Autore:
Giulio Scrinzi

GIOIA INFINITA Mentre tutti gli occhi erano puntati su un Max Verstappen in grado di far letteralmente volare la sua Red Bull, ecco in Q3 la sorpresa per tutti i fans del Cavallino Rampante. Al suo ultimo tentativo Sebastian Vettel si è giocato il tutto per tutto, centrando la sua 50esima pole position di carriera grazie a un sorprendente 1'16''488, tempo che gli consentirà domani di partire dalla prima casella per andare all'assalto di Lewis Hamilton nel tentativo di recuperare lo svantaggio in Classifica Piloti. Dopo le difficoltà patite in tutto il weekend, per il tedesco della Ferrari questo risultato gli darà un vantaggio importantissimo, a maggior ragione per la “deludente” prestazione del suo rivale in Campionato, solamente terzo e con qualche difficoltà nel gestire al meglio la sua Freccia d'Argento numero 44.

SEBASTIAN VETTELSono felicissimo per questa pole: ho fatto un giro perfetto, ma sapevo di avere ancora del potenziale inespresso. Alla fine è come se avessi acceso l'interruttore e ho iniziato a migliorare costantemente: ho costruito il mio crono nel primo settore, poi in curva 6 ho preso un bello spavento perchè ho quasi perso il controllo della mia macchina. Alla fine ho recuperato alla grande e quando ho capito che il mio impegno è stato sufficiente... sono esploso di gioia! Un pronostico per domani? I problemi di Austin non si presenteranno: devo solo centrare una buona partenza e arrivare a tutta velocità in curva 1, ma sono fiducioso perchè abbiamo il potenziale”.


TAGS: formula 1 sebastian vettel f1 F1 2017 scuderia ferrari formula 1 2017 f1 2017 gp messico