Autore:
La Redazione

SQUADRA CHE VINCE SI CAMBIA A metà 2018 si è definitivamente conclusa la (bella) parentesi Force India in Formula 1. Alla vigilia del Gran Premio del Belgio della passata stagione il team di Vijay Mallya, reduce da due quasi incredibili quarti posti in classifica costruttori, è infatti stato rilevato da una cordata di imprenditori con a capo il magnate della moda Lawrence Stroll. Il tycoon canadese ha salvato la compagine con sede a Silverstone ormai oberata dai debiti accumulati dal chiacchierato ex patron indiano ma, a parte il cambio del nome da Force India a Racing Point, non ci sono stati grossi stravolgimenti nell’organigramma.

TALE PADRE TALE FIGLIO Gli uomini che si sono resi artefici della favola Force India sono infatti rimasti ai propri posti. E, finalmente libera dal fardello della mancanza di fondi, la Racing Point è tornata sui livelli della sua diretta antenata. L’unica vera grande differenza rispetto a un 2018 chiuso al settimo posto in classifica costruttori a causa dell’azzeramento dei punti raccolti (in quanto Force India) nella prima parte del campionato sarà l’arrivo dalla Williams di Lance Stroll, figlio del nuovo proprietario Lawrence. Confermatissimo Sergio Perez, l’unico a fare le spese del cambio di gestione è stato il giovane di casa Mercedes, Esteban Ocon. Nel 2019 l’obiettivo è quello di lottare ancora una volta per il quarto posto costruttori, ma attenzione a Renault e Haas, che già nella passata stagione si sono mostrati in evidente crescita.  

Gran Premi disputati 6
Vittorie 0
Pole position 0
Podi 0
Giri più veloci 0
Punti raccolti 17
Titoli piloti 0
Titoli costruttori 0
Debutto in F1 GP Australia 2019
Piloti 2019 Sergio Perez #11
  Lance Stroll #18

Statistiche aggiornate al Gp Monaco 2019


TAGS: formula 1 f1 sergio perez lance stroll f1 2019 Racing Point Racing Point F1 Team Team F1 2019