Autore:
La Redazione

STORIA DI SUCCESSI La storia della Mercedes in Formula 1 è iniziata negli anni ‘90, quando entrò nel Circus come motorista fornendo i propri propulsori prima alla Sauber… e poi allo storico team McLaren, con il quale arrivò sul tetto del mondo nel biennio 1998-1999 grazie alle imprese del finlandese Mika Hakkinen. In seguito la crescita e la fame di vittoria repressa di Schumacher oscurò i risultati del team di Woking, che riprese a respirare nel 2003 con l’arrivo di Kimi Raikkonen. Tuttavia, furono i talenti di Lewis Hamilton nel 2008 e di Jenson Button nel 2009 a far brillare di nuovo i motori Mercedes, con i quali i due dominarono le rispettive stagioni diventando Campioni del Mondo.

SOGNANDO IN GRANDE Dopo il Mondiale di Button e della Brawn GP, la Mercedes acquisì la maggioranza delle azioni della scuderia britannica, fondando il proprio reparto corse dal nome Mercedes Grand Prix Petronas. L’esordio nel Circus era previsto per il 2010, nel quale il marchio tedesco aveva puntato le sue carte sul giovane Nico Rosberg e sul sette volte Campione del Mondo Michael Schumacher. Proprio grazie al talento di quest’ultimo la squadra di Brackley riuscì a porre la base giusta alla propria monoposto, che avrebbe presto dominato la scena della massima serie automobilistica.

IL DOMINIO TURBO-IBRIDO Nel 2013 Schumacher venne sostituito da Hamilton, che affiancò Rosberg e insieme proseguirono lo sviluppo della Freccia d’Argento britannica. Quello, inoltre, fu l’ultimo anno delle motorizzazioni aspirate, che lasciarono il posto a partire dal 2014 alle power unit turbo-ibride. Già dall’inizio di quella stagione la Mercedes fece faville, centrando una serie di vittorie a ripetizione senza precedenti: nel biennio 2014-2015 fu Hamilton ad arrivare sul tetto del mondo, mentre nel 2016 è toccato a Nico Rosberg. Nel 2017 e 2018, invece, il ritorno competitivo della Ferrari ha messo in discussione il dominio della monoposto anglo-tedesca, che in entrambe le occasioni è però riuscita a portare a casa i titoli piloti (con Hamilton) e costruttori. Nel 2019 l’appuntamento è con la storia: vincere ancora vorrebbe dire superare lo storico filotto di vittorie iridate dell’era Schumacher-Ferrari.

Gran Premi disputati 195
Vittorie 93
Pole position 106
Podi 191
Giri più veloci 68
Punti raccolti 4630
Titoli piloti 7
Titoli costruttori 5
Debutto in F1 GP Francia 1954
Piloti 2019 Lewis Hamilton #44
  Valtteri Bottas #77

Statistiche aggiornate al Gp Monaco 2019


TAGS: formula 1 valtteri bottas lewis hamilton mercedes f1 f1 mercedes amg petronas motorsport Team F1 2019