Autore:
Salvo Sardina

FINALMENTE SIMS Ieri aveva a lungo accarezzato il sogno di portare a casa la prima vittoria, prima di essere beffato dai rivali. Oggi, nel secondo round della Formula E a Ad Diriyah, Alexander Sims ha vissuto la sua giornata di gloria, con una pole position – la terza consecutiva – e una vittoria praticamente mai messa in discussione. Un sabato che sarebbe stato assolutamente da ricordare per Bmw i Andretti Motorsport, con la storica doppietta conclusa con il secondo posto di Maximilian Gunther, bravissimo a resistere, nonostante la macchina visibilmente danneggiata sull’anteriore, agli attacchi finali dell’Audi di Lucas Di Grassi. Dopo la fine della gara, però, la doccia fredda: il giovane tedesco ha commesso un'infrazione in ripartenza da Safety Car, subendo un Drive Through di 24 secondi e scivolando dunque in fondo alla classifica. Sale sul terzo gradino del podio dunque la Mercedes di Stoffel Vandoorne.

Formula E, ePrix Ad Diriyah 2019: Alexander Sims (Bmw) festeggia dopo il traguardo

CAOS PENALITÀ Al contrario di quanto accaduto in Gara-1, la seconda tappa della Formula E a Riad è stata decisamente caotica seppur altrettanto spettacolare. Unica vera costante è stata la leadership di Sims, che finalmente porta a casa la prima vittoria della carriera dopo essere stato a rischio di perdere il proprio sedile durante la pausa estiva. Dopo una prima fase abbastanza tranquilla, il primo stravolgimento è arrivato con il tamponamento di Antonio Felix Da Costa ai danni di Sebastien Buemi: in lotta per la seconda posizione, lo svizzero ha rallentato per imboccare la corsia dell’Attack mode, sorprendendo il rivale portoghese che a quel punto non ha potuto fare nulla per evitare il contatto e la successiva penalità Drive Through. Sanzionato, però, anche il campione della season 2, colpevole di un rientro in pista decisamente pericoloso.

SAFETY CAR Pochi minuti dopo ancora un altro colpo di scena, con il leader del campionato Sam Bird finito a muro in seguito al contatto con Mitch Evans (penalizzato con un Drive Through) e Pascal Wehrlein. Ripartenza ancora più caotica con molti piloti a imboccare l’Activation Zone in un momento in cui non era ancora possibile compiere sorpassi: e se, da un lato, Da Costa è stato molto reattivo nel frenare per restituire la posizione a Sims, altrettanto non può dirsi di André Lotterer, penalizzato con un Drive Through a fine gara e quindi scivolato dal sesto al sedicesimo posto. La stessa fine, poi, fatta a cerimonia del podio conclusa anche da Maximilian Gunther.

ALTRA SOSPENSIONE Tutto finito? Neanche per sogno: giusto un paio di giri dopo la ripartenza ecco un’altra Safety Car, causata dall’incidente di un Robin Frijns finito a muro dopo aver perso il controllo della propria Virgin Racing. Nei pochi minuti restanti, Sims è poi riuscito a prendere il largo senza grossi affanni, seguito dal compagno di squadra Gunther, al primo podio in Formula E. Alle spalle delle due Bmw, il già citato Lucas Di Grassi e la Mercedes di uno Stoffel Vandoorne che lascia l’Arabia Saudita con un buon bottino di punti. Edoardo Mortara chiude invece la top-5, ancora davanti al compagno Felipe Massa, solo diciannovesimo e penalizzato (due volte) per falsa partenza ed eccesso di velocità in pit-lane.

