Volkswagen ID.5 Pro Performance, prova su strada, prime opinioni
Prova su strada

Volkswagen ID.5, al di là del SUV coupé. Quanta tecnologia! La prova


Avatar di Lorenzo Centenari , il 04/06/22

1 mese fa - Base ID.4, ma stile più audace e tanti ritrovati digitali. Primo contatto

La base è ID.4, ma lo stile è più audace e non a scapito della vita a bordo. Numerosi ritrovati digitali. Prime impressioni

Un'auto sola, il meglio di tre mondi. Anzi, facciamo quattro. Il mondo SUV, evviva la seduta alta (o meglio: semi-alta). Il mondo SUV coupé, per uno stile ancor più...disinvolto. Il mondo della mobilità digitale: siamo o non siamo nell'era del metaverso? Infine, ovviamente, il mondo della propulsione elettrica: per così dire, coscienza pulita. ID.5 raggiunge ID.3 e (la parente stretta) ID.4 e completa il tridente full electric di Volkswagen, declinando in chiave coupé crossover quella stessa piattaforma universale che è alla base anche di Audi Q4 e-tron, di Skoda Enyaq, Cupra Born e chissà quante altre novità future. L’automobile ID.5, ma ID.5 anche come stile di guida e di vita. Un esempio? Grazie al sistema Plug & Charge, che consente la comunicazione diretta fra il veicolo e le colonnine di ricarica, la procedura di pagamento - ove compatibile - sarà totalmente automatica. Siamo saliti a bordo per un primo assaggio.

VW ID.5: MOTORE, BATTERIE, FEELING DI GUIDA

VW ID.5 sportiva di aspetto e di carattere: sin dal lancio, disponibile anche in veste ''racing'' ID.5 GTX, con doppio motore elettrico, trazione integrale e potenza di 300 cv tondi tondi. Ma è l'edizione più civile (e più vendibile), ID.5 Pro Performance, quella che guidiamo in anteprima. Pro Performance, cioè singolo motore posteriore, 204 CV di potenza, 310 Nm di coppia. Lo 0-100 km/h richiede 8,4 secondi. Lo 0-50 km/h, molto di meno. A scanso di equivoci, anche in assenza del badge GTX, e nonostante il religioso silenzio di bordo, il vostro passeggero - se non volete che lo faccia - non si appisola.

SLALOMISTA Il vostro passeggero lo potete impressionare in accelerazione e - grazie a baricentro basso e ripartizione dei pesi equilibrata - anche su strade tortuose, specie se scegliete l’optional del telaio DCC regolabile e dello sterzo progressivo. Ma non in velocità massima. E per fortuna, mi scappa di dire. Il limitatore sbatte contro il muro dei 160 km/h e non perché ID.5 entri in debito di ossigeno, ma perché è lungimirante. E anziché arrivare prima, preferisce arrivare più lontano.

MARATONETA Batteria al litio da 77 kWh, uguale autonomia nel ciclo combinato WLTP di 520 km. Quel chilometraggio, nella nostra prima presa di contatto, non lo percorriamo: ma se il consumo di energia è effettivamente quello che si legge sul display, ovvero poco più di 13 kwh/100 km, quella distanza si potrebbe effettivamente coprire con una singola carica. Non male.

VW ID.5: COME È FATTA

Ma al bando, ora, i conti della serva. Volkswagen ID.5 è anche un bell'oggetto da guardare. Dal di fuori, innanzitutto.

FUORI L’esterno conserva numerosi dei tratti stilistici di sorella di pianale ID.4, differenziandosi in sostanza per una linea del tetto più rastremata, a deformare sia la vista laterale, sia ancor più la vista posteriore, caratterizzata dal lunotto più inclinato e da uno spoilerino che anziché sopra il cristallo, sbuca sopra i gruppi ottici a tutta larghezza. Oltre al tetto ad arco, ecco - sotto i fari anteriori a LED, anche grandi prese d'aria che fanno molto Golf R.

DENTRO In abitacolo, tutto è quasi identico a ID.4, inclusi tratti caratteristici come forma e dimensioni del maxi display centrale a sbalzo da 12 pollici e del mini quadro strumenti digitale di ispirazione motociclistica, inoltre del pulitissimo tunnel centrale (nemmeno un comando: il selettore delle modalità di guida è fuso al cockpito digitale), del volante con comandi a sfioramento, ma dal feedback tattile. Nonostante inoltre la linea del tetto spiovente, ID.5 esprime 549 litri di capacità di carico con i sedili posteriori in posizione, 1.561 litri con divano ripiegato su se stesso. Morale: essendo un pelo più lunga, 4 metri e 60 anziché 4 metri e 58, rispetto a ID.4 è addirittura leggermente più capiente.

