Autore:
Simone Dellisanti

LA PAROLA DEI SAGGI La Scuderia Ferrari sta cambiando le proprie 'pedine' per cercare di rendere il proprio futuro più roseo e meno…rosso. Dopo Raikkonen, l'ultimo campione del mondo Ferrari, e Massimo Rivola, ex Direttore Ferrari Academy ora arruolato tra le fila della Aprilia Racing, è arrivato il tempo dell'addio di Arrivabene e della successione di Mattia Binotto. Abbiamo già parlato in lungo e in largo dei possibili scenari e della future modifiche nell'organico a cui andrà incontro la Rossa di Maranello ma con questo articolo vogliamo concentrarci sulle parole rilasciate a Motorsport.com da Mauro Forghieri, ex tecnico della Ferrari per 22 anni.

FORGHIERI DOCETNon sarà facile per Binotto prendere le redini della Ferrari", queste le prime parole di Forghieri, "ma penso che sia una persona seria e preparata, che conosce molto bene la realtà della Ferrari, dovrà dimostrare determinazione e carattere per gestire la Rossa. Ai miei tempi, ricoprire quel ruolo era più semplice, la struttura era molto più piccola."

FIORIO DOCET Sulla sostituzione Arrivabene-Binotto è intervenuto anche l'ex direttore sportivo della Ferrari Cesare Fiorio: "Binotto è l'uomo giusto per la Ferrari. Ha più esperienza tecnica di Arrivabene ed è proprio ciò che mancava alla Scuderia. D'altro canto, ha poca esperienza nella gestione della squadra e per lui sarà una grande sfida in un mondiale, quello della Formula Uno, che sicuramente non lascia spazio all'improvvisazione".


TAGS: ferrari f1 2019