MotoGP Germania 2021: Marquez trionfa, il cannibale è tornato!
MotoGP 2021

GP Germania 2021: trionfo Marquez, il cannibale è tornato!


Avatar di Simone Valtieri , il 20/06/21

5 mesi fa - Marquez vince la sua 11° gara consecutiva al Sachsenring! 2° Oliveira

Il campione spagnolo vince la sua 11° gara consecutiva al Sachsenring, respingendo un super Oliveira e Quartararo! Bagnaia 5° in rimonta
Benvenuto nello Speciale GERMANMOTOGP 2021, composto da 11 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario GERMANMOTOGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

UNDICI VOLTE MARC! Il re è lui. Il re è tornato! Marc Marquez va oltre la soglia del dolore e su una pista che piega tutta a sinistra, lui che ha problemi con il braccio destro, resiste alla persistente pressione portata da Miguel Oliveira e vince il suo undicesimo Gran Premio di Germania consecutivo al Sachsenring, l'ottavo in MotoGP. Una pista che sembra disegnata per lo spagnolo, dove è impossibile batterlo, anche penalizzato dagli infortuni, un fenomeno assoluto. Bravissimo anche il portoghese però, che piega la resistenza di tutti gli altri e molla solo a pochissimi giri dalla fine, riconoscendo l'impossibilità di riprendere il campionissimo iberico. Terzo un ottimo Fabio Quartararo, cheresta leader iridato e al contrario di tutte le altre Yamaha, va oltre i limiti della moto e sale sul podio davanti alla KTM di Brad Binder e alla Ducati di un bravissimo Pecco Bagnaia, autore di una feroce rimonta dalla 16° piazza in cui era scivolato dopo il via, fino alla quinta. Nei dieci chiudono Miller, Aleix Espargaro, Zarco, Mir e Pol Espargaro, Valentino Rossi è 14°, davanti a Marini. Morbidelli 18° e penultimo, davanti a un irriconoscibile Maverick Vinales.

MARC IS BACK! Pregevole partenza di Aleix Espargarò che dalla terza casella si mette in testa alla gara davanti a un brillante Marc Marquez e al poleman Johann Zarco. Dietro di loro si mettono Quartararo, Miller, Oliveira, Martin, Binder, Rins, Pol Espargaro. Il primo italiano è Bagnaia, che perde quattro posizioni nel corso del primo giro e scivola in 14° piazza. Marc Marquez rompe gli indugi e si mette subito davanti prima della fine del primo giro con Miller e Quartararo che battagliano per la quarta piazza. Aleix però non ci sta e alla fine della discesa i due alternano di nuovo le posizioni. Al secondo tentativo, intanto, Miller passa Quartararo e si mette in quarta posizione. Il gruppo si allunga anche se, dopo tre giri, ancora una decina di piloti sono potenzialmente in lizza per il podio, tutti in fila indiana.

SEMBRA LA MOTO3 Al quarto giro Petrucci e Alex Marquez si ritirano con lo spagnolo che prova a passarlo all'interno agganciandolo: i due finiscono insieme nella ghiaia senza conseguenze fisiche. Davanti Oliveira supera Quartararo e inizia a farsi pericoloso per le posizioni che contano mentre Marc Marquez tiene dietro con le unghie Aleix Espargaro. La scelta della doppia M (contro quasi tutti con la Hard all'anteriore) non paga per Bagnaia che viene passato anche da Rossi e diventa 15°. Si ritira nel frattempo anche Lorenzo Savadori, scivolato in curva 9, mentre davanti Marquez non riesce a scrollarsi di dosso Espargaro, con Zarco, Miller e Oliveira che guadagnano qualche decimo su Quartararo. Miller supera al settimo giro Zarco con un'entrata pazzesca, mentre dietro risale piano piano Joan Mir che entra in una top ten serratissima, con 10 piloti in 2''2, neanche fosse la Moto3. E non è lontano neanche Rossi, che nelle prime fasi ha un buon ritmo gara nonostante la 14° piazza, inizia però a piovigginare sul Sachsenring.