DS A QUOTA 7 Weekend decisamente nero per i campioni in carica di DS Techeetah che, senza penalità, avrebbero chiuso il fine settimana con un solo punticino, guadagnato da Antonio Felix Da Costa (tredicesimo sotto la bandiera a scacchi) in qualifica. Il caos delle penalità nel post gara ha però premiato la bella rimonta di Jean-Eric Vergne: partito ultimo e poi ulteriormente penalizzato con uno Stop&Go in gara a causa del cambio del pacchetto batterie – danneggiato nel botto delle prove libere 3 – il francese ha tagliato il traguardo dodicesimo per poi issarsi in ottava piazza. Tre punti anche per il compagno portoghese: oltre al già citato +1 per il giro veloce in qualifica, Antonio risale al decimo posto e porta a casa anche il punto aggiuntivo per il giro più veloce. Un segnale positivo sul piano delle prestazioni e che può indurre all’ottimismo in vista del prosieguo del campionato. La Formula E va adesso in vacanza per quasi due mesi, in vista della prossima tappa prevista per il 18 gennaio 2020 sul circuito cittadino di Santiago del Cile.

Formula E, ePrix Ad Diriyah 2019: weekend da dimenticare fin qui per Jean-Eric Vergne (DS Techeetah)

Formula E, risultati Gara-2 ePrix Ad Diriyah 2019:

Formula E, risultati Gara-2 ePrix Ad Diriyah 2019:

Pos Pilota Team Tempo Distacco Giri
1 Alexander SIMS BMW i ANDRETTI MOTORSPORT 46:48.327 - 30
2 Lucas DI GRASSI Audi Sport Abt Schaeffler 46:51.144 +2.817 30
3 Stoffel VANDOORNE Mercedes-Benz EQ Formula E Team 46:51.908 +3.581 30
4 Edoardo MORTARA ROKiT Venturi Racing 46:52.621 +4.294 30
5 Oliver ROWLAND Nissan e.dams 46:53.802 +5.475 30
6 Daniel ABT Audi Sport Abt Schaeffler 47:05.269 +16.942 30
7 James CALADO Panasonic Jaguar Racing 47:05.548 +17.221 30
8 Jean-Eric VERGNE DS TECHEETAH 47:07.721 +19.394 30
9 Brendon HARTLEY GEOX DRAGON 47:09.029 +20.702 30
10 Antonio Felix DA COSTA DS TECHEETAH 47:10.961 +22.634 30
11 Maximilian GÜNTHER* BMW i ANDRETTI MOTORSPORT 46:49.710 +25.383 30
12 Sebastien BUEMI Nissan e.dams 47:14.618 +26.291 30
13 Neel JANI TAG Heuer Porsche Formula E Team 47:15.820 +27.493 30
14 André LOTTERER* TAG Heuer Porsche Formula E Team 47:17.373 +29.046 30
15 Pascal WEHRLEIN Mahindra Racing 47:23.617 +35.290 30
16 Nyck DE VRIES** Mercedes-Benz EQ Formula E Team 46:55.645 +36.318 30
17 Felipe MASSA*** ROKiT Venturi Racing 47:34.085 +45.758 30
18 Mitch EVANS**** Panasonic Jaguar Racing 47:25.432 +1:01.105 30
19 MA Qinghua* NIO 333 FE Team 47:52.492 +1:28.165 30
20 Nico MÜLLER GEOX DRAGON 45:09.814 Ritiro 28
21 Robin FRIJNS* Envision Virgin Racing 27:09.645 Ritiro 18
22 Sam BIRD Envision Virgin Racing 16:45.189 Ritiro 13
23 Jerome D'AMBROSIO Mahindra Racing No tempo Non partito 0
DQ Oliver TURVEY***** NIO 333 FE Team 47:04.871 Squalificato 30

*Drive Through per sorpasso in regime di Safety Car.
**5 secondi di penalità per utilizzo irregolare della batteria e Drive Through per sorpasso in regime di Safety Car
***Drive Through per eccesso di velocità in pit-lane.
****Drive Through per aver causato l'incidente con Sam Bird
*****Squalifica per utilizzo irregolare della potenza in gara.
In grassetto il pilota che ha portato a casa un punto extra per il giro più veloce (tra quelli che hanno concluso in top-10).


TAGS: formula e stoffel vandoorne sam bird lucas di grassi ePrix Ad Diriyah ds techeetah Formula E 2019-2020 Jean-Eric Vergne Sebastien Buemi Antonio Felix Da Costa Maximilian Gunther Alexander Sims Bmw Formula E AdDiriyahEPrix 2019 ePrix Arabia Saudita 2019