VEDI ANCHE



VW ID.5: LE TECNOLOGIE

Come sulle altre elettriche VW, a bordo di ID.5 a comandare sei sempre tu, ma puoi ora avvalerti della avanzatissima assistenza tecnologica del nuovo ID Software 3.0.

PRONTO, CHI PARLA? E i passi avanti interessano qualsiasi aspetto dell’esperienza. A partire dal dialogo con il sistema di infotainment, il cui riconoscimento vocale è più preciso: riconosce ad esempio se la voce è la tua o quella di chi siede al tuo fianco, quindi - su richiesta - riscalderà proprio il suo sedile, e non il tuo. Più efficiente anche il processo di ricarica delle batterie, che ora supporta potenze fino a 135 kW.

ULTRA TRAVEL ASSIST Per finire con i sistemi di assistenza alla guida: la novità più interessante? Con due radar posteriori e l'utilizzo di ultrasuoni, il cosiddetto Travel Assist con “sciami di dati” può tenere d'occhio il traffico circostante e, a partire da una velocità di 90 km/h in autostrada, supportare attivamente il cambio di corsia.

MEMORIA DI FERRO Un'altra nuova comoda caratteristica per i modelli ID. è il Park Assist Plus con funzione di memoria. Il veicolo può apprendere e riprodurre da solo fino a cinque diverse manovre di parcheggio, utile ad esempio per chi ricovera l’auto ogni sera in un garage dagli spazi non troppo abbondanti.

E LUCE FU Massima attenzione anche all'illuminotecnica. All'esterno, animazioni di benvenuto quando il guidatore si avvicina. All'interno, illuminazione ambientale che sgorga dal pannello del cruscotto, dalle portiere e dai vani piedi, ma anche e soprattutto la striscia LED a tutta larghezza sul cruscotto che utilizza segnali luminosi colorati accuratamente scelti per comunicare informazioni importanti al conducente, così da consentirgli di tenere gli occhi sulla strada.

VW ID.5: PREZZI E DOTAZIONI

L’allestimento Pro Performance è già super completo: caricabatterie per la ricarica in corrente alternata a 11 kW, cavo per la ricarica veloce in corrente continua. Di serie clima bizona, accesso senza chiave, volante e sedili anteriori riscaldabili, navigatore connesso in rete, ricarica wireless per smartphone e aggiornamenti software over-the-air. Tra i sistemi di assistenza alla guida: cruise control adattivo, frenata automatica di emergenza, mantenimento attivo di corsia, riconoscimento segnaletica stradale, monitoraggio angolo cieco e predisposizione alla tecnologia Car2X.

QUANTO COSTA ID.5 è regolarmente ordinabile: listino a partire da 52.900 euro, e poiché costa troppo per meritarsi l’ecobonus, un incentivo di 3.000 euro - anche senza rottamazione - ce lo mette Volkswagen. Variante GTX da 58.700 euro. In ambedue i casi, fanno circa 2.000 euro in più di ID.4: il prezzo di un maggiore effetto scenico. Se invece vuoi un SUV coupé tradizionale, passa a Taigo.

VW ID.5: SCHEDA TECNICA

Lunghezza 4.599 mm
Larghezza 1.852 mm
Altezza 1.613 mm
Passo 2.766 mm
Bagagliaio 549/1.561 litri
Peso 2.049 kg
Motore elettrico posteriore, 204 CV, 310 Nm
Acc. 0-100 km/h 8,2 secondi
Velocità massima 160 km/h (autolimitata)
Consumi 17,2 kWh/km
Autonomia 520 km (combinato WLTP)
Prezzo 52.900 euro (Pro Performance)

Pubblicato da Lorenzo Centenari, 04/06/2022
Tags
Gallery
Listino Volkswagen ID.5
Allestimento CV / Kw Prezzo
ID.5 ID.5 Pro Performance (77 kWh) - / - 52.900 €
ID.5 ID.5 GTX (77 kWh) - / - 58.700 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Volkswagen ID.5 visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Volkswagen ID.5
Vedi anche
Logo MotorBox