MotoGP Doha 2021, Quartararo vince, Zarco e Martin sul podio
MotoGP 2021

GP Doha 2021: Dal mucchio spunta Quartararo! Bagnaia sbaglia ed è 6°


Avatar di Simone Valtieri , il 04/04/21

7 mesi fa - La cronaca del Gran Premio di Doha 2021 della classe MotoGP

L'asso Fabio Quartararo esce da un mazzo di nove piloti e vince il GP di Doha davanti alle Ducati Pramac di Johann Zarco e Jorge Martin
Benvenuto nello Speciale DOHAMOTOGP 2021, composto da 10 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario DOHAMOTOGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

BIS YAMAHA Una gara bellissima il Gran Premio di Doha sulla pista di Losail. Alla fine a spuntarla in un gruppo di nove piloti che hanno battagliato per 22 giri, è stato Fabio Quartararo. La Yamaha, così come sette giorni fa, è emersa nel finale, ma stavolta è stato il francese a recuperare sulle Ducati di Martin e Zarco, davanti per tutta la gara, e a vincere staccandole nel finale. I due piloti sono saliti sul podio con lui, per una doppietta francese! Terzo Jorge Martin, che alla seconda presenza tra i grandi fa una gara tutta di testa e si porta a casa il primo podio. Francesco Bagnaia getta al vento la sua occasione quando era terzo e con un errore a pochi giri dal termine, sprofonda dietro a Rins e Vinales, che alla fine lo precederanno all'arrivo. Male anche Miller, che bissa il nono posto del Qatar, dietro a un opaco Mir e a Binder. Chiude la top ten Aleix Espargaro, davanti agli italiani Bastianini e Morbidelli.

LA PARTENZA Si spengono i semafori e scatta benissimo dalla prima casella Jorge Martin che si impenna e va in fuga davanti a Zarco, Aleix Espargaro, Oliveira, Rins e Mir. Male la partenza di Miller, Quartararo, Vinales e Bagnaia che sono costretti a rimontare. Parte male anche Morbidelli, che scivola in 13° posizione, mentre le due Suzuki si mettono nella top 5 sin dal termine del primo giro. Subito tantissima bagarre nel gruppo, con Mir, Quartararo e Bagnaia che commettono qualche errore. Chi è impeccabile è Rins che approfitta di un tentativo di attacco fallito di Aleix Espargaro a Zarco per passarlo e mettersi in terza piazza provvisoria. Lo spagnolo ingaggia un bel duello con Zarco, mentre dietro Mir passa Oliveira e le due Ducati ufficiali si mettono davanti alle due Yamaha ufficiali. 

VENTO FORZA NOVE Tutti in fila nei primissimi giri di gara, con Martin che non riesce a fare il vuoto e fa da capotreno di un lungo trenino. Zarco e Rins si alternano come secondo vagone, mentre Bagnaia risale diventando sesto e andando a caccia di Mir e Aleix Espargaro. Le Ducati sfruttano il lungo rettilineo di Losail per guadagnare posizioni, mentre Suzuki e Yamaha si difendono nelle parti miste. Bagnaia passa Mir al settimo giro ed Aleix Espargaro al nono. Il trenino inizia a perdere vagoni, ne restano nove attaccati, con la coda tinta di blu Yamaha e con Oliveira che si stacca con la sua KTM. Espargaro scivola e le Ducati risalgono e così, a 12 giri dal termine, l'unica moto non rossa nella top 5 è la Suzuki di Rins, terzo a sandwich tra le Pramac di Martin e Zarco e le ufficiali di Bagnaia e Miller.

BAGARRE! A 10 giri dal termine diventano tre le Ducati sul podio virtuale, con Pecco Bagnaia che supera Alex Rins (il quale poco prima aveva rischiato di stendersi perdendo per un attimo l'anteriore) e si mette a caccia di Martin e Zarco. Miller è subito dietro ma viene passato da Mir, mentre le due Yamaha di Quartararo e Vinales sono in costante lotta con un mai domo Aleix Espargaro. Miller e Mir al giro successivo si sportellano all'inizio di rettilineo e scivolano in fondo al gruppone dei nove. La bagarre tra i due ha avvantaggiato Quartararo, che coglie l'occasione per riprendere Rins e superarlo, mettendosi in scia alle tre Ducati. Rins però non ci sta, e ingaggia una battaglia furibonda con il francese, densa di sorpassi e controsorpassi, davanti a Miller, Vinales, Aleix Espargaro e Mir, che chiude il trenino.

ARRIVANO LE YAMAHA! Dopo aver sistemato la pratica Rins, Quartararo riesce a beffare Bagnaia e prendersi la terza piazza, con Pecco che per rispondere va largo alla prima curva e precipita in settima posizione dietro anche a Rins e Vinales. Tutto da rifare per l'italiano, con Quartararo che si fa pericoloso negli scarichi del connazionale Zarco ma che deve anche guardarsi da un Miller aggressivo. Ma prevenire è meglio che curare, e dunque Quartararo passa Zarco e poche curve dopo supera anche Martin! Da dietro sale forte anche Vinales, con le Yamaha che a quattro giri dal termine si fanno pericolosissime. Arriva il rettilineo a risistemare un po' le cose per la Ducati, ma arrivano le curve e Quartararo passa di nuovo davanti! Le Ducati sembrano tutte in calo, e così Vinales si porta sul podio virtuale davanti a Zarco. 

FUGA QUARTARARO! Negli ultimi tre giri è accademia Quartararo! Il francese va in fuga e stacca le due Ducati Pramac di Martin e Zarco, lasciandole a lottare con il suo compagno Vinales e con la Suzuki di Rins. Le due Ducati ufficiali di Miller e Bagnaia sono invece sesta e settima e lottano tra loro per le briciole, mentre la quinta Ducati, di Enea Bastianini, risale nel frattempo verso la top ten. Bagnaia passa Miller ma non può fare più nulla per recuperare altre posizioni. Vince Quartararo, con i due Pramac che lottano per tutto l'ultimo giro e con Zarco che passa Martin all'ultima curva, prendendosi anche la vetta iridata! Doppietta francese con lo spagnolo sul podio alla seconda gara in MotoGP! Dietro di loro Rins e Vinales, poi Bagnaia e Mir. Ottavo Brad Binder, che nel finale beffa Miller e Aleix Espargaro, mentre 11° è Enea Bastianini, davanti a Franco Morbidelli. Rossi alla fine è 16°, in rimonta ma fuori dalla zona punti

Clicca qui per tutti i risultati del weekend del Gran Premio di Doha


Pubblicato da Simone Valtieri, 04/04/2021
DohaMotoGP 2021
Logo MotorBox