Pubblicato il 12/05/20

FULMINE A CIEL SERENO Se ne parlava ormai da mesi, con la notizia di un possibile addio di Sebastian Vettel alla Ferrari al termine del 2020 chiacchierata già più di un anno fa. Ciononostante, la conferma ufficiale che non ci sarà un futuro tra Seb e il Cavallino arriva come un fulmine a ciel sereno. Lo fa a motori ancora spenti, quasi nell’incertezza se una ripartenza ci sarà per davvero – qui le indiscrezioni su un possibile stop al doppio appuntamento previsto a Silverstone – e in che modalità. Una convivenza che si era resa ancora più difficile con la notizia del rinnovo a lunghissimo termine del compagno-rivale Charles Leclerc, con il quale non erano certo mancate le frizioni nella scorsa stagione.

F1 Test Barcellona 2020: Mattia Binotto e Sebastian Vettel (Ferrari) in conferenza stampa

PARLA IL TEAM PRINCIPAL A chiarire i contorni del divorzio ci ha pensato, nel comunicato emesso direttamente dalla Ferrari in mattinata dopo che, dalla Germania, erano rimbalzate già ieri sera le prime chiare indiscrezioni, il team principal Mattia Binotto: “Abbiamo preso questa decisione insieme a Sebastian e riteniamo che sia la miglior soluzione per entrambe le parti. Non è stato un passo facile da compiere, considerato il valore di Sebastian, come pilota e come persona. Non c’è stato un motivo specifico che ha determinato questa decisione bensì la comune e amichevole constatazione che è arrivato il momento di proseguire il nostro cammino su strade diverse per inseguire i nostri rispettivi obiettivi”.

F1 Test Barcellona 2020: Sebastian Vettel (Ferrari)

VERSO IL 2020 Come ricordato dallo stesso ingegnere ferrarista, Seb si prepara dunque a vivere nel 2020 la sua ultima stagione in rosso: “Sebastian è già entrato nella storia della Scuderia e, con 14 Gran Premi conquistati, è il terzo pilota più vittorioso e quello che ha ottenuto il maggior numero di punti iridati. Nelle cinque stagioni fin qui disputate con noi è salito tre volte sul podio del campionato piloti, contribuendo in maniera decisiva alla costante presenza della squadra tra le prime tre della classifica costruttori. A nome di tutta la Ferrari voglio ringraziarlo per la sua grande professionalità e l’umanità dimostrate in questi cinque anni, nei quali abbiamo condiviso tanti momenti importanti. Insieme non siamo ancora riusciti a vincere un titolo iridato che per lui sarebbe il quinto, ma siamo convinti che in questa anomala stagione 2020 riusciremo a toglierci ancora tante soddisfazioni”.


TAGS: ferrari formula 1 sebastian vettel f1 mattia binotto