Autore:
Giulio Scrinzi

PRIMA GARA IN NOTTURNA Quindicesimo appuntamento del Campionato di Formula 1 2018: ci troviamo stavolta a Singapore, sul rinomato circuito cittadino di Marina Bay che ospita il locale GP fin dal 2008. Realizzato dall'ingegnere tedesco Hermann Tilke, questa pista si snoda tra le strade più pittoresche della città: inoltre, è stato il primo tracciato ad accogliere la prima gara del Circus iridato completamente in notturna. Per questo motivo è dotato di un sofisticato impianto di illuminazione creato dalla ditta italiana Valerio Maioli SpA di Ravenna, che con la sua potenza riesce a soddisfare gli elevati standard richiesti dal regolamento della FIA al fine di mantenere la sicurezza. Lungo 5,065 km, presenta un layout particolarmente tortuoso con molti tratti da “stop and go”, soprattutto per l'elevato numero delle sue curve, ben 23.

FATTI SALIENTI Ad oggi il pilota più vittorioso sul Marina Bay è Sebastian Vettel (quattro successi, dei quali proprio qua a Singapore l'ultimo trionfo della Ferrari), il quale condivide con Lewis Hamilton il maggior numero di partenze dalla prima casella (tre per ciascuno) ma che, al contrario dell'inglese, primeggia per il maggior numero di volte che è salito sul podio (ben 6). Per quanto riguarda i costruttori, la Red Bull domina in lungo ed in largo sia nella classifica delle vittorie (3), ma anche in quella dei giri veloci (3), dei podi (10) e dei punti conquistati (205), battuta solamente dalla Rossa di Maranello nelle pole position (tre contro due). L'edizione 2016, invece, è stata vinta da Lewis Hamilton (Mercedes) davanti a Daniel Ricciardo (Red Bull Racing) e Valtteri Bottas (Mercedes).

CARATTERISTICHE

Gran Premio di Singapore
Paese Singapore
Luogo Marina Bay Street Circuit
Cadenza Annuale
Fondazione 2008
Marina Bay Street Circuit  
Inaugurazione 2008
Lunghezza 5,065 km
Curve 23
Record del circuito 1'39''491 (Sebastian Vettel, Ferrari, 2017)

TAGS: formula 1 f1 f1 2018 formula 1 2018 f1 2018 gp singapore f1 singapore 2018