VEDI ANCHE



PIOGGERELLINA Marc Marquez in poche curve scava un solco su Aleix Espargaro che rallenta alle prime gocce, ne approfittano Miller e Oliveira che lo passano e si mettono in caccia dello spagnolo, che intanto ha preso 1''5. Aleix Espargaro resta quarto con Quartararo che passa Zarco e lo minaccia. Binder è settimo mentre continua ad avanzare Mir che diventa ottavo. Al decimo giro Oliveira rompe gli indugi, supera Miller e si incarica lui di ricucire con un Marquez che sta scappando via, mentre intanto la pioggia non è sufficiente a rendere la pista bagnata. Bagnaia nelle retrovie recupera un paio di posizioni ma è comunque lontano in 13° piazza, diventando comunque il migliore degli italiani in una gara avversa ai colori nostrani. Davanti Marquez e Oliveira girano sullo stesso ritmo e allungano sul resto del gruppo, ma sono distanziati da 1''7.

LOTTA A DISTANZA Mentre davanti Marquez e Oliveira girano a ritmi insostenibili per chiunque e il distacco tra loro va a elastico tra 1''5 e 2'', il terzo posto è nelle mani di Jack Miller, ma Fabio Quartararo non perde troppo, anzi gli è subito dietro dopo aver passato Aleix Espargaro. Da ancor più dietro risale piano piano anche Pecco Bagnaia, che diventa 11° e mette nel mirino non solo la top ten, ma una buona mezza dozzina di piloti che vede davanti a sé, tra cui tutti i suoi diretti rivali in classifica. Quartararo però si trova in fiducia e passa anche Miller, mettendosi in una terza incredibile posizione su una pista sulle quali le Yamaha fanno fatica, con Vinales e Morbidelli addirittura fanalini di coda. Bagnaia intanto passa Pol Espargaro e Martin entrando nella top ten, con nel mirino, due secondi più avanti, un bel gruppetto assiepato in un secondo.

RIMONTA PECCO Iniziano gli ultimi dieci giri. Davanti Marquez e Oliveira sono separati da 1''2, mentre il resto del gruppo è a circa 4'' capitanato da Quartararo. Dietro Bagnaia aggancia il gruppetto con anche Miller, Binder, Aleix Espargaro, Zarco e Mir, facendo anche qualche giro sotto l'1'22. Marquez intanto fa fatica, commette qualche minimo errore e il distacco con Oliveira torna sotto il secondo, quando mancano ancora 6 giri alla bandiera a scacchi. Marc però non a caso è il re del ''ring'', e continua a spingere non facendosi prendere dal portoghese. Binder guadagna una posizione su Miller e si mette in quarta posizione, con Bagnaia che lotta per passare Aleix Espargaro ma alla fine ce la fa, mettendosi in scia al compagno di team. 

UNDICI TRIONFI! Restano due giri, Marquez non crolla, anzi, se ne va a vincere una gara incredibile! Il re è tornato, stremato, vincente, incredibile! Miguel Oliveira corona una giornata storica dopo le due vittorie in Moto2 e Moto3 con il secondo posto di Oliveira, sul podio sale un Fabio Quartararo sempre più in testa al mondiale. Brad Binder, quarto, sugella il giorno storico per la casa austriaca mentre all'ultimo giro Pecco Bagnaia beffa Jack Miller e si mette in quinta posizione. Nei dieci anche l'ottimo Aleix Espargaro, Zarco, Mir e Pol Espargaro. A punti finiscono anche Rins, Martin, Nakagami, Rossi e Marini, mentre subito fuori ci sono Bastianini, Lecuona, Morbidelli e Vinales.

Clicca qui per tutti i risultati del weekend del Gran Premio di Germania


Pubblicato da Simone Valtieri, 20/06/2021
GermanMotoGP 2021
Logo MotorBox