GP Americhe 2021, Marquez 7bello ad Austin. Quartararo batte Bagnaia
MotoGP 2021

MotoGP Americhe 2021, Marquez 7bello ad Austin. Quartararo batte Bagnaia


Avatar di Simone Valtieri , il 03/10/21

2 settimane fa - Marquez vince per la 7° volta in America. Quartararo e Bagnaia a podio

Marquez domina ad Austin e vince per la 7° volta in America. Quartararo e Bagnaia sul podio con il francese che ipoteca l'iride. Sesto super Bastianini
Benvenuto nello Speciale AMERICASMOTOGP 2021, composto da 12 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario AMERICASMOTOGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

MARQUEZ SETTE, FABIO BATTE PECCO Il Gran Premio delle Americhe torna al suo padrone di diritto, ossia a Marc Marquez, che dopo la parentesi negativa del 2019 si riprende il trono di Austin con la settima affermazione su otto su questa pista sinistrorsa che adora. I riflettori, però, si accendono soprattutto per la lotto iridata, con Fabio Quartararo che mette a segno un colpo decisivo, giungendo secondo e portandosi a +52 punti su Francesco Bagnaia, terzo, quando mancano appena tre gare all'epilogo. Ai piedi del podio Rins e Martin, mentre Enea Bastianini è ancora una volta nelle posizioni che contano, sesto, con la Ducati dello scorso anno. L'italiano era ottavo, ma all'ultimo giro approfitta dell'ennesimo scontro tra Mir e Miller per beffare entrambi e prendersi l'ennesima soddisfazione. A punti anche Dovizioso, Marini e Rossi.

SPUNTO MARQUEZ Allo spegnimento dei semafori scatta benissimo Marc Marquez che si prende la prima posizione davanti a Fabio Quartararo e a Pecco Bagnaia, che si fa sfilare dai due rivali senza forzare la staccata. Anche Alex Rins supera Bagnaia nel corso del primo giro con Martin, Nakagami, Mir, Binder, Miller e Zarco a completare la top 10. Buona partenza per Bastianini che recupera tre posizioni, mentre ne perde addirittura cinque il suo compagno Marini, da 9° a 14°. Lo spagnolo prova a fuggire con Quartararo e Rins bravi a restargli vicino, mentre Bagnaia deve guardarsi le spalle dalla minaccia Jorge Martin che lo passa. Anche Nakagami si butta dentro ma poche curve dopo cade e lascia l'italiano in quinta piazza.

RISCOSSA DUCATI Il gruppo procede sfilacciato con Marquez, Quartararo, Rins e Martin separati da pochi centesimi, con Bagnaia un pelo più staccato e Miller che si prende la sesta piazza superando in un sol colpo Mir e Binder. All'inizio del quarto giro danno spettacolo Rins e Martin, con il pilota della Suzuki che si tiene con i denti la terza piazza, mentre da dietro tornano sotto le due Ducati ufficiali di Bagnaia e Miller. Al quinto giro scivola Johann Zarco che dopo una buona qualifica non era riuscito a ripetersi al via. Davanti si crea un trenino di circa otto piloti abbastanza allungati, con Jorge Martin che alla fine riesce ad avere la meglio su Alex Rins e a prendersi la scia di Fabio Quartararo.

VEDI ANCHE



CHE MILLER! MA MARQUEZ SCAPPA Jorge Martin prova subito l'attacco a Fabio Quartararo, che si difende magistralmente in staccata con la sua agile Yamaha, mentre dietro Jack Miller supera Pecco Bagnaia e cerca di non perdere contatto con i primi quattro, con Marquez che allunga di qualche decina di metri e Rins che si stacca anch'esso dal podio virtuale. Ne approfitta Jack Miller che fagocita la sua Suzuki e si mette all'inseguimento di Quartararo e Martin. Intanto Marc Marquez riesce a prendersi 1''5 di margine su tutti, mentre da dietro risale forte Enea Bastianini, nono dopo i sorpassi su Oliveira e Pol Espargarò, con nel mirino la Suzuki iridata di Joan Mir. Buona anche la gara di Dovizioso nella prima parte, 12° con la vecchia Yamaha alla sua seconda gara in sella alla M1.

BAGNAIA NON MOLLA Mentre cade Aleix Espargarò nelle retrovie, Joan Mir riesce a passare Brad Binder e a a cercare l'inseguimento a Bagnaia, che sta lottando davanti con Alex Rins per la quinta piazza. L'italiano supera lo spagnolo e prova a rientrare sul compagno Miller, che dopo qualche giro scoppiettante non è più riuscito a impensierire Quartararo e Martin. A 10 giri dal termine i primi sono tutti distanziati tra loro con Marquez in fuga davanti a Quartararo, Martin, Miller, Bagnaia, Rins, Mir, Binder, Bastianini e Pol Espargarò nella top ten. Sembra un buon momento per Bagnaia che torna presto sotto al compagno, generoso a ceedrgli la posizione senza polemiche, lasciandogli il quarto posto.

BAGNAIA SUL PODIO A 8 giri dal termine la vittoria di Marc Marquez sembra ormai cosa fatta. Ma anche il secondo posto di Fabio Quartararo non sembra in pericolo, vista la manciata di secondi di vantaggio su Martin e sul rivale iridato Bagnaia. Le posizioni di vertice sono cristallizate, mentre Jack Miller deve guardarsi dalla vicinanza della Suzuki di Rins con cui innesca un bel duello. Lo vince Rins e arriva anche Mir nello scarico dell'australiano. Nella top 15 entra anche Valentino Rossi, in scia al compagno di team Dovizioso e al fratello Marini. A cinque giri dal termine una perdita del posteriore di Jorge Martin permette a Pecco Bagnaia di rientrare sul collega di moto che taglia la chicane e si prende anche un long-lap penalty forse troppo severo. Mentre un'altra Ducati, quella di Enea Bastianini, avanza in ottava piazza passando la KTM di Brad Binder, Bagnaia supera Martin prima che sconti la sua penalità e si prende la terza piazza, limitando a 4 i punti persi da Quartararo

VINCE MARC! Finisce così: vince Marc Marquez, che domina su una delle sue piste preferite, dove ha sempre vinto ad eccezione del 2019. Settima vittoria per lui, mentre arriva un podio importantisismo per Fabio Quartararo che torna sopra il doppio break nel mondiale ed è a +52 punti su Pecco Bagnaia, comunque buon terzo. Se a Misano arriverà davanti a Bagnaia, il francese si laureerà campione del mondo! Jorge Martin giunge quinto scontando la sua penalità, cedendo il quarto posto a Rins. Sesto è Enea Bastianini, che all'ultimo giro riprende e supera sia Mir che Miller, impegnati a darsele di santa ragione con tanto di strascico polemico dopo il traguardo! Nei dieci anche Binder e Pol Espargarò. Discreta gara di Dovizioso, 13°, davanti a Marini e Rossi. Male Morbidelli, 19° e ultimo, evidentemente in crisi fisica.

Clicca qui per tutti i risultati del weekend del Gran Premio delle Americhe


Pubblicato da Simone Valtieri, 03/10/2021
Tags
AmericasMotoGP 2021
Logo MotorBox