Pubblicato il 04/05/20

SEB DAVANTI A UN BIVIO L'ospite della puntata #24 di RadioBox è Pastor Maldonado, venezuelano ex pilota di Williams e Lotus vincitore di un gran premio di F1 in Spagna, nel 2012. Tanti gli argomenti che abbiamo affrontato con il campione 2010 della GP2, tra passato e presente. Proprio uno dei temi attuali più caldi è quello che vi anticipiamo in questo articolo, ricordandovi che potrete vedere l'intera trasmissione a partire dalle 21:30 di domani, martedì 5 maggio, qui su MotorBox e sul nostro canale YouTube. Il tema in questione è quello del futuro di Sebastian Vettel, al momento sospeso tra il rinnovo contrattuale - a cifre minori e senza i gradi di capitano - con la Ferrari oppure il passaggio a un altro team, in particolare la McLaren del team principal Andreas Seidl, la quale dal prossimo anno potrà beneficiare delle power-unit della Mercedes.

STOP AI PARAGONI Abbiamo chiesto a Maldonado cosa farebbe se si trovasse al posto di Vettel. Il venezuelano non si è sbilanciato, ma ci ha fatto un'interessante analisi degli equilibri nel box Ferrari: ''E' sempre difficile da dire, dovresti essere nei suoi panni. Lui sta vivendo un momento un po' difficile, non soltanto perché Leclerc è forte. Anche lui è forte, statisticamente parlando è lui il più forte, finché Leclerc non vince 4-5 mondiali non si possono paragonare. Leclerc è giovane, ha fame, è voglioso di dimostrare il suo potenziale ed è finito in Ferrari molto rapidamente per la sua carriera''.

F1: Charles Leclerc e Sebastian Vettel (Ferrari)

DIVERSE PARABOLE Maldonado ha poi proseguito sottolineando non solo i diversi momenti della loro vita sportiva che stanno attraversando Vettel e Leclerc, ma anche come il tedesco si trovi in una situazione che psicologicamente non è facile da gestire: ''Leclerc farà una carriera davvero bella in F1, ma Vettel l'ha già fatta. La vita di ogni pilota o di qualsiasi atleta sportivo è una parabola: Leclerc è nella fase in cui sale, mentre Vettel sta iniziando a scendere, ma non vuol dire che lui non sia forte. Anzi, io penso che sia anche più forte, perché quello che sta vivendo non è semplice, avendo un compagno di squadra che non solo è forte in pista, ma che arriva lì giovane, parla italiano ed è la nuova scommessa della Ferrari. Tutti amano Leclerc dentro e fuori dal team, tutti i tifosi guardano a Leclerc e psicologicamente questo non è facile per nessuno. Vettel ha dimostrato di essere forte, in gamba. Io vorrei vedere più lotta tra loro, con rispetto ma più vicini. Penso che tutti e due possano farlo professionalmente e credo che tutti saremmo felici di vedere una Ferrari competitiva e che lotta contro le due Mercedes''.


TAGS: ferrari vettel f1 leclerc Maldonado