a 276 e Quartararo a 294. Nakagami, Marquez, Zarco e Morbidelli chiudono la top ten. 

11.44 - In estrema sintesi: Enea Bastianini ha bisogno di salire sul podio per la matematica certezza di vincere il titolo in Moto2, Albert Arenas anche. Tony Arbolino invece dovrà vincere sperando che Arenas non faccia podio, oppure comunque arrivare entro i primi quattro con lo spagnolo nelle retrovie o fuori dai punti.

11.43 - E cogliamo l'occasione, visto che in pista ancora non migliorano, proprio per ricordare che nel weekend si assegneranno i titoli di Moto2 e Moto3. Nel primo caso sono in quattro in lizza tra cui tre italiani: Enea Bastianini è il grande favorito: ha 14 punti di margine su Sam Lowes, 18 su Luca Marini e 23 su Marco Bezzecchi. Nel secondo caso invece il favorito è lo spagnolo Albert Arenas, che ha 8 punti di margine sul giapponese Ai Ogura e 11 sull'italiano Tony Arbolino.

11.40 - Insomma, sarà una griglia rivoluzionata quella 2021, con anche l'inserimento di tre rookie: gli italiani Enea Bastianini e Luca Marini in Ducati Esponsorama e Jorge Martin in Ducati Pramac, e siamo tutti in attesa di conoscere chi sarà il sostituto dello sfortunatissimo Andrea Iannone in Aprilia. Il nome che va per la maggiore attualmente è quello di Joe Roberts, bravo pilota americano anch'esso della classe Moto2.

11.38 - Abbiamo detto dei saluti di Rossi al suo team, di Dovi alla Ducati e di Crutchlow alla Honda, ma quella di oggi sarà l'ultima gara con il proprio team per molti altri piloti: anche Petrucci lascerà la Ducati per la KTM nel 2021, Miller e Bagnaia saluteranno il team Pramac per il team ufficiale di Borgo Panigale e Joahnn Zarco prenderà il posto di uno dei due salutando il team Esponsorama, così come il suo compagno Rabat che dirà addio alla MotoGP. Ma non finisce qui: ultima gara anche per Alex Marquez con il team Repsol (passerà all'LCR nel 2021) e per Pol Espargaro con KTM (prenderà il posto di Marquez in Honda).

11.35 - Nuovo miglior tempo per Maverick Vinales: 1:41.427! Siamo a 1''3 dalla Superbike, continua l'ascesa.

11.32 - Davanti a tutti c'è Jack Miller (Ducati) con 1:41.584, a 119 millesimi troviamo due piloti, Miguel Oliveira (KTM) e Maverick Vinales (Yamaha), poi Taka Nakagami a 191 millesimi e Alex Marquez a 226, entrambi con la Honda. Morbidelli con la Yamaha paga 399 millesimi, poi Rins a 407, Aleix Espargaro con 479, Johann Zarco a 718 e Joan Mir a 868.

11.30 - Diamo un'occhiata alla top ten dopo venti minuti in pista. Una cosa che non vi abbiamo detto è che - essendo questa una pista nuova - le FP1 dureranno ben 70 minuti e dunque ne mancano altri 50 circa alla conclusione. D'altronde i piloti hanno bisogno di familiarizzare con gli spettacolari saliscendi del Circuito dell'Algarve!

11.27 - Questo è un weekend importante anche perché - in qualità di ultimo giorno di scuola - vedremo tanti saluti in molti team. Valentino Rossi lascerà il team Monster Energy Yamaha per passare al Petronas il prossimo anno, Andrea Dovizioso saluterà invece la Ducati per un anno sabbatico e lontano dalla MotoGP, mentre Cal Crutchlow dirà addio alla Honda per diventare tester Yamaha il prossimo anno.

11.25 - Quella di Portimao è comunque una pista bellissima su cui corre, molto scorrevole, non ci sono grossissime staccate se non in curva 1, e per questo in realtà i tempi potrebbero non essere troppo diversi rispetto alla Superbike. Jack Miller balza ora in testa con la Ducati in 1:41.584. Siamo a 1''4 dal primato delle derivate di serie.

11.23 - L'obiettivo è dunque quello di scendere sotto l'1.40 nel corso del fine settimana, e vista la progressione in atto, pensiamo che lo si possa fare con relativa facilità.

11.21 - Torna davanti Miguel Oliveira in 1:41.703. Davanti a Miller di 172 millesimi e a Rins di 288.

11.20 - Molti altri piloti hanno potuto provare la pista nei test organizzati qui lo scorso mese, in sella a delle Superbike. E a proposito di Superbike, qui il record della pista appartiene a Jonathan Rea in 1.40''372, ma già nei test di ottobre Aleix Espargaro ha fatto segnare con l'Aprilia un tempo migliore, in 1:40''170. Al momento Alex Rins scende a 1:41.991, siamo a 1''8 da quel limite.

11.19 - Ora in testa si è portato il padrone di casa Miguel Oliveira in 1:42.497 con la KTM. Occhio sia a lui - che evidentemente la pista la conosce bene avendoci corso in gioventù - e Franco Morbidelli, che qui ci ha vinto quando correva in Superstock 600 nelle derivate di serie.

11.17 - Cominciano ad arrivare i primi tempi, in questa bellissima giornata portoghese con un cielo azzurro e temperature quasi primaverili! Il primo davanti è il campione del mondo Joan Mir in 1:43.169 con la sua Suzuki.

11.15 - Per il titolo costruttori invece la situazione è meno ingarbugliata. Se lo giocheranno Ducati e Suzuki, che al momento guidano la classifica con 201 punti. La casa che piazzerà un piloti più avanti in classifica domenica, vincerà il campionato. Quasi nessuna chance per la Yamaha, nonostante le 7 vittorie (!) stagionali, per via della penalizzazione subita di 50 punti per via del motore irregolare di Jerez. Altrimenti la casa di Iwata avrebbe già il titolo in tasca, invece insegue a 13 punti dalle altre due.

11.12 - Dicevamo del ruolo di vice-iridato. Franco Morbidelli è attualmente secondo dopo il brillante successo di martedì scorso nel GP della Comunità Valenciana, ma la classifica è strettissima con sei piloti in 20 punti. A insidiare il Morbido ci proveranno Alex Rins (Che al momento è a -3 punti), Maverick Vinales (a -15), Fabio Quartararo e Andrea Dovizioso (entrambi a -17) e Pol Espargaro (a -20).

11.10 - Semaforo verde! Intanto cominciamo con il raccontarvi questa prima sessione di prove libere del GP del Portogallo, con i piloti che hanno appena iniziato a scendere in pista.

11.07 - Il titolo mondiale è già stato vinto da Joan Mir lo scorso weekend. Il giovane pilota della Suzuki ha scritto una pagina di storia con la sua Suzuki nell'anno del 100° anniversario dalla fondazione della casa nipponica. Ma in questo weekend, oltre che per i titoli delle classi minori in cui sono in lizza vari piloti italiani (ora vedremo bene), si lotterà per il titolo costruttori e per decidere chi sarà il vice campione del mondo 2020.

11.05 - Buongiorno a tutti! Siamo pronti a raccontarvi ogni singolo minuto dell'ultimo weekend dell'anno della classe MotoGP, quello del Gran Premio del Portogallo sull'inedito tracciato dell'Algarve a Portimao!


TAGS: MotoGP 2020 Live MotoGP PortugalMotoGP 2020