Pubblicato il 02/04/21

FP2 IMPORTANTI Tempi molto più veloci (e importanti) rispetto al mattino, quelli fatti segnare dai piloti della MotoGP nella seconda sessione di prove libere del GP di Doha, sotto alle luci artificiali, che si è da poco conclusa sulla pista di Losail. I primi dieci piloti di questa sera, infatti, saranno con ogni probabilità gli stessi che troveremo domani pomeriggio in testa alla classifica combinata e che qualificherà direttamente alla Q2. Questo perché le temperature serali delle FP2 nel paese arabo sono molto più adatte a fare un buon tempo rispetto a quelle del mattino di FP1 e FP3, e a sfruttarle al meglio è stato Jack Miller, che con il suo ducatone è sceso a 1'53''145

I PAPABILI PER LA Q2 Alle spalle di Miller il suo compagno di team Francesco Bagnaia, staccato di 313 millesimi, poi Johann Zarco - sempre Ducati - a 392 millesimi e Fabio Quartararo, che rovina il poker di Borgo Panigale visto che si piazza in quarta posizione con la sua Yamaha davanti a Jorge Martin, con la seconda moto del team Pramac. Nei dieci anche Aleix Espargaro, sempre velocissimo con l'Aprilia e staccato di mezzo secondo da Miller e Franco Morbidelli, che ha risolto i problemi del mattino diventando la seconda Yamaha pressoché certa della Q2. La terza è quella di Maverick Vinales, nono a sandwich tra la Suzuki di Alex Rins e, a sorpresa, la Honda di Stefan Bradl.

I DELUSI Appena fuori dalla top ten le due KTM di Miguel Oliveira e Danilo Petrucci, comunque in crescita rispetto allo scorso weekend, poi Joan Mir e Valentino Rossi, che dovranno guadagnarsi la Q2 domani, davanti a tre Honda, quelle di Taka Nakagami e Alex Marquez, entrambi caduti nel corso della sessione, e quella di Pol Espargaro. Chiudono la classifica, i tre italiani Bastianini, Marini, Savadori, stretti tra due KTM, quella al 18° posto di Binder e quella in ultima posizione di Lecuona.

Clicca qui per i risultati della seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Doha


TAGS: motogp fp2 MotoGP 2021 DohaMotoGP 2021 MotoGP Doha 2021 GP Doha 2021